home le preghiere i messaggi meditazioni le attività la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 
 

IL ROSARIO DELLA FAMIGLIA

  

“UOMO E DONNA DIO LI CREO'
e furono una cosa sola!”

(Gn 1,27)

Rosario della Santa Famiglia di Nazareth
“Ecco, Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo…”
Con riflessioni di Papa Francesco su paternità e maternità


 

Primo Mistero: La Santa Famiglia Opera di Dio
L’Angelo appare a Giuseppe e lo invita a sposare Maria

Dal Vangelo di Matteo (Mt 1, 20-21):
“La nascita di Gesù avvenne in questo modo: sua madre Maria si era fidanzata con Giuseppe; ma prima che essi iniziassero a vivere insieme, si trovò incinta ad opera dello Spirito Santo. Il suo sposo Giuseppe decise di ripudiarla in segreto… Ed ecco, un angelo del Signore gli apparve in sogno per dirgli: “Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa: ciò che in lei è stato concepito è opera dello Spirito Santo. Darà alla luce un figlio, e tu lo chiamerai Gesù; egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati”.

Anche San Giuseppe fu tentato di lasciare Maria, quando scoprì che era incinta; ma intervenne l’angelo del Signore che gli rivelò il disegno di Dio e la sua missione di padre putativo; e Giuseppe, uomo giusto, “prese con sé la sua sposa” (Mt 1,24) e divenne il padre della famiglia di Nazareth. La Chiesa, che è madre, è
impegnata a sostenere con tutte le sue forze la presenza buona e generosa dei
padri nelle famiglie, perché essi sono per le nuove generazioni custodi e mediatori insostituibili della fede nella bontà, della fede nella giustizia e nella protezione di Dio, come san Giuseppe.

Intenzione: Preghiamo affinché lo Spirito Santo rinnovi le famiglie sull’esempio della Santa Famiglia di Nazareth.
Un Padre Nostro... 10 Ave Maria... Un Gloria cantato...
Gesù, Maria, Giuseppe, illuminateci, soccorreteci, salvateci. Amen

Secondo Mistero: La Santa Famiglia a Betlemme - Visita dei pastori

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 2,10-13, 16-17):
“Non temete, ecco vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un Salvatore, che è Cristo Signore.
Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia”. Andarono dunque senza indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, che giaceva nella mangiatoia.

Ispirato dallo Spirito Santo San Paolo afferma che l’amore tra i coniugi è immagi-ne dell’amore tra Cristo e la Chiesa. Inscritta nel disegno creatore di Dio, e con la grazia di Cristo innumerevoli coppie cristiane, pur con i loro limiti, i loro peccati, l’hanno realizzata. La Chiesa cammina in mezzo ai popoli, nella storia degli uomini e delle donne, dei padri e delle madri, dei figli e delle figlie. E la comunità cristiana è la casa di coloro che credono in Gesù come la fonte della fraternità tra tutti gli uomini. Anche a noi moderni pastori è chiesto di camminare per andare incontro a Gesù nella sua Chiesa.

Intenzione: Preghiamo Maria e Giuseppe affinché mediante la loro inter-cessione ci ottengano la grazia di amare ed adorare Gesù sopra ogni cosa.
Un Padre Nostro... 10 Ave Maria... Un Gloria cantato...
Gesù, Maria, Giuseppe, illuminateci, soccorreteci, salvateci. Amen

Terzo Mistero: La Santa Famiglia al Tempio

Dal Vangelo secondo Luca (2, 33-35):
Il padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui. Simeone li benedisse e parlò a Maria sua madre: «Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l’anima».

Gli sposi cristiani partecipano in quanto sposi alla missione della Chiesa. La deci-sione di “sposarsi nel Signore” contiene anche una dimensione missionaria, che significa avere nel cuore la disponibilità a farsi tramite della benedizione di Dio e della grazia del Signore per tutti. Ci vuole coraggio per amarsi così come Cristo ama la Chiesa. Perciò il papa saluta i novelli sposi, dicendo: “Ecco i coraggiosi!”.


Intenzione: Preghiamo, affidando alla Santa Famiglia, la Chiesa e tutte le famiglie umane.
Un Padre Nostro... 10 Ave Maria... Un Gloria cantato...
Gesù, Maria, Giuseppe, illuminateci, soccorreteci, salvateci. Amen

Quarto Mistero: La Santa Famiglia fugge e torna dall’Egitto

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 2,13-14, 19-21):
Un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: “Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo”. Giuseppe, destatosi, prese con sé il bambino e sua madre, nella notte e fuggì in Egitto… Morto Erode, (l’angelo) gli disse: “Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e va nel paese d’Israele; perché sono morti coloro che insidiavano la vita del bambino”.

La celebrazione del sacramento non può lasciar fuori questa corresponsabilità della vita familiare… E così la vita della Chiesa si arricchisce ogni volta della bellezza di questa alleanza sponsale, come pure si impoverisce ogni volta che essa viene sfigurata. Per offrire a tutti i doni della fede, dell’amore e della speranza, la Chiesa ha bisogno anche della coraggiosa fedeltà degli sposi alla grazia del loro sacramen-to! Il popolo di Dio ha bisogno del loro quotidiano cammino nella fede, nell’amore e nella speranza, con tutte le gioie e le fatiche che questo cammino comporta in un matrimonio e in una famiglia.

Intenzione: Preghiamo perché la nostra adesione al Vangelo sia totale e fiduciosamente attiva.
Un Padre Nostro... 10 Ave Maria... Un Gloria cantato... Gesù, Maria, Giuseppe, illuminateci, soccorreteci, salvateci. Amen.

Quinto Mistero: La Santa Famiglia nella Casa di Nazareth

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 2, 51-52): (Gesù) Partì dunque con loro e tornò a Nazareth e stava loro sottomesso. Sua madre serbava tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini.

Cristo non cessa di prendersi cura della Chiesa: la ama sempre, la custodisce sempre, come se stesso. Cristo non cessa di togliere dal volto umano le macchie e le rughe di ogni genere. E’ commovente e tanto bella questa irradiazione della forza e della tenerezza di Dio che si trasmette da coppia a coppia, da famiglia a famiglia. Ha ragione san Paolo: questo è proprio un “mistero grande”! Uomini e donne, coraggiosi abbastanza per portare questo tesoro nei “vasi di creta” della nostra umanità, – questi uomini e queste donne così coraggiosi – sono una risorsa per la Chiesa, anche per tutto il mondo! Dio li benedica mille volte per questo!
Intenzione: Preghiamo per creare in famiglia lo stesso clima spirituale della Casa di Nazareth.
Un Padre Nostro... 10 Ave Maria... Un Gloria cantato...
Gesù, Maria, Giuseppe, illuminateci, soccorreteci, salvateci. Amen.
Salve Regina... Un Pater, Ave, Gloria per Papa Francesco

LITANIE DELLA SANTA FAMIGLIA
Signore pietà / Cristo, pietà / Cristo, ascoltaci /
Padre celeste, Dio abbi pietà di noi
Figlio, Redentore del mondo, Dio abbi pietà di noi
Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi
Santa Trinità, unico Dio, abbi pietà di noi
Gesù, Figlio del Dio vivo, che hai santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe ti invochiamo aiutaci
Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra
Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù
Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone
Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana
Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano
Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie
Santa Famiglia, il cui figlio è modello di obbedienza e di amore filiale
Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia ti invochiamo liberaci
Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia
Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia
Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia

Per la Tua povertà e la Tua umiltà, o Santa Famiglia ti invochiamo ascoltaci
Per la Tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia
Per le Tue afflizioni e dolorosi avvenimenti, o S. Famiglia
Per il tuo lavoro e le Tue difficoltà, o Santa Famiglia
Per le Tue preghiere e il Tuo silenzio, o Santa Famiglia

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo perdonaci, o Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo esaudiscici, o Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo abbi pietà di noi

Tutti: O Santa Famiglia, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza.
Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione. Amen.

 

 

(torna a "PREGHIERE")

 
     
A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it