home le preghiere i messaggi meditazioni le attivitą la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 

 

 

PACE A VOI!

 

Gesù… Ed ora riprendiamo il nostro lavoro di recare alle genti un annuncio di pace, donde partire per arrivare a realizzarla davvero sul piano della vostra realtà.
… Il Mio annuncio di Pace vuol entrare nel vostro cuore affinchè nulla lo turbi, pur vivendo in mezzo alla confusione totale, perché abbracciato strettamente al Suo Creatore.
Egli sa che l'uomo di fede si trova in mezzo a venti di guerra o a burrasche e che deve mantenere la rotta; vi saranno sbandamenti e cadute di tono, e dei pericoli veramente reali, ma su di lui vegliano le forze celesti pronte a intervenire laddove ve ne sia bisogno.
E' come guidato, non sente il frastuono, oppure lo sente sol blandamente, e confida al Padre i suoi sentimenti, i suoi eventuali timori, la sua pena per il fratello che soccombe stremato e lo implora di aiutare anche lui… e, pregando, si acquieta, si rasserena.
…Quando l'uomo, creatura di Dio, avrà compiuto il passaggio fondamentale della consapevolezza della sua natura divina, si produrrà un benefico effetto su tutto il pianeta e si avrà pure un lungo tempo di pace e armonia tra le genti e i popoli tutti.

 

di seguito alcuni brani tratti dal libretto:

 

“O anime, venite a Me ed Io vi ristorerò!”

22/7/2003
Gesù... “Pace a voi” comprende anche che Io dica agli astanti che la vera pace è una conquista alla portata di tutti: non si dica che è impossibile da raggiungere; non si dia credito soltanto alle pastiglie, che invece sono quanto di meno indicato per risolvere i problemi di cuori in subbuglio e di anime in pena. Esse andranno pur bene in certi frangenti, ma poi occorre il coraggio di affrontare se stessi e la verità. Io mi offro per fare questo, per aiutare ogni creatura debole, ma desiderosa di andare oltre e con tanto amore la circondo che non può non aprirsi almeno un pochino, per lasciarmi entrare nel suo cuore.

“O anime, venite a Me ed Io vi ristorerò!” non è una frase qualunque, credetemi.
Credete che le Mie parole – ogni parola ha un valore immenso – se chi le pronuncia è cosciente; se chi le ascolta ne è compreso.
E chi ne capisce tutto il valore e le mette in pratica poi si ritrova a percorrere la Via maestra e si sente poi grato, per sempre, al Padre Nostro.
Io sono il Figlio della SS. Trinità e mi pronuncio per il bene vostro... O anime venite a Me!

“Pace a voi” , ancora lo dico e lo ripeterò sempre.
Io sono la Pace, la Via, la Verità e la Vita! Abbiate fiducia che il vostro Signore vi porterà oltre le tribolazioni del mondo.
Siate tutt'uno con Me!
Vi benedico nel nome della SS. Trinità, amen, amen amen.

 

Rileggete l'Apocalisse di Giovanni


20/10/2003 - San Giovanni Rotondo

Padre Pio… Cari figli miei, convengo con voi che questo pellegrinaggio ha dato dei frutti, però occorre ancora di più lavorare sulle coscienze. La gente non pare ancor consapevole della venuta di Gesù Cristo nel mondo , dopo duemila anni circa di lontananza, in veste di Spirito Santo.

Penso ancora alle antiche profezie e, se percorrerete insieme l'Apocalisse, vi renderete conto di quanto sia vera la Parola che anche a voi viene elargita .

Questo per darvi modo di approfondire, perché i tempi incalzano e gli operai sono pochi ancora.
Coraggio, miei cari, vi darò modo di accertare, punto per punto, ogni parola dell'antica profezia rapportata al tempo presente.
Pace e bene! Vostro Padre Pio da Pietrelcina.

CONCLUSIONE

Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore del mondo.
Io vengo a te per condurti per mano oltre le tue vicende che ti appesantiscono, perché ancora in pochi capiscono il valore di una preghiera insieme, piuttosto che il recriminare continuo della mente.

O cari, Io voglio concedermi a voi totalmente o la Mia Volontà è protesa a sollevarvi dai vostri cupi pensieri.
Nessuno di voi è ancor peccatore nel senso più pesante del termine, pur tuttavia siete preda di pesantezza e costantemente sottoposti a tensioni, perché la vostra debole fede vi fa arenare su delle secche, dopo essere andati per un po' alla deriva.

Ora miei cari, voglio donarvi tutto Me stesso per indurvi a risalire la china dei vostri pensieri e, offrendovi la mano, vi aiuto a salire gradino per gradino la parete scoscesa che sta di fronte a voi.
Orbene, iniziamo col riconoscere dove e quando avete sbagliato e, senza dare colpe ad altri, ammettete onestamente di essere ancora voi a dover capire e a comportarvi in maniera diversa.
E poi, sollecitati dal dispiacere che sentite dentro al cuore, chiedete a Me, a Mia Madre o a qualche Santo di intercedere presso il Padre, il perdono. Solo dopo, voi sentirete in cuor vostro la vibrante risposta, che vi farà commuovere e piangere lacrime riparatrici e guaritrici di tanti affanni.

O sì, cari, Io vi conosco uno per uno e non bado certo se voi siete o no a posto, Io vedo che avete bisogno di Me e, senza giudicarvi, vi aiuto a rialzarvi dalle cadute, poiché so che piano piano voi sentirete sempre di più la forza di non cadere in codesti tranelli.

Cercate con tutto voi stessi di andare oltre e di guardare il mondo e ogni avvenimento con i Miei occhi e il cuore pieni di Misericordia. Se metterete in pratica questo precetto, Io vi assicuro che avrete compiuto il più grande e importante passaggio, come si è detto più volte: dal cuore contrito al cuore in relazione costante con Me.
E se pure non ci riuscite, consolatevi con la dolce carezza della Madre Celeste, che non manca mai di soccorrervi quando siete in difficoltà.

Pace sia in voi! Questo è l'auspicio che Io a tutti vado dicendo: vi dono la pace, la Mia pace sia in voi e in voi rimanga per sempre!

Ora, cari, siate coscienti di aver ricevuto la Mia Pace:
ponete le mani sul cuore e, respirando, allargate, dilatate idealmente il vostro cuore e ivi ponete tutti coloro che soffrono... e fate posto anche a quelli che vi tormentano o che non vi danno pace, sì anche loro possono trovare posto nel vostro cuore pieno di Me, non già in virtù del vostro buon cuore, ma del Mio Amore infinito, che ora alberga in voi.

E poi , con un gesto simbolico di racchiudere dentro di voi un tesoro, prostratevi e chiedete perdono per tutti quelli che avete posto nel vostro cuore; sì, perdono e misericordia!
Questo cari vi chiedo di fare ogni giorno e di sera, prima di addormentarvi, riaprite il cuore e lasciate che Io mi prenda cura di tutti i vostri protetti, per farvi riposare durante la notte, pronunciando questa preghiera:

“Gesù, ti amo,
ora ti affido tutti i miei cari e protetti,
pensaci Tu fino a domani,
io riposerò tra le Tue braccia.
Ti lodo e ti ringrazio, Gesù mio,
e ti chiedo perdono
se in qualche cosa ho mancato.
Pensaci Tu a farmi capire e a rimediare,
per non più ricadere in questi errori.
Grazie di cuore, Gesù mio,
ti amo e di adoro. Amen.”

Allora Io risponderò: “Pace a te e a voi!” e, nel riconciliarvi a Dio Padre onnipotente, a Dio Madre piena d'Amore, a Dio Figlio vostro Gesù Redentore e allo Spirito Santo Consolatore, vi benedico nel nome della SS. Trinità. Amen, amen, amen.

Andate in pace e annunciate la parola alle genti in Mio nome.
IO SONO PER SEMPRE IL VOSTRO SIGNORE GESU'!

 

(torna a PUBBLICAZIONI)

 
A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it