home le preghiere i messaggi meditazioni le attivitą la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 

 

 

IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'

Gesù fornisce a ciascuno di noi la chiave di lettura per capire appieno i tempi attuali che stiamo vivendo…

di seguito alcuni messaggi tratti dal libro

IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'

 

Io sono il vostro Gesù…

il Nazareno è ancora tra voi e siede alla vostra tavola
e intona canti e commenta e vi sorride
e si compiace di stare con i piccoli, i semplici
e i Miei discepoli del tempo presente.
Ancora imperfetti, lo devo ammettere,
ma tanto cari ai Mie occhi
e al Mio Cuore immacolato e pieno d'Amore.
Suvvia, non vi scoraggiate, va bene anche così,
con i vostri difetti, le debolezze, le ritrosìe,
ma sento che siete sinceri e mi amate… e questo mi basta!
Non erano forse così anche i Miei apostoli
del tempo che fu?
Allora andate anche voi a portare alle genti
la buona novella di Gesù Cristo che salva ed è ritornato
per dare corpo al più grande sovvertimento
di forze mai visto sulla Terra,
per riportarla alla luce e alla pace tra i popoli
e a vivere al cospetto di DIO Padre onnipotente.
“Padre Mio, Io ti consegno questi piccoli,
la cui fiamma d'amore arde nel cuore.
Abbine cura e benedicili Tu. Amen”.
(Gesù, 16/8/2002)

 

Gesù invita a passeggiare nel parco


17/9/2002
Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, sono qui accanto a te per parlarti del nostro libro sul Giudizio finale.
…Conoscere Me è conoscere la Mia bontà infinita e la misericordia che uso con tutti i peccatori è solo una parte dell'Amore che nutro per loro, perché riserverò loro ben altre carezze allorquando avranno fatto il percorso di risalita dagli inferi e saranno con Me in Paradiso.

Oggi, cuor mio, siamo invitati a fare la nostra parte più dura, il Sacrificio, il Calvario e a portare la Croce fino in fondo. Ma la ricompensa grande sarà l'eterna vista del Padre. Ogni creatura redenta sarà ammessa alla Sua mensa e vivrà nella gioia e in perfetta letizia per sempre.
Ora cara, ti vorrei far godere di un momento di pace: pur in mezzo alle tribolazioni del mondo, vi sono oasi di freschezza e di luce a cui accedere, anche vicino a casa.

Il vostro Gesù vi condurrà in seno al grande parco che esiste nella vostra zona (di Monza). E' quel luogo di energia vibrante che voi chiamate “polmone verde” e riconosco che è come un grande polmone che respira, rinnova e produce energia.
Oh, com'è prezioso per voi tutti. Oh, com'è bello! Godetene, cari, fino a riempirvi gli occhi del cuore alla vista di quegli alberi secolari...
La Mia mente corre anche altrove verso quelle foreste fluviali che circondavano un tempo il fiume Giordano... Ora non ci sono più perché l'opera di disboscamento ha prodotto i suoi danni.
Ebbene, miei cari, in quel luogo per voi accessibile, liberatevi da tante sozzure; respirando a pieni polmoni e passeggiando tra i boschi, voi ricaricherete la vostra linfa vitale e vi libererete dalle tante tossine accumulate.

Suvvia cari, non siate pigri, rispondete all'appello, la Natura, l'Opera immensa di Dio vi è stata donata perché voi poteste goderla e trarre da essa tutto quel che vi serve.
Senza distruggere così dissennatamente, voi oggi sareste ben più ricchi e protetti da tante forme d'inquinamento ambientale; perciò conservate i vostri parchi; custoditeli gelosamente offrendo a voi stessi di goderne di più e ammirandoli nella loro bellezza, voi sentirete l'Amore di Dio verso le creature.
O anime, venite a Me ed Io vi ristorerò, offrendovi occasioni di luce e di pace, per meditare la Mia Parola e respirare al ritmo del respiro cosmico.

O anime, venite a Me..., dentro al “polmone”, dentro al Mio “corpo verde”, dentro all'Amore infinito di Dio, sentirete riaffiorare l'anelito di speranza che ancora non si è spento in voi, creature. Venite a Me... amate il divin Creatore, amate il Figlio e lo Spirito Santo. Amate e gioite, non più ripiegati in voi stessi così!
Io sono il vostro Gesù, Luce del mondo, per voi e per tutti venuto a salvarvi dai vostri tristi pensieri e dalle vostre paure.
Coraggio, datemi la mano, andremo insieme oltre il cancello e passeggeremo come anche allora facevo coi Miei discepoli fedeli, percorrendo lunghi tratti senza mai stancarci, perché si respirava all'unisono con DIO.

“Padre di bontà infinita,
consenti a questi Tuoi figli di godere
la vita nelle piccole cose preziose
che hai messo a loro disposizione;
non farli ripiegare in se stessi,
ma dona loro perfetta letizia,
alla guisa del nostro Santo Francesco.
O Padre, aiutali Tu. Amen.”

Ed ora, cuor mio, ripensa a quanta strada hai già percorso con Me al tuo fianco, e vuoi che, proprio ora che avete più bisogno di Me, Io vi abbandoni?
O cari, cacciate codesti pensieri funesti, voi non sapete ancora distinguere (ndr. nel senso di non saper quantificare) il bene ricevuto dal male che vi è capitato, ma credetemi, il Bene è ben più grande e si esprime attraverso gli amici presenti nei vostri momenti difficili; si esprime anche nella misericordia sin qui ricevuta; si esprime costantemente con ogni mezzo. Oh, se sapeste lodare, lodare e ringraziare, come vi sentireste meglio, nonostante le prove.

Ebbene, sappiate che non mi sono ancora arreso di fronte al vostro ritrarvi: Io vi amo da sempre e per sempre vi amerò, creature mie, che siete or nella prova, e vi vengo incontro, vi abbraccio e vi amo. Non cedete allo scoraggiamento e avrete in Me la speranza rinnovata e alimentata dal Mio Amore infinito.
O anime mie, venite a Me ed Io vi ristorerò!
Vi benedico nel nome del Padre e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen.

 

Non vi dolete per coloro che non vi hanno creduto


6/10/2002
Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, tutto Io vedo, tutti Io amo, tutti siete nel Mio Cuore Immacolato e pieno d'Amore per l'umanità che soffre.
Oggi vi sono venuto incontro così (all'adorazione e processione eucaristica dell'incontro del Rinnovamento), ma Io vengo ogni giorno, ad ogni ora, per colmarvi di Grazie e d'Amore .
Il vostro cuore oggi è dolente per la sofferenza, per la tristezza di non aver potuto compiere pienamente la vostra missione terrena. Ebbene, Io vi dico che la state già compiendo, voi state portando frutti alla vigna del vostro Signore.

Non vi dolete per coloro che non vi hanno creduto e si sono dispersi in altre contrade. Io li amo ugualmente e non soffro per essi, poiché non hanno abbandonato le vie del Signore Dio Nostro Padre.
Anche se le Mie Parole - dettate in Spirito di Verità – al vostro gruppo non sono state accettate o accolte nel modo più giusto, Io li ho perdonati e non serbo ricordo alcuno delle loro mancanze. Così fate anche voi, miei discepoli fedeli alla consegna che vi ho dato.
Il vostro mandato non cesserà così presto, voi continuerete nell'affermare la Mia Parola, voi vi renderete testimoni della Mia Grazia; voi – nessuno escluso – loderete il DIO della Misericordia per avervi così tanto amati.

Ed ora mi rivolgo a te, mio caro profeta : quando tu lavori sei come il Nazareno che faceva il falegname; quando tu predichi sei come il Nazareno che predicava alle genti; quando tu soffri sei come il Cristo che portava la Croce. E' così la vita, mio caro.
E anche a te, cara, non ti ho abbandonata, ti sto elargendo tutto il Mio Amore, anche attraverso questi e altri fratelli.
O cara, rinuncia a sentirti solo smarrita; rinuncia ai consueti discorsi crepuscolari; rinuncia alla tentazione che incombe su di te di volertene andare, facendo restare incompiuta l'opera d'arte della tua vita.

O sì, tu rispondi, ma cosa devo fare? Io allora ti chiedo un atto di misericordia verso te stessa e verso la vita : non avara, non matrigna, non colma sol di dolore e tristezza, tu, creatura mia, puoi risorgere in Me, non solo nella vita soprannaturale. Tu, creatura, puoi vivere in Me e puoi donare ancora e ancor più te stessa. Se ora soffri, offri la tua sofferenza per Me, perchè Io possa guarirne altri.
Ad ognuno di voi è richiesto di offrire voi stessi; ad ognuno non vien risparmiata la croce, ma lassù in cima al sacro monte Io vi aspetto a braccia aperte e vi amo ancor di più.

La condivisione della sofferenza è la santificazione dell'anima e anche del corpo.
“O Grazia divina, scendi su questi figli e benedicili!”
“O Padre, sia fatta la Tua Volontà! Ora e per sempre così E'!”

 

(torna a PUBBLICAZIONI)

 
A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it