home le preghiere i messaggi meditazioni le attivitą la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 

 

CONOSCERETE LE MIE VIE… e sperimenterete le MERAVIGLIE DEL MIO AMORE!


Introduzione di Gesù

“E fu luce e fu buio, e fu mattino e fu giorno, e fu notte...” Nel libro della Genesi, così si legge. Cosa significa? Voi chiederete. Ebbene, ho in animo d'istruirvi anche su queste parole, pronunziate nella Creazione...

Lo faremo oggi stesso, alla mezza, con la scrivente, ora che è disponibile a seguirmi su questo terreno dell'insegnamento o spiegazione evangelica della Parola, alla portata dei nuovi discepoli di questo tempo, che non leggono o disdegnano i testi sacri e i tanti trattati.

Ancora Io vengo da Maestro di Luce e d'Amore; ancora Io voglio donarvi Me stesso con tutto l'ardore e il comprendervi nei vostri limiti e difetti, che accetto, che supero perché voglio liberarvi per sempre da ogni remora o timore.


Miei cari, l'unica legge che conta è l'Amore, che supera ogni barriera di diffidenza per donarsi totalmente, senza richiedere nulla in cambio.

Così feci allora, così faccio anche ora, con tutti i mezzi disponibili e oltrepassando ogni ostacolo, servendomi di tutto e di tutti gli strumenti al servizio.

Abbiate fiducia, abbiate fede, abbiate speranza, ascoltate la parola divina e rinascerete perfetti figli di Nostro Padre Dio.

Vi benedico nel nome Suo Santo e Mio e dello Spirito Consolatore.

 


di seguito alcuni brani tratti dal libretto:


L'alternanza del buio e della luce nel mondo
15/3/2003

Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore del mondo. O sì, cuore mio, riprendiamo il nostro discorso sull' alternanza del buio e della luce nel mondo.

Questa ha un'importanza fondamentale anche nelle fasi di evoluzione dello spirito. E lo spirito della Terra ora anela di liberarsi dal buio in cui è stato relegato sin dai tempi del grande peccato.

Il Mio segno di salvezza, la Croce, lo innalzerà e con esso tutti i popoli godranno di un tempo assai proficuo per celebrare le lodi a Dio Padre onnipotente ed eterno, con tutti i mezzi a disposizione: dalle arti ai mestieri, dalle opere di misericordia a quelle utili per ripristinare l'equilibrio della natura.

Io vi annuncio sin d'ora che tutto questo fa parte del progetto divino e l'uomo se ne renderà partecipe nel momento in cui accetterà Dio, Creatore e Padre di tutte le creature.

Ogni cosa avrà il suo ruolo, ogni evento contribuirà a inserirsi in quell'immenso quadro che è la Terra con la sua umanità.

Ogni volta che vi sarà un fatto significativo, atto a contribuire al Disegno divino, i Miei apostoli e discepoli del tempo presente saranno avvertiti e avvertiranno a loro volta le genti. E chi sarà stato illuminato potrà portare agli altri la Verità.

Io non vado discriminando alcuno: Io accolgo, Io comprendo, Io amo anche il più piccolo che viene a Me.

Lasciate che i piccoli vengano a Me e non rifiutateli. In nome Mio essi agiscono, amano e vibrano all'unisono con la Mia vibrazione d'Amore verso tutta la Terra, ora irrorata dalla Mia Luce, ma ancora avvolta da sacche oscure che la tengono in bilico tra la menzogna e la Verità.

Tuttavia, a mano a mano che l'oscurità si attenuerà, anche quei luoghi oscuri dello spirito prenderanno coscienza della Mia venuta e della Mia parola di Verità eterna.

Nulla Io feci che non sia stato rivelato ancora dalle antiche Scritture, e nulla Io faccio ora che non sia già stato annunciato agli uomini di buona volontà!

Vi benedico tutti, Miei cari discepoli del tempo presente, andate incontro alle genti ad annunziare la buona novella di Gesù Cristo, venuto in veste di Spirito Santo a salvare l'umanità dal baratro in cui stava precipitando.

Prendetene atto e ringraziate Dio Padre per la Sua infinita Misericordia. Ora e per sempre così E'! Amen

 

Io anelo di rendere tutti mondi dai tanti peccati…

14/9/2003

Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore del mondo.

O sì, cuore mio, attendevo in preghiera con te il momento per portare a tutti la Mia volontà di operare in loro le meraviglie dell'amore Mio e del Padre.

Ebbene, oggi nel giorno dell'esaltazione della Croce, potrete pienamente godere della percezione che la Mia Croce è stata la salvezza di molti e, a poco a poco, di tutta l'umanità che, come in un grande cammino in pellegrinaggio, giungerà alla Casa del Padre.

Ripensate soltanto al tempo della Mia venuta e da allora, in questi duemila anni, quanti si sono redenti e salvati. Ancora Io anelo di rendere tutti mondi dai tanti peccati e per questo mi prodigo incessantemente.

Lusinghe e successi del mondo non portano certo alla Croce, perciò occorre debellare il peccato, che diventa tormento dell'anima. Per ritrovare la pace occorre proprio il perdono e chieder perdono per i propri e altrui peccati: ed è quanto di più bello ci sia per contribuire a salvarne altri.

Facendosi carico per un po' della croce, essa vi esalta e diventa una croce di Luce. Scioglietevi in pianto, liberate le menti, o genti ascoltate la voce divina che vi parla incessantemente... E non restate costì incapaci di porre fine ai vostri tormenti: osate affermare di appartenermi e sarete salvi, per sempre!

Coscienti del passaggio che ora state compiendo e prendendo spunto dal fatto che oggi vi riunite in preghiera, Io vi consento di modificare il vostro pregare:

intonando dei canti per entrare ancor più nel nuovo corso... suvvia, la preghiera feconda e sincera sarà tutta devoluta al fine che si era proposto, ma la potete variare per andare oltre e mettere in pratica quanto vi vado insegnando.

Anche i canti sommessi serviranno allo scopo e, ponendo le mani sul cuore e respirando profondamente, voi invocherete lo Spirito Santo e poi inizierete con il Santo Rosario. Meditando i misteri, non soffermate la mente soltanto sulla sequenza delle parole da voi pronunciate, ma contemplate ogni mistero con viva partecipazione.

E voi, che avete vissuto laggiù in Terrasanta, potrete comprendere ancor meglio la mia intenzione e aiutare gli altri a vivere la preghiera. E la meditazione non sia soltanto legata ai vostri bisogni, ma partecipate a quelli del mondo e dei poveri della Terra; così sarete perfettamente in sintonia con il Cielo e tutt'uno col Padre Nostro Dio.

Pace a voi! Ancora vi chiedo una riflessione: se voi conoscete i misteri e recitate il Rosario a memoria, potete anche inserire delle vostre preghiere per rendere feconda l'offerta e far sì che la viviate con tutto voi stessi: così l'unione diviene profonda, così il pregare diventa energia d'amore, così il dono che fate cresce e fiorisce, proprio come un albero che da i suoi frutti.

Or che non siete più alle prime esperienze, potete rendere onore in tal modo al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo...

Intonando anche dei canti, in perfetta sintonia tra di voi e col Cielo, sommessamente, aprendo il cuor vostro e senza sforzo, seguendo chi guida... così sgorgante come acqua limpida di ruscello, il suono si fonde, l'anima risponde e la luce si accende... così come la natura si esprime nella sua sinfonia di suoni e colori, in armoniose forme e stagioni, così anche le creature possono fare, innalzando lodi e preghiere e canti al Dio Creatore di tutte le genti.

Osanna cantiamo, osanna alla Croce, osanna al Risorto, osanna al Re dei Re! Ed ora, miei cari, inginocchiatevi per ricevere la Mia benedizione solenne... nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, amen.

La missione più bella

1/7/2004

Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore del mondo.

O sì, cuore mio innamorato, il tuo sentire è quello giusto che Io mi aspettavo da te; così ti incoraggio ad andare innanzi nel recare la lieta novella - di un Dio fatto Uomo - che viene ancora tra voi... e vi ama... e vi segue... e non vi abbandona nelle tribolazioni della vita su questa arida Terra, che abbisogna di nuova linfa e di energia vivificante e rinnovatrice dell'Amor Mio e di Dio Padre onnipotente e misericordioso.

Così, cari, andate avanti, non importa se non siete perfetti; vi ho pur dimostrato di amarvi anche così come siete. Non siate restii a donarvi totalmente a Me, al vostro Signore per la causa più bella che una creatura possa abbracciare nella sua vita: quella di contribuire a riaffermare il Regno di Dio sulla Terra.

Coraggio, miei cuori all'ascolto, ora vi confermo il mandato perché ho potuto vedervi all'opera come “uomini e donne di buona volontà”. La Pace sia in voi e la serenità di procedere guidati da Me, farà sì che si abbatteranno barriere e baluardi di pregiudizi, anche all'interno della Mia Chiesa, che ormai non hanno più ragione di esistere. La diffidenza ad oltranza, miei cari, è anch'essa un peccato di omissione. Mentre Io voglio che tutto fiorisca e da voi nasca un germoglio che diventi fiore e poi pianta che duri nel tempo.

Vi ho mandati nel mondo, laggiù in Terrasanta, a scuotere delle coscienze e a irrorare la terra di rugiada della preghiera feconda e sincera ed ora si cominciano a vedere anche dei frutti... Ma la vostra missione non è finita: ora vi manderò tra la gente di casa vostra e di altre contrade dell'Italia, patria eletta dei miei due amati apostoli Pietro e Paolo, e credete che Io voglia vederla appassire e morire a se stessa e a Dio, così senza far niente?

Guardate al Papa e all'esempio che dà, pur nella difficoltà di una salute seriamente compromessa; ma con la forza che gli viene da Me e dallo Spirito Santo, che opera in lui costantemente, egli ancora si prodiga ovunque Io gli chieda di farlo.

E allora coraggio, miei cari soldati del Cristo Risorto, lanciate il messaggio, offrite la Mia parola in ogni ambito, non lesinate neppure gli ambienti più ostici, perchè saranno i primi a cadere in ginocchio... dinnanzi al Signore Dio vostro.

Io sono venuto a portare la Pace, la Vera Pace, ma prima occorre predisporre le cose, o se volete preparare il terreno, perché Io possa operare nelle coscienze quella salutare apertura che aiuterà poi a far penetrare l'Amore Mio e del Padre. Attraverso l'opera incessante dello Spirito Santo Io vi dico che questo avverrà, così come è avvenuto per ognuno di voi.

Pace sia in voi e in Terra agli uomini di buona volontà! Vi benedico nel nome della SS. Trinità, amen, amen, amen. Io sono il vostro Gesù!

Sostate dinnanzi al Mio Tabernacolo

2/7/2004

Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore del mondo.

O sì, cuore mio innamorato dello Sposo divino, ora lo sento che corrispondi al Mio Amore infinito e ti vengo incontro anche quando chiedi le Grazie di misericordia per gli altri: No, cara, non porre limiti alla misericordia e alla potenza di Dio: tu puoi chiedere tutte le volte con fiducia, con serenità e con la certezza che ogni richiesta verrà raccolta e, ove possibile, esaudita.

Io vengo invece per completare il libro delle meraviglie dell'Amore divino, che sempre coglie l'uomo di sorpresa e gli genera lo stupore del bambino... così egli si apre e non si esalta e loda e ringrazia e ama il suo Redentore e Signore.

O sì, cari, questo Io vi vado insegnando: in sostanza a divenire come bimbi innocenti, ancora in grado di provare emozioni e stupore di fronte alle cose del Cielo. E tutto ciò non toglie nulla alla vostra intelligenza e al vostro raziocinio, bensì aggiunge, congiunge, vi illumina da dentro e vi porta a superare quelle barriere che ancor frapponete... per il timore di amarmi.

Oh, creature, Io vi conosco uno per uno, Io vi amo individualmente, Io vi penetro dentro al cuore adattando la Mia energia d'Amore alla vostra sensibilità interiore. E mi sovrappongo anche a quei cuori induriti, che non mi permettono di entrare, se appena mostrano un accenno di apertura all'ascolto; così li calmo e li plasmo e, piano piano, li rendo predisposti ad accogliermi. Col tempo poi si renderanno più aperti e fiduciosi e così potrò completare la Mia opera in essi.

E sì, ogni conquista è un capolavoro d'artista dello Spirito sulla vostra spirituale natura, che poi condiziona beneficamente anche il corpo fisico.

Ora mi avvedo che il tempo di evoluzione delle vostre anime ha avuto un altro passaggio, che presto verrà anche da voi registrato: o sì, cuori miei, gioirete con Me per la novità, per la condizione di innamorati del Cristo Risorto!

Vi aspetto uno ad uno dinnanzi al Mio Tabernacolo, in ogni chiesa ve n'è uno, e anche se siete in vacanza potrete farlo di venire a Me, a confidarmi tutto di voi: i vostri problemi, i vostri pensieri, a parlarmi dei vostri protetti e anche se avete dell'altro da dirmi, vi ascolterò. Non mancate di coltivare lungo questo tempo propizio dell'estate la vostra fede che, come tenera pianta, Io vado irrorando e irrobustendo. O sì, siate fedeli, siate sinceramente disposti a “perder” o meglio a passare del tempo davanti al Mio Corpo Eucaristico. Sappiate che Io sono lì in piena interezza e divina presenza. Così sia per sempre!

Vi esorto anche a pregare per i potenti e i più refrattari all'Amore di Dio, chiedendo perdono per loro, voi farete in modo che nel corso del tempo, anch'essi possano capitolare dinnanzi alla Mia manifestazione d'Amore.

Pace sia in voi, mie creature, Io vi dono la Pace, la Mia Pace, per sempre! Accoglietela e ringraziate il vostro Signore e maestro di vita.

Vi benedico nel nome della SS. Trinità, amen, amen, amen.

Io sono il vostro Gesù!


(torna a PUBBLICAZIONI)

 

 
A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it