home le preghiere i messaggi meditazioni le attivitą la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 
“COL TUO SANGUE , SIGNORE, CI HAI SALVATI…”

 

 

Veglia di Adorazione Eucaristica

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Sia lodato e ringraziato in ogni momento, Gesù nel SS. e Divinissimo Sacramento – Gloria al Padre….. (3 volte) – canto di adorazione

Lettore: “Cristo, con il proprio sangue, entrò una volta per sempre nel santuario, procurandoci così una redenzione eterna. Infatti, se il sangue dei capri e dei vitelli e la cenere di una giovenca, sparsi su quelli che sono contaminati, li santificano, purificandoli nella carne, quanto più il sangue di Cristo, che con lo Spirito eterno offrì se stesso senza macchia a Dio, purificherà la nostra coscienza dalle opere morte, per servire il Dio vivente. (Ebrei 9,12-14) silenzio

Tutti: Signore Gesù, entrando nel mondo Ti sei offerto al Padre per santificarci con la Tua mediazione. Dando il Tuo Sangue hai procurato la redenzione a noi, schiavi del maligno, e ora ci fai stare con Te alla presenza del Padre. A Te che ci ami e ci liberi col Tuo Sangue spetta la gloria e la potenza di eternità in eternità.
Breve pausa
Tutti: “La salvezza appartiene al nostro Dio seduto sul trono e all’Agnello. Amen! Lode, gloria, sapienza, azione di grazie, onore, potenza e forza al nostro Dio nei secoli dei secoli. Amen.” (Ap. 7,9-12) canto

Lettore: Preghiamo lo Spirito Santo perché renda i nostri cuori desiderosi di incontrare il Signore e guidi la nostra preghiera di lode e di adorazione.

Tutti: (a cori alterni)
Vieni Spirito Santo, manda a noi dal cielo un raggio della Tua Luce
Vieni, Padre dei poveri, vieni, datore dei doni, vieni Luce dei cuori.
Consolatore perfetto: ospite dolce dell’anima, dolcissimo sollievo
nella fatica, riposo, nella calura, riparo, nel pianto, conforto.
O Luce beatissima, invadi nell’intimo il cuore dei Tuoi fedeli.
Senza la Tua forza, nulla è nell’uomo, nulla senza colpa.
Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina.
piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido, drizza ciò che è sviato.
Dona ai Tuoi fedeli, che solo in Te confidano, i tuoi santi doni.
Dona virtù e premio, dona morte santa, dona gioia eterna. Amen.
Gloria al Padre… (3 v.)
Tutti: O Dio, che con il dono dello Spirito Santo guidi i credenti alla piena luce della verità, donaci di gustare nel tuo Spirito la vera sapienza e di godere sempre del suo conforto, Per Cristo nostro Signore. Amen. (musica Spirito Santo)
Lettore: L’immolazione di Gesù non è separabile da quella della Sua divina Madre. Come le loro due Volontà ne formavano una sola, così essi offrirono insieme il medesimo olocausto: Gesù con il Sangue del corpo, Maria con il Sangue del cuore. Strettamente associata alla immolazione del Figlio, la Vergine è resa partecipe della fecondità della Redenzione, divenendo la nostra madre, come Gesù l’ha proclamata dalla Croce. Non dimentichiamolo mai: Maria è divenuta nostra Madre sul Calvario! E’ una Madre che ha sofferto per i nostri peccati e ancora continua a soffrire nei Suoi figli.

Tutti: Ave, Maria, dolce Madre, Tu ci hai donato con dolore e tanto amore il Tuo Figlio Gesù, mentre pendeva dalla croce. Noi, deboli creature ci ancoriamo a Te per essere degni figli di questo grande amore e dolore.
A Te offriamo il nostro cuore. Degnati di purificarlo da ogni peccato e riempilo della Tua umiltà e della Tua purezza. Trasformalo in un Tabernacolo puro, dove Gesù, entrando, trovi tutto il grato profumo delle Tue virtù.
Con Te desideriamo adorare il Corpo e il Sangue di Gesù, amare e venerare il Suo Sacratissimo Cuore e ringraziarlo per il grande dono della Santa Eucaristia. (canto)

Lettore: quanto bisogno della Misericordia di Dio ha il mondo di oggi! In tutti i continenti, dal profondo della sofferenza umana, sembra alzarsi l’invocazione della misericordia. Dove dominano l’odio e la sete di vendetta, dove la guerra porta il dolore e la morte degli innocenti, occorre la grazia della misericordia a placare le menti e i cuori e a far scaturire la pace. Dove viene meno il rispetto per la vita e la dignità dell’uomo, occorre l’amore misericordioso di Dio, alla cui luce si manifesta l’inesprimibile valore di ogni essere umano. Occorre la misericordia per far sì che ogni ingiustizia nel mondo trovi il suo termine nello splendore della verità.
Rinnoviamo la Consacrazione del mondo alla Divina Misericordia pronunciata a Cracovia il 17 agosto 2002 da Giovanni Paolo II:

Tutti: Dio, Padre misericordioso, che hai rivelato il Tuo amore nel Figlio Tuo Gesù Cristo, e l’hai riversato su di noi nello Spirito Santo, Consolatore, ti affidiamo oggi i destini del mondo e di ogni uomo. Chinati su di noi peccatori, risana la nostra debolezza, sconfiggi il male, fa che tutti gli abitanti della terra sperimentino la Tua misericordia, affinché in Te, Dio Uno e Trino, trovino sempre la fonte della speranza. Eterno Padre, per la dolorosa Passione e la Resurrezione del Tuo Figlio, abbi misericordia di noi e del e del mondo intero! Amen. (canto)

Lettore: Rimaniamo in silenzio davanti a Gesù Eucaristia. Spazziamo via ogni pensiero che non sia per Gesù. Apriamo lo scrigno del nostro cuore, fissiamo lo sguardo a Gesù Eucaristia, amiamolo con tutto noi stessi e stiamo in ascolto per quanto vuole comunicarci nella Sua semplicità, poiché Dio parla ai cuori umili e semplici. (ci inginocchiamo)

Sia lodato e ringraziato ogni momento, Gesù nel SS. e Divinissimo Sacramento. Gloria al Padre...
Canto: Corpo di Gesù, offerto a noi (4 v.) Cuore di Gesù, donato a noi…. (4 v.) Sangue di Gesù, sparso per noi (4v.) Spirito di Gesù , effuso in noi ….(4v.)

Lettore: O Dio dell’Eucaristia, che vuoi essere amato da noi con tutta la mente, con tutto il cuore e con tutta l’anima, poiché noi miseri non abbiamo la forza di amarti così perfettamente, infondi in noi, Te ne supplichiamo, il Tuo Spirito che è Amore e parla ai nostri cuori! (pausa)

Tutti: Tu ci vuoi piccoli, cioè umili, docili come bambini. Con questi atteggiamenti, davanti a Te, noi ci prostriamo e Ti adoriamo, Riempici della Tua Luce, della Tua Pace, Vieni Signore Gesù, vieni Signore Gesù. Tu sei il Re dei nostri cuori, Tu sei il Signore, donaci la Tua Luce, donaci la Tua Pace. canto

Dagli scritti della Beata Madre Maria Maddalena dell’Incarnazione:

Mio Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, abbi pietà di me, poiché mi riconosco veramente indegna di comparire davanti a Te per i molti peccati che ho commesso e ancor più di avvicinarmi a questo santo luogo. (pausa)

Mio Dio, non respingermi dalla presenza del Tuo divin Figlio che, non contento di esser morto allora su un duro legno di croce, si sacrifica ancor oggi continuamente sopra gli altari per me, benché vile e umile creatura e peccatrice. (pausa)

Sono veramente pentita di averti offeso, essendo Tu infinitamente buono e amabile e perché il peccato Ti addolora. Ti amo con tutto il cuore e sopra tutte le cose; detesto per amor Tuo tutti i peccati da me commessi fino ad ora e propongo fermamente di morire prima di offenderti ancora e di fuggire tutte le occasioni, tutte le cose e tutte le persone che potrebbero condurmi al peccato. (pausa)

Perdonami, mio Signore; purifica l’anima mia con l’infusione della Tua Grazia e rendila tale ai Tuoi purissimi occhi, affinché l’ora di adorazione che sto facendo sia a Te accetta e gradita. (pausa)

Frattanto umilmente prostrata alla Tua divina Presenza e col vivo sentimento di rispetto dovuto alla Tua Maestà infinità, Ti adoro sotto le specie eucaristiche, nelle quali Ti sei nascosto per mio amore, per unirti intimamente all’anima mia e star con noi fino alla consumazione dei secoli. (canto)

Lettore: meditiamo con Gesù … O sì, cari, Io vi conosco uno per uno e non bado certo se voi siete o no a posto, Io vedo che avete bisogno di Me e, senza giudicarvi, vi aiuto a rialzarvi dalle cadute. Cercate con tutto voi stessi di andare oltre e di guardare il mondo e ogni avvenimento con i Miei occhi e il cuore pieno di Misericordia. Se metterete in pratica questo precetto, Io vi assicuro che avrete compiuto il più grande e importante passaggio: dal cuore contrito al cuore in relazione con Me. E, se pure non ci riuscite, consolatevi con la dolce carezza della Madre Celeste, che non manca mai di soccorrervi quando siete in difficoltà. Vi dono la Mia Pace, la Mia Pace sia in voi e in voi rimanga sempre! silenzio


Tutti: Gesù, Pane vivo disceso dal cielo, quanto è grande la Tua bontà. Fa che nei pericoli, nelle ansie e nelle necessità, veniamo a cercare conforto solo ai Tuoi piedi. Noi ti invochiamo, ti supplichiamo, ti chiediamo: vieni per sempre a stare con noi. Tu sei il bene supremo, Tu sei la luce del mondo. Tu sei per noi la speranza., Tu sei la liberazione dai nostri tormenti, Tu sei la Pace e la gioia dei nostri cuori. canto

Lettore: ed ora rimaniamo in adorazione silenziosa, in atteggiamento di amore davanti a Gesù presente nel Santissimo Sacramento. Ascoltiamo ciò che Lui stesso ci dice attraverso le meditazioni del libretto “LA MISTICA GOCCIA” e conversiamo con Lui. (15 minuti) canto

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 10,1-9)
In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi. Diceva loro: La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!
Andate! Ecco, vi mando come agnelli in mezzo ai lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada. In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!” Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all’altra. Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate di quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano e dite loro: “E’ vicino il regno di Dio”.

Lettore: L’amore di Dio per noi non dipende da quanto siamo bravi. Egli ci ama così come siamo e fa di noi gli oggetti privilegiati della Sua Misericordia.

Meditiamo con Gesù…. (l’offerta di ogni giorno al Signore- pag. 71 dal libro “E li mandò a due a due”)

Vorrei tanto che mi offriste la mente e lasciaste che fossi Io a guidarla…
E così, anziché pensare a cose che non sono importanti, voi l’apriste a considerare quanto Amore vi è stato donato.
Ed ora proseguiamo nel nostro obiettivo di porgere esempi illuminanti a voi e a tutti i Miei fedeli cristiani, affinché possiate compiere la missione di rievangelizzare la Terra. A tutti i chiedo di porsi queste domande:

Posso io posso fare qualcosa di più per Te o Signore?
• Come posso fare per rendere onore e grazie al Mio Signore?
• Cos’altro vuoi dirmi Signore che io intenda? E infine:
Donami Signore la grazia dell’illuminazione durante il cammino di questo giorno al Tuo servizio, Signore!

E vedrete aprirsi i Cieli e oserete quel che prima non osavate e offrite tutto voi stessi alla Mia Causa: è questa l’offerta quotidiana che Io gradisco.
E perché non sia lesa la vostra libertà, Io aspetto ogni giorno che offriate voi stessi al servizio divino. (pausa )
Ecco, vedete miei cari com’è semplice? E come Io rispetto la vostra libera scelta? Attendere alle vostre faccende con l’apertura del Cielo e con la Speranza che io mi rivolga a voi per servire il Signore Dio vostro, è quanto di più bello e appagante vi sia a colorar la giornata di grazia e di gioia profonda.
(pausa)
Orsù, apritemi il cuore e recitate con Me questa preghiera:

Io Ti offro, Signore, questo giorno, io non so ancora cosa Tu potrai fare per me, per mettermi al Tuo servizio, per mostrarmi la via, per impedire di seguire le mie idee soltanto, per ispirarmi… donandomi la capacità di comprendere come e cosa Tu faresti al mio posto. (pausa) O sì Signore, illumina questo mio giorno che ti offro per la gloria di Dio sulla Terra. Amen (pausa)
E questa offerta sarà raccolta e portata al cospetto del Padre, che si prodigherà ancor più nella “direzione” dei vostri cuori, che non saran più desolati o condotti all’insegna di un modo stanco di vivere senza luce e senza speranza, ma con la consapevolezza che anche voi state partecipando all’Avvento del Regno di Dio sulla Terra. (musica – canto)

Tutti potete partecipare a ripulire il mondo dai demoniaci attacchi. Basterà che ogni giorno voi scegliate un elemento negativo da combatter, e ve ne sono tanti, sapete? E pregaste per quel dato elemento, chiedendo al Padre di debellarlo; così farete anche la vostra parte di operatori ecologici. Ogni cosa – vi dico – può essere scelta da portare alla luce e ripulire il mondo.

La vostra mente al servizio divino! Ecco il risultato del donarmi la facoltà d’ispirarvi in ogni attimo, ad ogni respiro… e attingerete alle Mie acque della Sapienza, gusterete il cibo raffinato della Giustizia, saprete scegliere le Vie del Bene e loderete il Signore Dio vostro per l’eternità! (musica-canto)

Io vi mando a due a due perché rechiate la buona novella anche di un giardino dell’Eden mai scomparso, che oggi occorre far rinverdire e rifiorire, dopo avergli dato una bella ripulita. Quel giardino alberga in ogni anima e l’opera di aperture e ripulitura è vostra; Io non posso forzare, ma col vostro aiuto tanti si apriranno e sceglieranno di farlo.

E all’alba del giorno più bello verranno offrendo se stessi per la Mia causa e li prenderò per mano e li avvierò sulla strada maestra, con il volto proteso verso la luce dell’Amore infinito di Dio.

E sarem là tutti quanti a godere della vista di un popolo di Dio riscattato dal suo peccato che, ormai consapevole, ascolta compreso la Parola divina e poi ritorna al proprio lavoro col desiderio di viverla intensamente ogni attimo…
nel contatto con i fratelli, nel porgere la mano, nell’offrire se stessi, nel partecipare al dolore di altri, nell’accudire anziani e infermi….. (musica – canto)

Nell’operare in Mio nome tutto si trasforma in amore donato, tutto si apre e si feconda e s’irrora di luce di Spirito Santo… e il fiume d’amore diventa mare, e la Luce divina diventa aria pulita da respirare e la terra si rinvigorisce e germoglia rigogliosamente, e tutto riprende vita!
Ed anche il corpo malato, di cui oggi soffre la Terra, un giorno sarà risanato e purificato dal fuoco dello Spirito di Dio. Benedizioni e lodi scaturiranno dalle bocche di tutti; benedizioni saranno pronunciate anche dai più refrattari che, ormai rendenti, offriranno se stessi per aiutare gli eventi.

Vi benedico nel nome della SS. Trinità, e benedico anche quelli che non fan parte delle Mie schiere, perché è da esse che scaturirà quel fiume d’Amore che inonderà tutta la Terra. Io sono il Dio di Misericordia infinita che ha a cuore la vostra vita: accogliete l’offerta d’Amore e sarete salvi tra le Mie braccia! Amen, amen, amen. Io sono il vostro Gesù! (musica) Canto: E’ giunta l’ora

Tutti: Signore, Gesù Cristo,
Ti offro le mie mani perché Tu possa lavorare,
Ti offro i miei piedi perché Tu possa camminare,
Ti offro i miei occhi perché Tu possa guardare,
Ti offro la mia lingua perché Tu possa parlare,
Ti offro i miei pensieri perché Tu possa pensare,
Ti offro il mio spirito perché Tu possa pregare in me.
E soprattutto ti offro il mio cuore perché anche in me
Tu possa amare il Padre e tutta l’umanità.
Ti offro tutto/a me stesso/a affinché Tu cresca in me,
affinché Tu viva e preghi in me. Amen

ROSARIO EUCARISTICO
- Intenzioni di preghiera
O Dio, vieni a salvarci. Signore, vieni presto in nostro aiuto. Gloria al Padre……

Contempliamo, con gli occhi di Maria, l’Eucaristia, Mistero della nuova ed eterna Alleanza.
Ora, mentre essi mangiavano, Gesù prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: “Prendete e mangiate; questo è il mio corpo”. Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie, lo diede loro, dicendo: “Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue dell’alleanza, versato per molti, in remissione dei peccati. Io vi dico che da ora non berrò più di questo frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo con voi nel regno del Padre mio”.
(Mt. 26, 26-29)

Maria, la ragazza di Nazaret, membro del popolo d’Israele conosceva l’Alleanza e la promessa fatta ad Abramo: una terra, la discendenza e la salvezza a tutte le genti; Maria riconosce nel Figlio morto e risorto la Nuova Alleanza: una terra, il paradiso; una discendenza, la chiesa; e la salvezza che si realizza realmente per tutti i popoli, per ogni uomo.

Padre nostro; 10 Ave Maria; Gloria al Padre; O Gesù mio; Sia lodato….
Contempliamo, con gli occhi di Maria, l’Eucaristia, Sacrificio Nuovo e Eterno.
Entrando nel mondo, Cristo dice: Tu non hai voluto né sacrificio né offerta, un corpo invece mi hai preparato. Non hai gradito né olocausti né sacrifici per il peccato. Allora ho detto: Ecco, io vengo - poiché di Me sta scritto nel rotolo del libro - per fare, o Dio, la Tua volontà. Dopo aver detto prima non hai voluto e non hai gradito né sacrifici né offerte, né olocausti né sacrifici per il peccato, cose tutte che vengono offerte secondo la legge, soggiunge: Ecco, io vengo a fare la Tua volontà. Con ciò Egli stesso abolisce il primo sacrificio per stabilirne uno nuovo. Ed è appunto per quella volontà che noi siamo stati santificati, per mezzo dell’offerta del Corpo di Gesù Cristo, fatta una volta per sempre. (Eb. 10, 5-10)

Gli antichi sacrifici erano immolazioni di animali, il Nuovo sacrificio è offerta di Sé… Maria vede il Figlio morire sulla croce, partecipa, lo offre al Padre e si unisce in questo Nuovo ed Eterno sacrificio di Amore.

Contempliamo, con gli occhi di Maria, l’Eucaristia, Pane di Vita.
Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo”. Allora i Giudei si misero a discutere tra di loro: “Come può costui darci la sua carne da mangiare?”. Gesù disse: “In verità, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avrete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. (Gv. 6, 51-58)

Maria, che come madre da la vita al Figlio e che tante volte lo ha visto perdonare, guarire, dare amore e tenerezza è la madre della vita. Ci faccia scoprire che solo in Gesù abbiamo la vera Vita.

Contempliamo, con gli occhi di Maria, l’Eucaristia, Presenza continua e cibo della Missione.
Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”.
(Mt. 28, 19-20)

Cristo è sempre presente, la Madre lo sente e lo vive; questa presenza diventa non solo consolazione ma sprone, invito ad andare, annunciare, edificare la chiesa, occuparsi con tenerezza di ogni uomo e donna, nostro fratello e sorella in Cristo.
Salve Regina – per il Papa – Litanie – canto

PREGHIERA PER L’ITALIA
O Signore Dio Nostro, fa’ che l’Italia porti l’esempio di una nazione che si è risollevata dal suo sprofondare nella melma del dubbio.
Fa’ che il Cielo arrivi a toccare anche gli animi dei più refrattari, fa’ che tutto unisca e non più ci divida.
O Signore Dio Nostro, noi vogliam costruire con Te un nuovo modo di vivere,
meno accentrato sull’avere e molto più proteso verso l’essere tuoi figli. Fa’, o Signore, che seguiamo l’esempio di santi e martiri e che lo Spirito Tuo ci illumini. Noi ti lodiamo e ti ringraziamo perché sappiamo Gesù che ti ci ascolti e hai già fatto Tua la nostra preghiera. Amen.

PREGHIERA PER LE FAMIGLIE
O Santa Famiglia di Nazareth, vieni a donare a tutte le famiglie d’Italia e del mondo il tuo esempio di fedeltà e di amore. Vieni a ricucire gli strappi, a riparar le ferite, a congiunger le parti. Vieni, o Sacra Famiglia, a proteggere tutte le nostre famiglie dai demoniaci attacchi. E, con l’amore che ci avete mostrato,
a ridare la gioia di sentirci uniti e di contemplare in Voi, noi stessi.
O Sacra Famiglia, aiuta tutte le famiglie d’Italia e del mondo a onorare il Padre, la Madre e il Figlio, come voi ci avete insegnato. Amen.

Dio sia benedetto… (libretto giallo n. 137)

Tutti: Onnipotente, santissimo, altissimo e sommo Iddio, ogni bene, sommo bene, tutto il bene, che solo sei buono, fa che noi ti rendiamo ogni lode, ogni gloria, ogni grazia, ogni onore, ogni benedizione. Amen.

Lettore: Il Signore ci benedica e ci custodisca, mostri a noi il Suo volto e abbia misericordia di noi. Rivolga verso di noi il Suo sguardo e ci dia pace. Il Signore ci benedica nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

CANTO FINALE....

 

 

 

(torna a "PREGHIERE")
 
 
 
A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it