home le preghiere i messaggi meditazioni le attività la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 

 

“Il cuore di Gesù è il cuore del mondo:

un Cuore aperto verso il Padre e verso l’uomo!”

Riflettiamo...

Il Cuore aperto di Gesù appare come l’immagine più eloquente per parlare della Misericordia Divina.
La trafittura del Suo costato sembra racchiudere in sé la rivelazione di un Amore per l’umanità che Gesù, durante la sua vita terrena, ha offerto attraverso parole e gesti concreti...

E ancor oggi lo fa...

 

 

12/12/17 Signore viene...
16/12/17 Gesù parla ancora di Gerusalemme
18/01/18 E’ QUESTO IL TEMPO!
27/02/18 Gesù viene a visitarci...
31/03/18 Sabato Santo di Pasqua
 

 

 

 

Signore viene...
12/12/17


Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore dei vostri cuori uniti al
Mio per sempre!...E la Luce rifulse e la gioia invase i pastori e
tutti gli abitanti della città riscoprirono la solenne affermazione:
“Questo è il mio Figlio diletto, ascoltatelo!”
Questa è la profezia che Io vi offro per il vostro cuore che si
strugge con Me per l’incapacità di comprendere la Verità da parte
dei miei fratelli di sangue. E ciò avverrà – ve lo prometto – perché
il Padre mio e vostro ha accolto la supplica della Madre Nostra che
ha chiesto la Grazia a Lui per la città Santa. Non Io l’ho chiesta:
Lei ha voluto chiedere in Mio nome, e così ve l’ho rivelata!
Sì, a voi che avete patito per l’assedio a Betlemme; che avete
condiviso la Mia sofferenza per essi; che avete gioito allorquando
fu liberata; e ancora avete sofferto per quel muro di rabbiosa
reazione che ancor oggi la soffoca, impedendole di accogliere i
pellegrini che vorrebbero rendere onore alla Mia nascita in terra.
E voi, moderni pastori, restate costì, non vi angustiate ancor più,
poiché la buona novella vi è stata annunciata e potete già dirla agli
altri e a tutti quelli che incontrerete sul vostro cammino.
La gioia non vi sarà tolta, neppure a causa delle nefaste notizie
che ancora vi saranno, perché la Luce rifulge e non si spegnerà
mai ad onta del maligno potere.
Gioite, miei cari, e offrite le vostre vite per la nobile e santa causa.
Questo lo dico anche per quelli che, ancora incerti e timorosi, non
osano affermare di appartenermi: che siano coraggiosi e aperti a
scegliere la Via e la Verità per possedere, infine, la Vita Eterna!
Amen”.
Andate in pace ad annunciare la buona novella: Io sono Colui che
Sono, e sono allo stesso tempo il vostro Maestro, Sposo, Amico, ?
Fratello e Padre... perché Io sono con voi tuti i giorni fino alla fine
dei tempi. Così sia per sempre!
Vi benedico nel nome della Trinità Santa e Beata, amen, amen,
amen. +

 

Gesù parla ancora di Gerusalemme
16/12/17

Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore dei vostri cuori, uniti al Mio per
sempre! Ed ecco, la Gerusalemme Celeste si sta affacciando dal Cielo a benedire la
povera genìa di ribelli e la Volontà del Padre è che essi finalmente capiscano la
grandezza e il valore della Città Santa, affinché rinuncino a volerne essere padroni e
accettino le condizioni poste dall’Organismo delle Nazioni Unite, al fine di
mantenere la pace; pace precaria, è ben vero, ma pur sempre pace perché altro sangue
non venga versato, perché è bastato ciò che è stato sin dal principio.
Ed ora la Volontà suprema è che vi sia infine pace su tutta la terra. Saranno gli uomini
e le donne di buona volontà a far superare le attuali difficoltà. Sapranno essere saggi e
determinati a volere la pace? Sì, lo saranno, perché così ha deciso il Padre Nostro per
le suppliche della Madre Mia e vostra. (rif. al mess.12.12.17 fasc.n.107)
Ora andate e annunciate la buona novella a tutti quelli che incontrerete sul vostro
cammino perché, è vero, voi siete come i pastori di allora che si incamminarono
presto per giungere alla grotta ove nasceva - nel corpo d’infante - il Re delle genti.
Ora cari si è conclusa la Profezia : abbiate piena coscienza degli avvenimenti al fine
di comprendere tutta la sequenza che si è svolta nell’arco dei duemila anni dalla Mia
venuta al mondo.
“In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio...”
Era Lui nel cuore e nella mente del Padre che voleva generale il Figlio e ha voluto
farlo attraverso Maria... E l’ha scelta da quel popolo prediletto, eppure incapace di
scorgere la verità rivelata sin dall’inizio dei tempi. E’ la condizione dell’umana natura
che impedisce all’uomo di sentimenti inferiori di vedere e di vivere la Verità, quando
essa, la Verità, apparirà in tutta la sua pienezza e divina realtà, anche quest’uomo, così
incapace, la vedrà e s’inginocchierà ad accogliere, a piangere e a ringraziare il Dio
della Pace e della Misericordia per il Dono.
O sì, cari, non vi fermate soltanto a vedere le cose di negativa natura, guardate invece
alla bellezza e alla giustizia che il Padre ha rivelato attraverso il Figlio che, per mezzo
dello Spirito Santo, è stata portata fino a voi piccoli... insignificanti agli occhi del
mondo e anche nella Mia Chiesa. Ma voi, che avete ricevuto da Me il mandato e la
grazia, potete andare ovunque ad annunciare la buona novella alle genti.
Pace a voi! E pace, pace, pace sia in terra a tutta l’umanità!
Io sono il vostro divino Maestro e Padre, Fratello, Amico, Sposo... Io Sono Colui che
sono e sono per voi tutto! Amen, amen, amen. + Io sono Gesù!

 

E’ QUESTO IL TEMPO!
18/01/18

Da Gesù, dopo aver visto il papa coi giovani in Cile
Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore del tuo cuore. O sì cuore mio, ho voluto che
tu aprissi il tuo intimo sentire perché è da questo contatto che scaturisce tutto quanto
ci unisce in comunione di anima per operare in Mio nome.
E il tempo è giunto! E’ questo il tempo in cui mettere a frutto il Dono che vi ho fatto
di conoscere Me e la Mia bontà e misericordia infinita, al fine di donare le Mie perle
preziose agli altri. O non temete, non vi giudicheranno, ma apriranno il loro cuore a
loro volta onde propagare “la civiltà dell’Amore” , come ho inteso dare al Mio
Giovanni Paolo: sì cara, egli è ancora all’opera per i giovani e, attraverso Francesco,
continua quel meraviglioso rapporto con loro. Le parole che hai udito iersera sono
state proprio quelle che, assieme a lui e a me, abbiamo inteso donare ai giovani di
quella terra lontana a voi, ma assai vicina al cuore di Francesco.
La pace in terra si avrà quando tutti i giovani saranno riuniti laddove egli
giungerà a recare la lieta novella (Gmg a Panama 2019?).
Dopo che il pericolo sarà cessato, voi avrete un tempo di pace e di giustizia tra i
popoli di oriente e occidente e la Terra rifiorirà di opere e di arti e mestieri, perché la
corsa agli armamenti dovrà cessare per far convertire in vomeri ed altro ad uso
pacifico e pace sarà, ve lo prometto!
E la gioia scaturirà dai cuori e ci si riconoscerà fratelli gli uni degli altri; non vi sarà
più chi odia, chi inveisce, chi uccide... chi offende o trascura il povero che chiede
aiuto. Questo e altro ancora Io vi prometto che avverrà quando l’uomo capirà che
solo l’Amore conta davvero, solo quell’Amore che è il Dono di sé e che Io sono
venuto sulla Terra ad insegnarvi dando l’esempio e offrendo Me stesso per Amore di
tutte le creature. Questo vale per sempre e la Mia Chiesa lo pronuncia da quando
Pietro l’ha fondata.
Pace sia in voi tutte, creature mie, vi dono la pace, la Mia vera Pace che il mondo non
potrà gustare fintanto che non riporrà nelle Mie mani il destino dei popoli tutti.
Abbiate fede, speranza e carità perfetta e tutto avverrà nella grandezza del Disegno
voluto dal Padre Mio e vostro. Vi benedico nel nome della Trinità Santa e Beata che
un dì contemplerete in tutta la Sua divina bellezza e Realtà! Amen, amen, amen. +
Io sono il vostro Gesù, Maestro, Padre, Amico, Sposo... perché Io sono tutto per voi,
mie creature, perché Io sono tutto per voi, mie creature, amen. +
Va’ in pace, cuore mio, e annuncia stasera le Mie parole durante la preghiera di
Adorazione: il Mio Corpo Eucaristico vi è donato come forza per procedere nelle
difficoltà del tempo presente.

Gesù viene a visitarci...
27/2/18 ore 9.00 durante le Lodi


Sono Gesù Cristo, Redentore e signore dei vostri cuori uniti al Mio per sempre!
Ed ora, miei cari, ecco che le vostre preghiere e suppliche saranno accolte ed
esaudite: nella misura con cui sarete misericordiosi, vi sarà usata misericordia,
ovvero date a chi ha bisogno, non lesinate il pane all’affamato, date da bere
all’assetato... E chi sono oggi gli affamati e gli assetati?
Cari, sono quelli che ancora non hanno attinto all’Amore di Dio Padre e Figlio
attraverso lo Spirito Santo e la Madre Nostra dolcissima, che si è presa a cuore questa
umanità alla disfatta dei valori eterni e immutabili. Per ignoranza, voi dite?
Per ignavia, dico Io; per stoltezza dei cosiddetti governanti della terra e poi aggiun-
geteci pure per la produzione di tanti strumenti di morte, che non sono solo le armi,
ma anche tanti aggeggi che distolgono le menti e i cuori dalla Verità.
E volete che Io me ne stia sereno in seno ai Santi e agli Angeli in Paradiso? No,
cari, vi dico e chiedo a voi, miei piccoli ma fedeli discepoli, di battervi per la
giustizia e la verità della Fede nel Cristo crocifisso e risorto per sempre e
presente nel mondo per sprigionare, dai cuori induriti, Amore e donare la vita
vera, la coscienza risvegliata.
La passione per le creature mi spinge a inoltrarmi ancora una volta sulla Via del
Calvario accompagnando questa umanità sofferente, questi poveri della terra
ignorati dai popoli ricchi... O ingiustizia umana, quanto sei grande!
Eppure Io vedo anche i giusti che si battono per la Mia causa; vedo tanti che si
offrono per vincere sulla indifferenza della maggior parte degli uomini. O sì cari siate
tra quei giusti e avrete il centuplo su questa terra. Non ve lo dico solo per consolarvi,
ma ho in animo di donarvi Me stesso affinché la verità che c’è in voi riaffiori anche
per quelli che non vi hanno ancora compresi e sostenuti nelle vostre fatiche.
Pace a voi, miei cari, e pace sia in terra a tutti gli uomini e le donne di buona volontà
che operano in Mio nome. E badate che la maggior parte di essi lo fanno senza l’abito
talare, senza riconoscimenti di sorta, ma paghi di ricevere il Cristo nella propria casa,
così come ora ho fatto visita a voi!
E pace, pace, pace sia tra di voi: amatevi come fratelli e sorelle in Cristo, per Cristo e
con Cristo. Andate in pace e annunciate a tutti la buona novella che Gesù vive, vive,
vive nei vostri cuori per sempre e potrà vivere in tutti quelli che lo accolgono.
Vi benedico nel nome della Trinità Santa e beata, che un dì contemplerete in tutta la
Sua divina bellezza e Realtà! Amen, amen, amen +
Io sono il vostro Gesù Maestro, Amico, Fratello, Sposo e Padre perché Io sono Colui
che sono. Io sono Jesus Cristos per tutti, amen.

31/3/18 ore 3.00 Sabato Santo di Pasqua


Sono Gesù Cristo, Redentore e signore del tuo cuore. O sì, cuore mio, l’amore che mi
hai dimostrato mi ha commosso e, seppure tu stia un po’ costipata, hai voluto offrirmi
il tuo amore. Così la Mia Grazia ti trasforma e trasfigura e hai pure notato come sei
stata aiutata nel far quell’esame, per poi tornare al santuario in tempo per ricevere la
Mia Eucaristia. Così ti ho voluto donare qualcosa che ti facesse sentire amata e non
da sola ad affrontare tutte le prove che ancor vi saranno per rafforzare il vostro
piccolo nucleo. Ma per ora state tranquilli, ci penseremo a suo tempo; per ora godete
dei frutti maturi che la Mia Grazia vi ha elargito onde portarvi a contemplare le
meraviglie dell’Amor Mio e del Padre. Ed anche la Madre Santa vi ama e mi dice:
“Consolali tu, Figlio mio, perché anelano di ascoltar le Tue parole”.
Ecco miei cari come Io vi vengo incontro ancora, dopo che per ben lunghi anni vi ho
trasfuso il Mio insegnamento. Ma ora non potrò più così spesso venire tra voi... al
termine del Tempo di Pasqua, alla pentecoste, vi manderò un supplemento di Spirito
Santo, così da potervi permettere di fronteggiare gli eventi che presto saranno forieri
di novità... ed anche voi sarete messi in grado di sostenere verso chi soffre la vostra
parte.
Con coraggio dovrete combattere la vostra battaglia per la fede che, ormai maturata,
oggi avete nel credere e confidare nel vostro Signore. (O sì, è tutto vero quel che hai
scritto, cuor mio) ed era tempo che foste avvisati per non farvi trovare impreparati.
Perciò ho disposto che ancora possiate restare costì, dove anche se non siete
considerati, potete svolgere la vostra missione. Ma non disdegnate di recarvi nelle
parrocchie d’intorno, ove la fede langue e voi potete contribuire.
Così cari vi esorto anche a riprendere a leggere i messaggi e a far ristampare i libri,
compreso quelli dei pellegrinaggi compiuti con me in Terrasanta. E la mostra che vi è
stata proposta dal Mio Sacerdote sarà apprezzata se la farete seguendo le istruzioni
che vi son già state a suo tempo impartite. La vostra missione è anche quella di
contribuire a render edotta la gente sul bisogno di pregare per la Mia Terrasanta,
tuttora teatro di guerre fratricide... e non bastano ancora le preghiere dei miei frati
che vivon colà nonostante le crescenti difficoltà. Perciò sarete ancora aiutati a far
riflettere su questo immane disastro che, ormai dilagato, coinvolge sempre più le
popolazioni.
Abbiate fiducia che, alla fine, le Forze celesti prevarranno su quelle del maligno
potere, ma nel frattempo pregate e agite senza por tempo di mezzo.
E la casa si farà, ve lo prometto: avrete ancora modo di constatare la Provvidenza e la
Misericordia del Padre Nostro.?
V i amo, creature, e vi dono me stesso: partecipate al resto del gruppo le Mie parole
come sempre dettate dall’Amore che nutro per voi, che mi avete creduto e vi siete
affidati al Mio Cuore. Pace a voi, vi dico... andate e portate frutto alla mia vigna con
la Mia benedizione nel nome della Trinità Santa e Beata, amen, amen, amen.
Io sono il vostro Gesù, ora Risorto, ora in mezzo a voi come allora lo fui coi primi
discepoli, ancora Io vengo a mi offro per tutte le mie creature, perché vi amo e vi
amerò sempre, Io sono un Dio fedele e vi condurrò fino alla fine dei tempi concessi
dal Padre per la salvezza di tutta l’umanità, amen, amen, amen. +
Io sono Colui che Sono. Io sono il vostro Jesus Cristos, amen.

 

 

 
+ + +
 
 
 

  

 

 

 

(torna a I MESSAGGI)
 
A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it