home le preghiere i messaggi meditazioni le attività la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 

 

INDICE MESSAGGI ANNO 2002
 

 

MESSAGGI IMPORTANTI

Sugli emigranti  18/09/2002

MESSAGGI sulla Terrasanta di Gesù e Padre Pio .

Gesù si appella agli uomini di buona volontà  12/12/2002

IMPORTANTI MESSAGGI di Gesù e Padre Pio sul tempo presente:

Gesù si appella agli uomini di buona volontà ! 12/12/2002
Il Mio Papa è veramente il Santo dei Santi…  01/12/2002
Il Padre ha immesso in noi la scintilla divina  14/10/2002
Gesù rivela la nuova profezia  13/10/2002
Non siate timorosi di portare alla gente le mie Parole  9/10/2002
Ed io, che sono un umile servo, so quel che dico  5/10/2002
Io sono già tra voi  4/10/2002 
Gesù Giudice dei “Politicanti”  3/10/2002
Il Dio della misericordia è già intervenuto…  2/10/2002 
Per la testimonianza sulla Terra Santa  28/9/2002 
E l'uomo riconoscerà la scienza divina! 26/9/2002 
Offrite qualche ora in più di preghiera al Cielo  24/9/2002
San Pio da Pietrelcina  23/9/2002 
La maturità della fede e l'accoglienza della verità  22/9/2002
Sugli emigranti  18/9/2002 
SS. nome di Maria  12/9/2002
Anniversario dell'attacco terroristico a New York  11/9/2002
La verità si capirà solo dopo aver visto...  10/9/2002 
Natività di Maria Vergine  8/9/2002 
I veri colpevoli saran giudicati da me  5/9/2002  
Un grido di dolore dall'Africa  4/9/2002
Io sono un giudice di misericordia e perdono  3/9/2002
Esortazioni ad Israele per la pace  19/8/2002 
Venti di guerra  18/8/2002 
Una visione celestiale  17/8/2002
Il mondo crede ancora di poter fare a meno di Dio  16/8/2002
Festa dell'Assunzione di Maria Vergine  15/8/2002 
Sovvertimenti della natura  14/8/2002
E' il tempo del Giudizio Universale  13/8/2002
Un raggruppamento di forze  12/8/2002
A proposito di conflitti e guerre  12/7/2002
Verso la fase finale del disegno di Dio  12/7/2002
I potenti ancora non sentono il richiamo di Dio  3/7/2002   
Il parto dell'umanità  2/7/2002  

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente "TRE GIORNI DI BUIO".

Le prove serviranno a rafforzarvi in vista dei tre giorni di buio totale  14/8/2002
La mia Luce si offre a voi tramite il sole  10/2/2002

 

MESSAGGI sulla Terrasanta di Gesù e Padre Pio.

Sugli emigranti 18/09/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo

… Ed ora andiamo a toccare altre note dolenti che, in questo tempo di Giudizio finale, emergono e mi fanno pensare che l'uomo non voglia ancora intendere ragione.

Sì, mi riferisco al continuo cercare di scacciare chi, affamato e stanco dopo un lungo viaggio, approda in terra d'Italia e viene sì soccorso, ma poi respinto come un pacco indesiderato..

O anime, quanto dolore voi vi preparate a patire, perché per ognuno di questi poveri della Terra che avrete scacciato vi saranno molti di voi a dover soffrire.

O non capite che siete stati voi per primi ad andare verso lidi lontani in cerca di fortuna? Voi, popolo di emigranti, or che siete chiamati a soccorrere, ad aiutare, ad amare Me, attraverso di loro, voi respingete quei poveretti, giunti da voi dopo mille peripezie e con la speranza nel cuore di una vita migliore…

E voi, uccidete quella speranza; voi li trattate con disprezzo… e son creature, ree soltanto di aver riposto in voi la speranza.

O anime dei Miei cristiani, respingete piuttosto quel tipo di leggi di così bassa natura da farmi pensare ispirate soltanto dall'eterno nemico, sempre in agguato per compiere – tramite l'uomo stolto – le sue nefandezze.

O anime Mie, risollevate le sorti della vostra terra, baciata dagli apostoli Pietro e Paolo, e destinata da Me a essere luce nel mondo, sale della Terra e cuore di fulgidi astri, di santi, ingegni ed artisti.

O anime dei Miei cristiani, risollevate le sorti della vostra Italia, seguendo le parole illuminate del Mio Papa Santo. Voi avrete la pace nel cuore e la chiarezza di mente necessarie per combattere la buona battaglia all'insegna della giustizia e del perdono… “Non c'è pace senza giustizia, non c'è giustizia senza perdono” come ha detto il Mio Santo Vicario.

O anime convertitevi all'eterna legge dell'Amore Universale e sarete salvi tra le Mie braccia.

Io sono il vostro Gesù Condottiero e vi benedico nel nome del Padre e Mio e dello Spirito Santo. Amen.

PREGHIERA PER L'ITALIA

O Signore Dio Nostro,
fà che l'Italia porti l'esempio di una
nazione che ha saputo risollevarsi
dal suo sprofondare nella melma
del dubbio.
Fà che il Cielo arrivi a toccare
anche gli animi dei più refrattari.
Fà che tutto unisca e non più
ci divida.

O Signore Dio Nostro,
noi vogliam costruire con Te
un nuovo modo di vivere,
meno accentrato sull'avere
e molto più proteso verso
l'essere tuoi figli.

Fà, o Signore, che seguiamo
l'esempio dei santi e dei martiri
e che lo Spirito Tuo ci illumini.
Noi ti lodiamo e ti ringraziamo
perché sappiamo, Gesù, che Tu
ci ascolti e hai già fatto Tua
la nostra preghiera.

Amen.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

IMPORTANTI MESSAGGI di Gesù SU CONFLITTI E GUERRE

Gesù si appella agli uomini di buona volontà 12/12/2002


Pace sia in terra agli uomini di buona volonta’!
Io sono Gesù Cristo, il Risorto, il Messia.
Il vento di guerra nei cuori e nel mondo impedisce al Cuore Mio immacolato di trionfare, assieme a Maria Io invoco su tutti la Pace, Io chiedo Misericordia verso chi compie atti di guerra senza la necessità di difesa.

Non esiste il principio di trovare alibi per fare la guerra, o atti di guerra, perché la guerra ricadrà su di essi. Oggi non esiste la coscienza di volere la pace, poiché sono mossi da cupidigia e fino a quando non chiederanno perdono, non vi sarà mai pace, ovunque nel mondo.

Io sono venuto e vengo ancor oggi in veste di Spirito Santo per ricondurre l’uomo, ogni uomo, alla saggezza infusagli da Dio onnipotente ed eterno. Egli è il Padre di tutte le genti e l’appello del Mio Papa Santo non deve restare inascoltato: è il grido che prorompe da un giusto, uno dei pochi ancora rimasti. E’ in virtù di quei giusti che la scure della Giustizia di DIO non si è ancora abbattuta.... Ma Io vi dico di non tentare il Signore Dio Nostro Padre perché la Sua Misericordia non abbia a cessare....

Io chiedo a voi e al mondo di usare il discernimento nel portare avanti le proprie istanze; vi è stato dato il potere di scelta tra il bene e il male, a voi usarlo per il bene comune. La lingua sia colma di benedizioni, il cuore si apra a favore di ogni fratello che soffre, la mente lavori per favorire la vita, il potere operi per la giustizia. E il dono più grande che Dio ci ha dato: la Vita, torni ad essere anche per l’uomo il bene più grande da coltivare.

In voi tuttavia ora albergano sentimenti di divisione, di odio, di recriminazione.... le vostre ragioni sono anche giuste, ma così non si conquista la pace. Occorre che prima, voi tutti indistintamente, chiediate perdono al Padre Nostro, perché siete tutti responsabili delle scelte perpetrate ai danni degli innocenti, o per noncuranza e per un uso distorto del vostro potere.

Io vi chiedo di inginocchiarvi e di supplicare il Padre di tutte le genti di perdonare questa umanità così ingrata. E fatelo pure per gli altri, se non sentite di aver delle colpe, ma il giusto sa che può averne, anche involontariamente commesse, se non altro per omissione.
Vi chiedo perdono Io per primo se non ho ancora raggiunto lo scopo di recare ovunque la pace, la lieta novella di Colui che salva, e mi prostro dinnanzi a DIO Padre, assieme a voi tutti, implorando pietà per questa umanità:
Padre buono, a Te mi offro, a Te mi dono!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

GESU' SI APPELLA AGLI UOMINI DI BUONA VOLONTA'! 12/12/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo. O sì, cuore mio, ti aspettavo e vengo per darti un messaggio che dovrai trasmettere al mondo, ovunque tu possa arrivare a donare la Verità!

Pace sia in terra agli uomini di buona volontà!

Io sono Gesù Cristo, il Risorto, il Messia.
Il vento di guerra nei cuori e nel mondo impedisce al Cuore Mio immacolato di trionfare, assieme a Maria Io invoco su tutti la Pace, Io chiedo Misericordia verso chi compie atti di guerra senza la necessità di difesa.

Non esiste il principio di trovare alibi per fare la guerra, o atti di guerra, perchè la guerra ricadrà su di essi. Oggi non esiste la coscienza di volere la pace, poichè sono mossi da cupidigia e fino a quando non chiederanno perdono, non vi sarà mai pace, ovunque nel mondo.

Io sono venuto e vengo ancor oggi in veste di Spirito Santo per ricondurre l'uomo, ogni uomo, alla saggezza infusagli da Dio onnipotente ed eterno. Egli è il Padre di tutte le genti e l'appello del Mio Papa Santo non deve restare inascoltato: è il grido che prorompe da un giusto, uno dei pochi ancora rimasti. E' in virtù di quei giusti che la scure della Giustizia di DIO non si è ancora abbattuta... Ma Io vi dico di non tentare il Signore Dio Nostro Padre perchè la Sua Misericordia non abbia a cessare...

Io chiedo a voi e al mondo di usare discernimento nel portare avanti le proprie istanze; vi è stato dato il potere di scelta tra il bene e il male, a voi usarlo per il bene comune. La lingua sia colma di benedizioni, il cuore si apra a favore di ogni fratello che soffre, la mente lavori per favorire la vita, il potere operi per la giustizia. E il dono più grande che Dio ci ha dato: la Vita , torni ad essere anche per l'uomo il bene più grande da coltivare.

In voi tuttavia ora albergano sentimenti di divisione, di odio, di recriminazione... le vostre ragioni sono anche giuste, ma così non si conquista la pace. Occorre che prima, voi tutti indistintamente, chiediate perdono al Padre Nostro, perchè siete tutti responsabili delle scelte perpetrate ai danni degli innocenti, o per noncuranza o per un uso distorto del vostro potere.

Io vi chiedo di inginocchiarvi e di supplicare il Padre di tutte le genti di perdonare questa umanità così ingrata. E fatelo pure per gli altri, se non sentite di aver delle colpe, ma il giusto sa che può averne, anche involontariamente commesse, se non altro per omissione.

Vi chiedo perdono Io per primo se non ho ancora raggiunto lo scopo di recare ovunque la pace, la lieta novella di Colui che salva, e mi prostro dinnanzi a DIO Padre, assieme a voi tutti, implorando pietà per questa umanità:


Padre buono, a Te mi offro, a Te mi dono!

Ed ora ricevete la benedizione solenne nel nome del Padre e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen. + + +

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

IMPORTANTI MESSAGGI di Gesù e Padre Pio sul tempo presente.

Il Mio Papa è veramente il Santo dei Santi… 1/12/2002

Gesù… Oggi, in questo giorno di luce, in comunione coi Santi, vi vengo incontro per darvi un'altra storia singolare, dedicata al Mio Papa santo, il Mio attuale vicario, che ha preso la Croce sulle spalle e ha promesso di portarla fino alla fine. Egli si è preso la responsabilità di portare al mondo la Mia parola, che riceve in Spirito e Verità, sostenuto e saldamente sorretto dalle vostre e dalle tante preghiere a Lui dedicate. Così Egli compie con Me il tragitto finale.

Io lo volli a capo di questo tempo e Lui comprese di quale missione Io lo investivo, (cioè) di portare al mondo, in tutto il mondo, il segno della nuova venuta di Gesù Cristo.

Ebbene, miei cari, ora questo Santo Papa soffrirà per tutti e avrà per tutti la comprensione e la serenità d'animo d'ispirare parole nuove, parole di Verità eterna, pronunciate da Me. Con la sua Croce egli salverà l'Italia e l'Europa, e si ergerà a paladino dei poveri e ignorati popoli dei continenti più afflitti verso chi, prepotentemente, ancora li affama e li fomenta.

Sarà l'unica voce nel deserto, ma ascoltatela perché vale più delle parole di Giovanni. Egli pronunzierà senza scomporsi, parole dure, ma offrirà se stesso in olocausto, così come faccio Io, del resto.

Così si compie il divino Disegno! Perché il Mio Papa santo è veramente il Santo dei Santi di questo tempo. Abbiate la comprensione e l'ardire di seguirlo sulla Via della Croce, immolata per la salvezza dell'umanità…

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

In ogni creatura, il Padre ha immesso la scintilla divina 14/10/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore e Signore del mondo.
O sì, cari i miei fedeli discepoli del tempo presente, Io vi ho immessi su questa strada impervia e in salita, perché voi portiate la croce di una umanità ancora incredula e incapace di comprendere il grande Disegno.
Disegno che si cela agli occhi dei più, perché resi ciechi o obnubilati dalle proprie personali convinzioni o fatiche esistenziali.

Coraggio, miei cari, non vi scoraggiate di fronte al rifiuto della gente di andare oltre le proprie debolezze. Essi vi sono attaccati come ad una madre e, se vogliamo, i punti di riferimento che hanno in sé impediscono loro di accendersi e di brillare nel buio della notte dei tempi (ndr. nella quale ora viviamo).
Ecco perché occorre spogliarsi di tutto, di ogni convinzione, di ogni presunta ragione, di ogni sapere, per abbracciare la Croce di salvezza.

Ma in ogni creatura, il Padre ha immesso la scintilla divina che farà in modo di farli rinascere, sia pur soffrendo, nuove creature. Perciò state sereni... o lo so che vorreste loro risparmiare altra sofferenza e dolore... se ascoltassero, ciò (il loro cambiamento) avverrebbe con serenità e i passaggi sarebbero leggeri e sorretti amorevolmente da Me, vostro Condottiero.
Pur tuttavia, la strada è ugualmente difficile, me ne rendo perfettamente conto, ma vi dico: non cedete le armi della preghiera a favore dei vostri fratelli e sorelle e della consolazione per le loro pene.
Pace sia in voi, creature che mi ascoltate e cercate di mettere in pratica la Mia parola.

Ed ora vengo al dunque: perché vi ho qui convocati? Per darvi il Mio mandato solenne di investitura di un ruolo che vi siete guadagnati sul campo, combattendo per Me, e con questo gesto di benedizione Io vi confermo Miei soldati.

Ebbene, andando tra la gente, anch'Io mi riempivo dei loro schizzi e scarabocchi e poi dovevo attingere alla Misericordia del Padre per liberare il Mio animo da tutto questo e, offrendo a Lui la Mia sorte, sapevo con certezza che li avrei salvati.

Ancora Io faccio quel ruolo nel mondo; ancora Io chiedo di farlo ai Miei seguaci; ancora il Calvario, portando la croce... e poi tutti insieme lassù in cima, a contemplare la benevolenza infinita di Dio che dirà a tutti:

“ Io vi perdono, perché avete riconosciuto Mio Figlio!”

Pace sia su tutta la Terra! Io sono il vostro Gesù! Amen, amen, amen.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Gesù rivela la nuova profezia 13/10/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, ti comprendo e ti amo perché la tua vita tu hai donato a Me ed a portare avanti la Mia parola .

Ora cara visiteremo insieme un luogo dello Spirito a Me tanto caro: la casa di Nazareth, dove ho vissuto fino al compimento del trentesimo anno. E' da lì che è cominciata la Mia missione, è da lì che ancor oggi potrà sorgere un astro fulgente in grado di portare l'annuncio di pace nel mondo. E da lì prenderà corpo la rivelazione di tutti i tempi: il Risorto inizierà a portare alle genti la Sua Parola di Verità eterna.

Ora a voi non sembra di cogliere un tal progetto ed il Profeta che parlerà alle genti è ancora nascosto, ma presto si avrà sentore di un anelito di nuova speranza pervadere quella terra di Galilea, che mi è stata propizia per annunciare alle genti di allora la lieta novella “di un Dio misericordioso che salva”.

Pace sia in voi, creature Mie, Io oggi vi conferisco il mandato di andare tra la gente ad annunciare l'eterno presente e a svelare il mistero che avvolge il mondo sin dall'inizio dei tempi (e) che presto si rivelerà in tutta la sua pienezza.

“ O Misericordia divina apri le braccia ad accoglierli tutti”

E ancora la gente del popolo e anche i dotti si domanderanno: “può mai venire qualcosa di buono da Nazareth?” (Gv 1, 46).
Ebbene Io vi dico che è già in atto il Disegno divino che Mi rappresenterà agli occhi del mondo.
“O Pace discendi e ricolmali della tua grazia!”

E questo avverrà ancora una volta per mano di Maria, sotto il suo manto. Dalla sua casa, Ella manda l'amore suo materno e incoraggia, scioglie dei lacci di odio che ancora vi sono per la supremazia del territorio. Ma non temete, Ella saprà donare al mondo ancora Suo Figlio per la salvezza dell'umanità.

Io mi prostro dinnanzi a Lei chiedendole: “Madre, possa tu riuscire a sconfiggere le tenebre che avvolgono il mondo. Possa tu, per grazia divina voluta dal Padre Nostro, svelare la vera natura del Figlio tuo prediletto: Possa l'amore alfin trionfare, accomunandoli tutti in un solo abbraccio.
E pace sia in Terra tra gli uomini tutti!

Io sono quel Figlio, Io sono il Dio fatto Uomo, Io sono con voi per compiere l'ultimo atto dell'eterna rappresentazione del trionfo della Vita... e non della morte!
Io sono per sempre, per voi e per tutti, quel Gesù Nazareno che parlava alle genti di ogni paese e contrada e che ora parla dal cosmico desco a tutta l'umanità.
A voi accogliere la parola, a voi aprire il cuore, a voi la responsabilità della scelta di amare e di non crocifiggere il Messia tanto atteso, ancor oggi. Vi benedico nel nome della SS. Trinità! Amen, amen, amen. + + +

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Non siate timorosi di portare alla gente le mie Parole di Verità 9/10/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, creature mie, Io vi ascolto, vi attendo e vi amo, come i Miei discepoli prediletti.
Non siate timorosi di portare alla gente le Mie Parole di Verità eterna; voi discepoli moderni, ancora pensate che Io sia un fantasma o che non mi riveli ad ogni creatura nella profondità del loro essere.

O cari, consentitemi di porre il quesito fondamentale:
Ma tu ci credi al Mio ritorno sulla Terra? E quanto lo affermi? E quanto sei aperto a consolare, lenire e offrire te stesso per Me?
In nome Mio vi ho mandati, in Mio nome voi siete accolti ovunque Io decida di darvi modo di esprimere le Mie Parole.
Il Mio appello riguarda voi tutti, discepoli del tempo presente e ormai consacrati al Cuore Mio Immacolato.
Orbene, miei cari, offrire voi stessi, partecipando pienamente agli altri quello che avete scoperto in voi: Gesù Cristo, Redentore e Salvatore del mondo.

O sì, Padre Pio è Santo, è il Mio Santo favorito del tempo attuale per la sua opera di misericordia verso l'umanità che soffre, e voi lo incontrate ovunque, sapendo che lui vi accompagna lungo la via. Ma qual'è la meta? Qual'è il fine supremo? Qual'è il vostro anelito di speranza? Riflettete, miei cari, qual'è?
La risurrezione dell'anima vostra , sia nella carne che nello spirito e il Regno di DIO!

Ebbene, Io il Figlio, ho la chiave per farvi entrare. Io Gesù Cristo, dalla Croce ho redento il mondo e quindi sono Colui che voi attendete, ormai da duemila anni:
il Risorto, il Profeta, il Figlio, il Dio fatto uomo, l'Amore, la Pace, la Coscienza eterna, ma sono anche una Realtà ben visibile agli occhi dell'anima vostra, se non agli occhi della vista esteriore; la Realtà che voi, ciechi e obnubilati, andate a tentoni cercando.... O anime mie, quanto vi amo!

Allora lasciatevi condurre da Me...Io vi guiderò per le strade impervie, Io sono il vostro Condottiero. Amate creature, venite a Me ed Io vi ristorerò!

Io sono per sempre il vostro Gesù! Amen, amen, amen. + + +

 

Padre Pio… Siate coscienti di essere al Suo servizio, io vi posso solo aiutare, ma voi siete Suoi, ormai redenti e aperti al Suo Amore infinito.
Allora, miei cari, consentite alla gente di amarLo e onorarLo in ogni occasione, in ogni respiro e frangente di vita. Ma vi rendete conto di quanto Amore Egli vi dona?


… Io sono solo un umile Suo servo, se incensassi me stesso non sarei quello che sono: uno che sta prostrato davanti alla Croce Sua di salvezza a chiedere continuamente Grazie e Misericordia per voi e per tutti quelli che ne hanno bisogno.


Allora, cari, fate vostre le Sante Parole, impegnatevi a pronunciare il Suo nome. Anche la Madre Celeste ora fa lo stesso: Gesù... Gesù... Gesù... il Giudice supremo, il Dio Figlio della SS. Trinità. Pace e bene

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Ed io, che sono un umile servo, so quel che dico 5/10/2002

Padre Pio… Sì, cara figlia mia, la tua colpa è solo quella di non avere abbastanza fiducia nella infinita divina Misericordia di Dio, che ama tutti i suoi figli e che provvederà anche a quelli che ora giacciono nella malattia o in condizioni miserevoli.

Pace sia in te cara, prega e spera, e abbi coscienza sempre di più di vivere avvenimenti straordinari.
Con la vostra opera voi state facendo ciò che vi è stato chiesto da Gesù e Maria; perciò non vi domandate troppi perché, fatelo e basta, al resto ci penseranno Loro.
Ed io, che sono solo un umile servo, so quel che dico.

Padre Pio, ora vi saluta e vi benedice nel nome del Signore, andate in pace. Amen, amen, amen, amen.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Io sono già tra di voi… 4/10/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, ti attendevo al cospetto del Mio Corpo mistico. Durante la Messa ti ho colmata di grazia e le parole che tu hai detto a quella creatura erano le Mie.
Ora, mio cuore, andiamo avanti col libretto del Giudizio finale che ormai è giunto a conclusione. Dov'eravamo rimasti? Sì, orbene ti dono Me stesso per proseguire.


La venuta del Mio tempo è ora giunta alla fase finale; in questo senso: se le antiche profezie dicevano che Dio non avrebbe permesso oltre duemila anni la caduta dell'uomo, Io ora vengo per annunziare la buona novella che il Risorto è già tra di voi. E, come avvenne nel tempo ristretto dei quaranta giorni successivi alla Mia Risurrezione, ora potete - in un tempo un po' più dilatato, diciamo di quattro o cinque anni - divenire consapevoli del Mio stare con voi.
“ Non lo avevamo forse riconosciuto allo spezzare del pane? Ed il cuore non ci sobbalzava nel petto per le Sue parole?” (Lc 24, 30-32).

Ecco, miei cari, come Io sono presente e c'è anche a chi è dato di vedermi, ad altri di udirmi, ma a tutti sarà dato di riconoscermi. E chi vorrà farlo e si appresterà a chiedere perdono, verrà perdonato, mentre chi se ne vorrà restare in disparte con un atteggiamento di rifiuto, non potrà far altro che piangere su di sé per l'eternità.

“ Padre Mio, Io ti consegno Me stesso, il Mio compito è ormai giunto alla fase finale. A Te la Parola di pace e di consolazione nel Giudizio finale.”

Io mi congiungo alla SS. Trinità e, in seno al Mio posto alla destra del Padre, in comunione con lo Spirito Santo, pronuncio le parole:


SIA PACE INFINE SU TUTTA LA TERRA !
E L'UOMO DIVENTI IL DEGNO FIGLIO DEL PADRE.
E SATANA SIA RICACCIATO NEGLI INFERI DA CUI PROVIENE .


Quando il Divino Disegno si compirà, voi udrete queste parole che ora vi ho dettate in Spirito e Verità! Ora e per sempre così sarà!

Io sono il Cristo Risorto, vivo e presente in mezzo alla gente e se parlo, tramite questa scrivente e tanti altri profeti di questo tempo, è per darvi modo di capire e di accogliere la Divina Realtà: Padre, Figlio e Spirito Santo, ora non più relegati al ruolo di una fede o religione, ma Realtà vivente e pervasiva, insita nel cuore di ogni creatura.
Piano piano l'influenza del maligno si allontanerà e voi udrete canti e preghiere provenire dalle sfere celesti, e il male che vi ha tormentato così a lungo scemerà per far posto alla vittoria del bene su tutta la Terra.
Questa è la profezia che Io, il Cristo Risorto, vi faccio! A voi farne tesoro per i tempi a venire, ormai prossimi al compimento.

Pace sia infine su tutta la Terra!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Gesù Giudice dei “Politicanti” 3/10/2002

...Ed ora, continuiamo nel nostro lavoro di ricondurre alla verità tante storture legate a concetti errati, messi in circolazione ad arte per indurre la gente a credere quel che si vuole. Ma la verità oggi è già palese, ma non sono le menti dei politicanti pronte ad accoglierle... essi cadranno sui loro stessi errori di valutazione e poi dovranno rendersi conto e chiedere ammenda.
Questo Io dico e voi ne vedrete presto gli effetti; così – se non vorranno essere giudicati dalla gente per quello che sono – dovranno mostrare di aver capito la loro lezione e, chiedendo perdono, potranno ancora salvare se stessi e gli altri.

Il Mio compito di Giudice, assieme al Padre, prevede di usare misericordia con quelli che ammettono i loro errori e di essere severo con tutti gli altri presuntuosamente arroccati sulle loro presunte e sbagliate ragioni. Renderò ancor più evidente il loro iniquo operare, li ridicolizzeranno le loro stesse affermazioni, mentre, chi avrà orecchi per intendere la verità e mente e cuore per riparare, avrà il comune consenso e la Mia approvazione.

Coraggio, creature, ormai siamo ad un'altra fase di questo enorme lavoro che è il Giudizio finale. A voi chiedo sol di pregare per tutti affinché le sorti del mondo – ahimè, nelle loro mani – siano ora volte a ritrovare la pace, la vera pace.

Presto è ancora per dire come si evolveranno i conflitti in atto, ma sappiate discernere i segni dei tempi dalle consuete notizie. Io vi ho detto come vi dovrete approcciare:
il vincitore non sarà né l'uno né l'altro, ma la volontà di essere insieme per aiutare e liberare dalle schiavitù, dalle guerre e dalla fame che ci sono nel mondo.
Lavorare uniti per questi ideali sarà la vera vittoria. Io vi amo e vi sarò vicino in ogni occasione di lotta per affermare i veri valori dell'uomo.
Io sono il vostro Gesù Condottiero. Io sono l'Amore, la Pace, il Perdono. Amatevi come fratelli!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Il Dio della Misericordia è già intervenuto... 2/10/2002

Ricorrenza Santi Angeli Custodi

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
Oggi andremo a toccare un punto assai dolente sulla Terra che non trova pace e si sta mettendo in moto ancora una volta per incitare a intraprendere azioni di guerra; l'ardire del maligno potere arriva a toccare punte così assurde che perfino l'uomo più ignorante può capire come dietro tali pretese non vi sia consistenza.

Ed ora parlerò di quel paese, l'Iraq, che ai più sembra il “nemico” in grado di mettere in crisi le cosiddette superpotenze... Ma via, se pensate che il suo popolo soffre la fame da alcuni decenni, che il suo petrolio fa gola a tutti i potenti, e che se non riceve aiuti internazionali, non può sopravvivere a lungo, mi domando come potrebbe mettere in atto un piano nefasto per cercar di distruggere un colosso come l'America degli Stati Uniti. E se, tuttavia, non cerca di ridurre i suoi armamenti, è proprio in vista di un possibile attacco. Allora vi rendete conto di essere “corresponsabili” della sua strategia?

Conoscerete le Mie vie, conoscerete l'Amore, conoscerete la Pace... o sì, Io lo affermo solennemente perché la Volontà superiore è già in atto per dar modo di uscirne senza grave danno.
Pace sia in voi, creature mie, che pregate per la pace nel mondo. E l'avrete, prima di tutto in voi stesse e poi anche nella terra in cui vivete.
Ma se gli animi sono propensi alla guerra, anche tra i poveri della Terra, Io non posso far altro che ritardare e pregare assieme a voi tutti, agli Angeli e ai Santi, e con la Madre Mia, supplicando Dio Padre di usare misericordia anche verso chi uccide il proprio fratello.

Ed ora vengo a te, Israele:
O popolo Mio, quanto male ti sei fatto dacché sei condotto da un malvagio soggetto che ora però non riesce più a vedere una soluzione possibile, dinnanzi a sè; sarebbe quindi auspicabile che si dimettesse e vi chiedo di pregare per questo.
Israele ha bisogno di esser guidato da un saggio, da un uomo timoroso di Dio che, rinnovando le leggi dei padri, riscopra la verità tra le righe.
“Padre, Io ti consegno ancora me stesso per la salvezza del Mio popolo!”

Ed infine, tu mi chiedi, che ne è stato di quel terrorista, che ha voluto lo scempio delle due torri (a New York): ebbene, se ne sta ben nascosto tra le montagne, assieme a quell'altro cosiddetto capo spirituale, che invece di spirito in corpo ha soltanto satana. E sì, stanno tramando altre imprese degne di essi, ma non riusciranno a ripetere un tal gesto perché Dio non glielo permetterà.

Ciò che l'uomo doveva capire l'ha già capito, e ora dovrà trarre da sé le conclusioni, anche dai recenti crolli del dio denaro. Ma non si potrà insistere ancora per non causare altre conseguenze nefaste.
Il Dio della Misericordia ha già giudicato, è già intervenuto, è già all'opera per riportare la Terra e la sua umanità a un livello di consapevolezza atto a porre fine a tanto dolore.

“ O anime dei trapassati così bruscamente, voi che conoscete la Verità, aiutate l'America a partorire se stessa... e la maturità di questo popolo sia luce anche per gli altri.”

Oggi Io vengo a voi da Condottiero perché sappiate discernere la Verità e battervi onestamente e pacificamente perché essa trionfi.

...E allora i cieli si apriranno ed essi vedranno la Gerusalemme Celeste e udranno la voce di Dio pronunciare le sante parole: “Questo è il Mio Figlio prediletto nel quale mi sono compiaciuto. Amatelo e onoratelo nella SS. Trinità.
E pace sia per sempre su tutta la Terra!


A domani, cuor mio, giungeremo presto alla fine di questo nuovo libretto, ma la storia continuerà con altri capitoli, dedicati stavolta alle imprese dei giusti. Ora e per sempre così sarà! Amen.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Per la testimonianza sulla Terra Santa 28/9/2002

Meina, lago Maggiore
Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
Ora, cari, voi siete avviati alla meta per testimoniare l'Amore Mio verso l'umanità che soffre e anela di sentire la parola di consolazione e speranza di un mondo migliore.
Io vi sosterrò attraverso lo Spirito Santo e le parole fluiranno senza alcun bisogno di studiare la parte, voi siete ormai parte di Me. Lasciatevi andare, lasciatevi amare. E sarò Io a condurvi.

Pace sia in voi tutti, miei cari, che offrite voi stessi per la Mia causa e ve n'è tanto bisogno di aiutanti e di giusti nel mondo per affermare che la guerra porta solo rovina e dolore... e non la pace tra i popoli.
O anime mie, quanto dolore Io vedo per le guerre già fatte, e voi volete aggiungerne altre? O umana follia, o dolore, o vita, o amore, quanto sei vilipeso.


30/9/2002 Dopo l'incontro

...Mi compiaccio dell'ardore con cui offrite la Mia parola alla gente che, se anche a volte non sente, in certi momenti si apre e si commuove.
Così si attua il contatto e l'incontro tra anime e ci si conforta e sostiene per proseguire uniti, e non più separati dalle trame dell'eterno nemico.
Così la Madre nostra comprende tutti sotto il suo manto celeste e si attua quella protezione di cui avete un grande bisogno.
Ora cari, inginocchiatevi per ricevere su di voi lo Spirito Santo, il Consolatore.


La Volontà del Padre Mio e Nostro è che voi siate resi più forti in vista di aspre e ben più dure battaglie che, seppur non siano dirette in particolare su di voi, sono pur sempre tendenti a coinvolgere anche gli uomini di buona volontà per impedire loro di annunciare la Verità.
Il Mio nome suscita ormai la rabbiosa reazione e la misura con cui osate di più fa crescere il dissidio tra voi.
La Mia mano misericordiosa vi vuole difendere da codesti assalti del maligno e vi vuol benedire: invocate lo Spirito Santo ogni giorno, invocatelo e sarete preservati da ogni malefico effetto.
Vi benedico nel nome del Padre e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen.


Ed ora vi vorrei donare altre perle dell'infinita saggezza dell'Eterno: con la supplica allo Spirito Santo della Chiesa, Io vengo ad aggiungere di pronunciare anche queste parole:


O Spirito Santo, Spirito d'Amore,
noi ti invochiamo supplici
perché la Tua Grazia sia così feconda
da inondare tutti noi della Tua Luce;
sia così vibrante da concederci la Tua Pace;
sia così consolante da confortare
i nostri cuori affranti dal dolore.

O Spirito Santo, Spirito d'Amore,
vieni, vieni nei nostri cuori,
libera le nostre menti dai pensieri funesti,
concedici di godere della Tua presenza e
comprendici nell'infinito Amore del Padre Nostro.

O Spirito Santo, fa' che il Figlio Suo, Gesù Cristo,
sia per sempre il nostro punto di riferimento,
il nostro anelito di speranza, il nostro beneamato,
il nostro amico, fratello, sposo... per l'eternità.

O Spirito Santo, vieni nei nostri cuori,
e ivi rimani... per sempre!
Noi ti lodiamo, ti aspettiamo e ti ringraziamo.
Vieni Spirito Santo, vieni... amen.

(Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo...)


O sì, creature mie, questa semplice preghiera di lode sia da voi recitata ogni giorno, per tutto il tempo a venire; sarete così rafforzati, ma sia la preghiera del Santo Rosario, come ha detto il Papa, il vostro viatico di mattina e sera e in ogni momento di pausa dal vostro lavoro quotidiano.

“ O anime mie, venite a Me, ed Io vi ristorerò!”

Io sono il vostro Gesù Condottiero, in questo mare in tempesta non dovete temere, Io sono con voi e, anche se a voi sembra ch'Io dorma e non vi ascolti, sono pur sempre tra voi e al momento giusto, voi tutti udrete la Mia voce possente in grado di calmare le acque e di farvi vivere e toccare con mano la Verità. Ora e per sempre così sarà!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

E l'uomo riconoscerà la scienza divina! 26/9/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
...Vengo ancora per continuare nel nostro pellegrinaggio d'Amore Misericordioso verso la Terra e la sua umanità.
Al principio Dio disse: siano fatte le acque... e poi gli animali... e gli uccelli... e le piante e tutto il resto. E dopo aver voluto tutto questo, creò l'uomo e lo pose nel giardino terreste.
O sì, Questa è la storia della Creazione, voi direte, ma Io vorrei soffermarmi con voi sul fatto che tutto fu creato per accogliere l'uomo.
... Infine creò l'uomo e gli pose accanto la donna, e furono una cosa sola e si completarono. Ma li mise pure in guardia dal cibarsi di un frutto dell'albero della conoscenza del bene e del male. Ma essi disubbidirono, o meglio, furono tentati dal maligno, che li fece cadere nella condizione in cui oggi vivete, e da cui ancora non riuscite a risollevarvi, nonostante il Mio sacrificio.

Ora, perché vi ho ricordato tutto questo? L'ho fatto, miei cari, per dirvi che da questa condizione così desolata e lontana dal Disegno iniziale voluto da Dio, Egli vuole risollevarvi ancor oggi. E, sebbene voi non l'abbiate ancora capito, dopo duemila anni di lotte dalla mia venuta sulla Terra, oggi voi siete tutti chiamati ad inchinarvi alla Sua Volontà. E, come Figlio, Io sono tenuto a rivelarvi la verità!
O sì, cari, lodate la SS. Trinità e aspirate alla conoscenza delle cose più elevate.
Dopo aver conosciuto tutto il male possibile, oggi potete aspirare a conoscere la Scienza divina che l'Amore misericordioso vuol rivelare agli uomini di buona volontà!


E' questo il cammino di risalita dagli inferi che l'umanità oggi deve compiere, perciò sarete illuminati; avrete di nuovo intuizioni e visioni; sarete inondati dalla Grazia santificante e la Luce entrerà in tanti... e poi in tutti.
La Mia comprensione delle vostre vicende, mi porta a dire che questo avverrà gradatamente, ma la Parola agirà in modo pervasivo, la Mia Parola, dettata alla gente in Spirito e Verità. E lo stesso avverrà per gli altri doni dello Spirito.
... Ed essi profetarono, come faceva Mosè (dal libro dei Numeri, cap. 11).
E così disse anche Paolo e si legge nei salmi...e le vostre figlie e i vostri figli diventarono profeti. Ed Io aggiungo: e DIO li mise a conoscenza della Scienza Divina e della Saggezza eterna! E chi volle attingere potè dissetarsene anche a favore del suo fratello, e chi restò chiuso all'Amore fu scacciato dal Paradiso.

Credetemi cari, Dio vuole redimere il mondo, non permetterà che venga distrutto da uomini al servizio del potere maligno. ...Ed essi perirono nella geenna. Così succederà anche al tempo presente, anche se Dio ama senza riserve e vuole per tutti la salvezza eterna.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Offrite qualche ora in più di preghiera al Cielo 24/9/2002

Padre Pio... sì, cari figli miei, siamo stati chiamati a recare la buona novella di Gesù Cristo che salva e, ovunque nel mondo, possiamo andare per far conoscere e amare nostro Signore.
Per questo io sono propenso che ad ogni creatura venga data l'opportunità di esprimersi come desidera; ma certo se si attinge acqua alla fonte, e se la fonte non è perenne e non la si alimenta, dopo un po' inaridisce e si prosciuga.

Ben sapendo questo, io vengo a spronarvi di pregare uniti più spesso; perciò cari, fatelo. Ora che il compito si fa più pesante per la venuta di tanta gente, offrite quanche ora in più di preghiera a Gesù e Maria.
Ne avrete pace e grazie in abbondanza da riversare su chi ne ha più bisogno. Padre Pio vi esorta a fare comunione tra voi e a non disperdervi in mille rivoli.
Proprio ora che è in atto un grande sovvertimento di forze, occorre l'unione e la forza di combattere tutti uniti, in comunione d'intenti e d'azione.

Pace sia in voi, creature, che donate voi stesse nella preghiera notturna; ma mi sovviene di avervi esortati a compiere il cammino insieme e non a disperdersi e andare ognuno per i fatti suoi. O che non ve lo ricordate?

Suvvia, se mi avete chiamato in causa per darvi consiglio, poi cosa ne fate? Non appena vi si dice una cosa, vi sentite spinti a fare esattamente il contrario. Ma non capite che chi vi fa agire così, non è Colui che vi ama da sempre e che si è sacrificato per voi sulla Croce?

Abbiate in voi il dono dell'illuminazione e osate affermare di appartenere a Gesù Cristo - che avete conosciuto in Spirito e Verità -, e andate a diffondere le Sue parole ovunque, anche sui tetti. Ma non cedete alle lusinghe di un ego voglioso e desideroso solo di affermare se stesso.
Ecco, io vi ho detto come la penso. A voi la scelta di fare come volete, ma anche di rifletterci sopra e di aprire delle porte chiuse, che non offrono altro che la propria pietanza. Oh, sì, va pur bene anche così, per chi comincia, ma chi ha conosciuto l'Amore del Cristo Risorto sa che non può rinnegarlo per restare nelle fila di un esercito che non tiene conto della lieta novella e la rigetta.

O anime, quanto mi duole dire così, ma è la verità!

Io vi amo e vi sprono ad andare a pregare, anche di notte, ma vorrei che foste più uniti e convinti di quello che fate. In nome di chi lo fate? E se Egli vi esorta a diffondere la Sua parola e non altro, perché siete così reticenti?

E se vi si chiede di prepararvi e vi si offre l'occasione di farlo, perché ritirarsi o presentarsi svogliati all'appello? Suvvia, cari, se ancora non vi siete resi conto in quali tempi vivete, allora posso capire, ma se vi è già stato detto a più riprese ed ora siete dentro al cuore degli avvenimenti, perché tergiversate?
Credetemi, perché voi siete ancor chiusi all'Amore del Cristo Risorto e allora dovreste fare un atto di pentimento e chiedere ancora perdono, nonchè di essere aiutati a risalire la china.

O cari, la Via della Croce implica sacrificio, duro lavoro, nessun riconoscimento dal mondo, ma la ricompensa l'avrete da Lui, nostro Signore e Salvatore.

Pace sia in voi e preparatevi per il santo pellegrinaggio (a San Giov. Rotondo); che non sia tanto indirizzato a me, quanto a rendere omaggio alla Madre Celeste e a fare con Gesù il monte Calvario, meditando ogni stazione e sostando in preghiera dove Egli è caduto per il peso enorme dei nostri peccati di orgoglio e rifiuto.

Pace e bene... e che Dio vi benedica per quello che fate. Amen, amen, amen, amen.


Padre Pio da Pietrelcina

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

San Pio da Pietrelcina 23/9/2002

Padre Pio… Sì, cara figlia mia, oggi sono qui per ringraziare tutti del bene che nutrite per me. Nel giorno che la Misericordia divina mi ha voluto a sé, io apro il mio cuore per lodare e ringraziare e, sempre per non cadere nel sentimentale, pronuncio le parole del nostro amato Gesù: “Padre, si compia la Tua Volontà! E così sia per sempre.”
Altro non v'è che io possa dirvi, se non di continuare a pregare intensamente e ininterrottamente per la salvezza del mondo.

O povero mondo lacerato e in preda ai furori dell'odio, sempre ispirato dall'eterno nemico. Ma voi, cari, siete al sicuro; non vi turbino le scene di guerra: laddove si compiono scempi, il Cielo provvederà a ripagare le vittime della violenza e punirà chi le compie.
Ormai è in atto la Giustizia di Dio e dovete avere piena fiducia che tutto verrà rimesso nelle Sue mani. Non per desiderio di rivalsa o vendetta, questo mai, ma perché la Sua mano misericordiosa si stenda ed Egli pronunci le parole Sue benedette: “Sia posto fine a tutto il male e trionfi la Verità!”

O cari, io sono solo un umile servitore, non sono cambiato dacché mi si è voluto concedere l'onore della santità. Mi sento ancora quel prete di campagna di allora, deboluccio e misero che venne mandato in quel convento della Puglia, da dove poi non uscì più, se non per recarsi alla grotta di San Michele.

O cari, sapeste come ho goduto del mio tempo terreno, nonostante le prove; così fate anche voi tutti, mettendo a frutto gli insegnamenti di nostro Signore Gesù: fatevi santi, fatevi discepoli, fatevi consacrati al Suo Cuore Immacolato e pieno d'Amore per voi. E ne ricaverete serenità e gioia ogni giorno per i tempi a venire.

Coraggio, cari, venite al convento, vi accoglieranno i miei confratelli; sarete contenti e vi ristorerete. Vi voglio bene e vi esorto a fare i bravi figlioli, tutti, nessuno escluso, mi raccomando.
Vi benedico nel nome del Signore, andate incontro al Suo Amore, amen, amen, amen, amen. Pace e bene.

Padre Pio da Pietrelcina

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, ho voluto che lui si mostrasse così anche a voi nel giorno della sua ricorrenza. Noi lo abbiamo già festeggiato e abbracciato. Uniti saremo nel portare avanti il divino Progetto del Padre Nostro.

Non più guerre, nè assalti, nè lutti e rovine; ora non più, il Padre ha detto:
“Basta così!” e l'uomo dovrà adattarsi a trovare le vie della pace, accettando il dialogo tra le parti.
Io, il Figlio, mi prodigherò instancabilmente per offrire opportunità di riscatto a tutti. Ma non potrò fermare la Giustizia divina, che è già in atto per volere di DIO Padre.

Pregate, cari, affinché ogni tumulto si plachi e la gente ritrovi se stessa e la volontà di aprirsi agli altri, discutendo magari, ma non chiudendo tutte le porte e lasciando languire nell'ingiustizia umana tanta gente che soffre.
Io chiamo a gran voce i Giusti della Terra affinché levino alta la voce per sedare discordie e aiutare chi soffre e tutti i poveri della Terra. (ndr. il Papa il giorno dopo levava alta la voce per chiedere a Sharon di fermarsi dal volere ad ogni costo continuare la guerra)

“ Pace, Mio DIO, ti chiedo la pace prima di tutto
e poi torneremo a sperare di poterli riscattare
dagli inferi in cui sono precipitati.
Or che sono esausti e smarriti, Padre Ti prego,
aiutali Tu. Amen”


Ed ora vi dico di comprendere nelle vostre preghiere anche i potenti che hanno sbagliato, perché han bisogno di ritrovare la luce di una saggezza perduta nelle spire dell'odio e della volontà di sopraffazione.

Io mi offro ancora e per sempre sulla Croce, per tutti!

“ O Padre, accogli il Mio sacrificio assieme ai giusti che pure vi son sulla Terra. Pace Pace Pace”

Io sono per sempre il vostro Gesù Condottiero, venuto per portarvi oltre le barriere dell'incapacità di vedere la Verità e di amarvi come fratelli. Vi benedico nel nome del Padre e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

La maturità della fede e l'accoglienza della croce 22/9/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, con la tua parte di buona volontà al servizio divino, tu stai facendo il cammino in ascesa verso la cima.
Con questo, cara, non ti son risparmiate le prove di fede, di umiltà e di forza. Ma non devi temere, sarai sempre aiutata e protetta.

Ora vorrei proprio che tu volgessi lo sguardo alla Mia Croce di salvezza. Ebbene, dacché Io mi sono immolato, il Mio sacrificio viene continuamente rinnovato, in ogni celebrazione dell'eucaristico Mio Corpo e in ogni altro evento che ripercorre la Mia Passione, come la Via Crucis.
Non si è mai interrotto quel flusso di preghiera che sale dal basso e di grazie e misericordia che scende su chi prega con animo sinceramente rivolto a partecipare al Mio sacrificio.

Tutto questo per farvi capire che se voi accogliete la Croce, Essa diventerà per voi il simbolo della condivisione di un comune destino: il Maestro ha dato per primo l'esempio, ora attende silente che vi sia tutto il Suo popolo in cammino con Lui con la Croce del mondo, per portarla fin sulla cima del monte Calvario e deporla idealmente ai piedi di DIO Padre onnipotente, chiedendo perdono per tutti.

Io vi sono già accanto, vi esorto e vi amo e non disdegno neppur di servirvi o di portare le vostre croci per un tratto di strada. Ma poi dovrà subentrare in voi la maturità della fede e l'accoglienza della croce, la condivisione dell'altrui sofferenza, l'accettazione della propria, offrendo voi stessi per la salvezza di molti.
Io anelo di condurvi oltre le vostre paure, le vostre coscienze - ormai ridestate - sono pronte ad offrirmi tutto, ma ancora voi dubitate o temete, o siete restii al dono totale di sé, anche se si tratta di una causa nobile e che nobilita la vostra vita e la rende libera da condizionamenti di sorta.

O anime, venite a Me, ed Io sarò per voi il balsamo di tante ferite, di ogni dolore.
Il Taumaturgo Divino si offre per voi ancor sulla Croce della salvezza del mondo, ma ha bisogno anche di voi per partecipare a Dio Padre il sacrificio di tutti i Miei fedeli cristiani, in nome della pace - finalmente - nel mondo.

O sì, popolo Mio, rispondi alla chiamata! Non restare come allora silente e perdente in un momento importante in cui sei chiamato all'appello.
In ogni famiglia, ci si dovrebbe rimboccare le maniche, pronti a fare dei sacrifici, se il bisogno incombe. Ebbene, anche questa grande famiglia ora ha bisogno della vostra partecipazione totale per salvarne altri - e poi tutti - e portarli al cospetto del Padre.

O cari, rispondete all'appello e sarete un dì ricompensati ampiamente dalla vista eterna di Dio e della Gerusalemme Celeste.

Ora vi lascio a meditare sulle Mie parole: rileggetele, meditatele, amate la Croce, segno di salvezza per tutta l'umanità.
Io sono il vostro Gesù Condottiero e medico, taumaturgo, soccorritore per tutti i mali che affliggono il mondo. E vengo incontro al Mio popolo che porta la croce con Me e lo avvolgo in un abbraccio di luce e di pace.
O anime, venite a Me!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

SUGLI EMIGRANTI 18/9/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
...Ed ora andiamo a toccare altre note dolenti che, in questo tempo di giudizio finale, emergono e mi fanno pensare che l'uomo non voglia ancora intendere ragione.
Sì, cara, mi riferisco al continuo cercare di scacciare chi, affamato e stanco dopo un lungo viaggio, approda in terra d'Italia e viene sì soccorso, ma poi respinto come un pacco indesiderato.
O anime, quanto dolore voi vi preparate a patire, perché per ognuno di questi poveri della Terra che avrete scacciato vi saranno molti di voi a dover soffrire.

O non capite che siete stati voi per primi ad andare verso lidi lontani in cerca di fortuna? Voi, popolo di emigranti, or che siete chiamati a soccorrere, ad aiutare, ad amare Me, attraverso di loro, voi respingete quei poveretti, giunti da voi dopo mille peripezie e con la speranza nel cuore di una vita migliore...
E voi, uccidete quella speranza; voi li trattate come “cani”... e son creature, ree soltanto di aver riposto in voi la speranza.

O anime dei Miei cristiani, respingete piuttosto quel tipo di leggi di così bassa natura da farmi pensare ispirate soltanto dall'eterno nemico, sempre in agguato per compiere – tramite l'uomo stolto – le sue nefandezze.

O anime mie, risollevate le sorti della vostra terra, baciata dagli apostoli Pietro e Paolo, e destinata da Me a essere luce nel mondo, sale della Terra e cuore di fulgidi astri, di santi, ingegni ed artisti.
O anime dei Miei cristiani, risollevate le sorti della vostra Italia, seguendo le parole illuminate del Mio Papa Santo. Voi avrete la pace nel cuore e la chiarezza di mente necessarie per combattere la buona battaglia all'insegna della giustizia e del perdono... “Non c'è pace senza giustizia, non c'è giustizia senza perdono” come ha detto il Mio Santo Vicario.

O anime, convertitevi all'eterna legge dell'Amore Universale e sarete salvi tra le Mie braccia.
Io sono il vostro Gesù Condottiero e vi benedico nel nome del padre e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

SS. NOME DI MARIA 12/9/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, vi chiedo di pregare ininterrottamente perché oggi nel giorno dell'onomastico di Maria, Nostra Madre, non abbia a compiersi l'affronto di satana nei suoi riguardi, dando il via alla guerra.
Pregate, cari tutti, e dedicate la vostra preghiera a fermare l'arma di guerra più potente. Pregate perché la ragione prevalga sulla follia distruttiva che accampa mille motivi per render plausibile una volontà negativa, che si ricopre di alibi continuamente, per dar fuoco all'odio e alla guerra.
Pace, Mio DIO. Invocate la pace ed Egli ve la concederà!

Io mi prendo ancora una volta la Croce sulle spalle... e così farà il Mio Papa Santo... e insieme al Mio popolo fedele, salirò il Calvario per immolarmi sulla Croce a salvezza del mondo.
O no, non è solo un rito a ricordo di un gesto compiuto duemila anni fa. E' il rinnovarsi del Mio sacrificio che in tutto e per tutto mi fa rivivere l'evento di allora. Solo che adesso avviene nel Mio vivere soprannaturale, e non più nella condizione umana. Ma la sofferenza è la stessa... se non di più.
Pace, Mio DIO. Io ti offro Me stesso per ristabilire la pace nel mondo e ridare speranza di vita alla sua umanità!

Io sono il Cristo Risorto... e vivo in seno al dolore del mondo... e prendo parte agli eventi... e sto tra i poveri della Terra a combattere per la giustizia al loro fianco.
Vi benedico nel nome del Padre e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

ANNIVERSARIO DELL'ATTACCO TERRORISTICO A NEW YORK 11/9/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
Procediamo nel compito grande che ho assunto di ridonare alla Terra la sua dignità. Un dì la governeranno le forze del Bene e tutto sarà diverso. Un dì voi vedrete e udrete le meraviglie di DIO.
O anime dei redenti, siate linfa che scorre tra la gente che oggi non spera più e di dispera per avervi perdute.

O anime che siete apparse quassù, smarrite e frastornate da un tal fragore e calore; o anime Mie, voi sarete testimoni dell'annuncio che Io farò al mondo. Voi parteciperete al banchetto finale alla mensa del Padre, assieme ai vostri cari che ancora soffrono laggiù, per la vostra scomparsa. O poveri resti che ancora giacete su quel terreno, in quella città dal dolore segnata per sempre, voi rappresentate il riscatto dai tanti peccati in essa commessi. E così purificata, risorgerà dalle sue ceneri.

O America, dolente e credente in un Dio della Pace, non permettere più che vi sia la guerra. Ora ne hai pure tu provato l'amaro risultato, cedi le armi, abbassa l'orgoglio e credi di più nel tuo Dio della Pace.
Gli antichi rancori saran liberati nel vento del rinnovamento spirituale che prenderà tutte le genti. I sovvertimenti andranno a calmare i più duri di cuore. Il crescente disagio esistenziale sarà foriero di una rinascita collettiva interiore e tutto e tutto si disporrà ad accogliere il Salvatore.

O America, o genti che avete donato la vita per cercar di salvare gli altri, voi siete i martiri che riscattano tutti i peccati commessi. E che Dio abbia pietà di coloro che ancora odiano e tramano vendette, nuovi atti di terrorismo... o la guerra.

Non v'è giustificazione alcuna per dare inizio a un'altra guerra, è solo un atto di presunzione supremo di cui si dovrà render conto al popolo e davanti a Dio.”
“Padre, Io ti consegno anche questo Mio grido d'amore per l'America che oggi commemora e piange i suoi morti!”
Pace sia in Terra agli uomini di buona volontà... e su tutti scenda la benedizione solenne... nel nome del Padre e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen.

Oggi non vi saranno atti nefasti di terrorismo.
Oggi il mondo prega e l'energia della Terra
ha raggiunto il punto più alto.
I popoli si inchineranno al dolore degli americani.
Il rispetto prevarrà su ogni altro sentimento,
ma domani la lotta riprenderà ancor più furiosa e
si avranno altre ripercussioni...
In seguito il “povero” suo presidente sarà travolto dalle critiche
e dovrà rendersi conto di aver portato la sua gente
sull'orlo di un baratro e cederà le armi e il potere ad altri.
E la stessa sorte toccherà a chi lo avrà sostenuto e seguito
e agli altri uomini della guerra.
Poi vi sarà un tempo intermedio e, infine,
sorgerà un astro nascente, un giusto di quella terra
che guiderà la nazione verso la sua rinascita
spirituale, morale ed economica.
Madre Terra accogli questa profezia e falla diventare realtà!
Siamo gli angeli profeti che, assieme alle anime dei trapassati, operano per la pace tra i popoli e per la nuova coscienza del mondo.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

LA VERITA' SI CAPIRA' SOLO DOPO AVER VISTO... 10/9/2002

Gesù... Coraggio, all'opera grande del Padre Mio mancano ormai solo alcuni dettagli che completerà nel giro di poche lune, ma la irruenza del maligno farà da contrasto e si capirà solo dopo aver visto... per ora vi basti!
(domanda: allora ci sarà la guerra? Inserire anche mess. di Padre Pio)
Oh, se dipendesse da Me, no certamente, ma la libertà che Dio ha dato all'uomo implica che possa compiere anche delle scelte estreme.

Speriamo soltanto che quel fuoco distruttivo si estingua presto, dopo l'accensione, ad opera della volontà di non perpetrare la guerra e farla divenire un gigantesco falò.
Pregate cari, pregate, e al resto penserà DIO!
Oggi deve risultare evidente agli occhi dell'opinione pubblica del mondo l'operato iniquo di certi potenti, mentre ancora ci si culla nell'illusione che essi operino per il bene comune.
O genti, svegliatevi dal vostro letargo mentale!

Io sono qui in veste di Condottiero, non certo per portarvi alla guerra, ma per indurvi a riflettere, a vedere la Verità e a recare la Pace, nei cuori prima di tutto, e poi anche nel mondo.
Ascoltate la Mia voce e sarete salvi per sempre tra le Mie braccia.

Più tardi, stesso giorno:
...Andiamo avanti nel nostro lavoro volto a sensibilizzare le coscienze sul Tempo di Giudizio divino che stiamo vivendo.
Coraggio, non vi abbattete per le notizie dei telegiornali, la volontà dei più è di non fare un'altra guerra e l'America si troverà presto sola a prendersi questa responsabilità. Ciò la farà da un lato retrocedere, sul fronte d'instaurare un conflitto più ampio, e dall'altro metterà in evidenza anche i suoi errori di valutazione eccessiva di un pericolo, sì reale (dell'Irak), ma di scarsità evidente di mezzi per realizzare ciò che pomposamente si chiama una centrale nucleare.

Il Mio compito, in veste di Salvatore, è quello di salvarvi anche da catastrofiche idee, - che perversamente satana immette laddove vi è scarso apporto di luce dello Spirito Santo -, facendo deviare dei propositi così negativi verso soluzioni meno pesanti per la sorte dell'umanità. Pregate cari, perché ciò possa avvenire anche in questa occasione.
Ma un giorno tutto il popolo americano si dovrà rendere conto di aver fatto la scelta sbagliata. Così avrà poi da ripensare a quanti errori, sono stati commessi sul piano delle cosiddette scelte strategiche, dal proprio paese.

O sì, chiedete perdono e il Cielo ve lo concederà, in virtù dei morti che avete patito e degli innocenti di tutte le guerre che vi han già perdonati.
Misericordia si avrà anche per i cosiddetti potenti, se sapranno rivedere se stessi e si accingeranno a riparare i torti che han fatto subire agli altri.
Io sono convinto che sia possibile ripristinare il bene ovunque, tra i popoli e le nazioni e che infine la Terra potrà diventare Terra di pace, di armonica convivenza per tutti.
Per ora affrontiamo il tempo più duro, con coraggio apriamo le case alla preghiera; con perseveranza facciamo la nostra parte di messaggeri della Parola e, con amore, accogliamo i profughi dello spirito, che soffrono ora per non saper più cosa fare
.
Cari, siamo alle soglie di quel sovvertimento globale di forze che vie era stato già preannunciato. Ora dobbiam sostenere la lotta corpo a corpo col maligno potere, che però non potrà vincere sulla Croce del Cristo che ha redento il mondo e sarà ricacciato negli inferi da cui proviene. Pregate e vegliate, al resto penserà DIO.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Domenica – Natività di Maria Vergine 8/9/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, ti attendo e solerte ti prendo e ti porto in un luogo dello Spirito a Me tanto caro... in quella casa di Gerusalemme dove nacque Mia Madre, e di cui si sa poco o niente all'infuori che visse la sua infanzia al cospetto del Tempio, dove fu consacrata dai suoi genitori.
Ebbene, già dissi che avremmo fatto viaggi all'insegna del ridonare allo Spirito il giusto valore, di cui abbisognan le genti. Ed Io mi prendo l'ardire di travolgere dei pregiudizi che si son protratti troppo a lungo nel tempo. Il luogo dove nacque Maria, Mia Madre, era già consacrato da Dio ancor prima che Ella nascesse e divenisse poi (luogo di) culto per i cristiani.

In verità, Dio Padre – nella Sua infinita potenza – volle che tutto fosse predisposto per l'accoglienza di Maria, la futura Madre del Suo Figlio, e scelse quei due servitori fedeli, Gioacchino e Anna, per il Suo Disegno. Anch'essi, pur essendo creature mortali, erano degni di ricevere il dono. Per la loro modestia, bontà e sincerità d'animo erano molto rispettati nell'ambito in cui vivevano a quel tempo, pur essendo di famiglia considerata di nobili origini.

Proseguiamo: per quel dì tutto venne predisposto da Dio... e Maria nacque in quella casa da Lui benedetta... e divenne la gioia di quei due santi genitori. Ben presto si accorsero che Ella era per così dire “speciale” e vollero che venisse consacrata al Tempio, prospiciente la loro casa, dove si recavano ogni giorno con Maria Bambina. Adducevano ogni volta diverse ragioni... e per via della salute, e poi per la protezione e per l'avvenire, e via dicendo; ogni volta sentivano in essi il bisogno di ripresentare quell'angelo a Dio perché la benedicesse e se ne prendesse cura spiritualmente.

Così Ella crebbe fortificata dallo Spirito Santo fino al giorno dell'Annunciazione, che ebbe luogo in quel di Nazareth, per via del trasferimento dei suoi genitori, avvenuto negli anni in cui Gerusalemme era diventata preda di troppe tensioni. Così, nel silenzio e nell'attesa, in Maria si compì il Divino progetto, voluto da Dio.

O cari, credete, Ella era già destinata a quel ruolo sin dal principio, ed è questo che Io voglio affermare di fronte a coloro che ancora non credono all'immacolata sua concezione, o che han rinnegato la “figura” di Maria, come Madre prescelta da Dio per la venuta nel mondo del Messia.
E' questo l'omaggio che Io voglio fare oggi, nel giorno in cui si festeggia la sua Natività, alla Madre Mia e nostra e che, spero, vogliate anche voi osannare e lodare.

“Padre, Io ti consegno anche questa parte di Verità,
affinché nulla vada perduto per ristabilire l'intero Disegno.
Dona loro, o Padre, la comprensione delle Mie parole.
Dona ancora il Tuo Spirito Santo affinché abbiano
piena coscienza dei tempi che stiamo vivendo,
che sono già quelli del Giudizio finale,
in cui tutta la Verità dovrà apparire ai loro occhi,
della mente e del cuore, senza più il velo dell'inconsapevolezza
o della nube della mistificazione ad opera dell'eterno nemico.
Pace sia in Terra agli uomini di buona volontà!
Lodate Maria, lodatela per la sua infinita bontà e misericordia.”
Io sono il Figlio della SS. Trinità e vi benedico nel nome del Padre e dello Spirito Santo, amen, amen, amen. + + +

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

I VERI COLPEVOLI SARAN GIUDICATI DA ME 5/9/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, ti aspettavo per proseguire speditamente verso la stesura del nuovo libro sul Giudizio finale, inteso come Universale e volto a ridare al mondo un assetto diverso e ben più consono alle Leggi divine.

Per questa mattina ho in animo di farti entrare in un luogo dove si è compiuta la più recente carneficina... laggiù sempre in Terrasanta, dove la giustizia è scomparsa del tutto e si palesa come “giustizia” qualcosa che ne è assai lontana e che non mostra più tale neanche agli occhi del Mio popolo.
O povere genti in balia dei suddetti verdetti (credo di riferisca al fatto di perseguire le famiglie dei cosiddetti terroristi) che non tengono conto nemmeno del rispetto dovuto al loro lutto per il parente defunto, sia pur in un modo che Io disapprovo. Ma per essi è una forma di lotta e di guerra, e (per loro) chi viene ucciso è un soldato che cercava di combattere contro un regime di oppressori.
O voi che restate silenti, ormai rassegnati al vostro destino, levate quel grido di richiesta d'aiuto al Dio della Pace e del Perdono anziché fomentare altro odio e rabbia d'intorno.

O voci di madri, di donne oltraggiate, levate quel grido, abbiate il coraggio di difendere i vostri morti dall'onta di infamia in cui sono avvolti. Loro non son più colpevoli degli avversari, non son traditori, non son malfattori... ed Io mi arrogo il diritto di perdonarli e di accoglierli nella Mia dimora, dove riserverò loro il posto più adatto. Il Mio Giudizio invece si abbatterà pesantemente su coloro che li han portati a commettere atti di violenza su gente inerme, infarcendoli di idee sbagliate e abusando della loro fiducia e volontà di esser posti al servizio di una causa giusta: la liberazione della Palestina.

Il Mio Giudizio si abbatterà anche su tutti quegli israeliani e su chi li comanda, che hanno fatto sterminio dei loro fratelli (palestinesi, per la comune discendenza dal patriarca Abramo), quando nel cuore avean solo odio e non rispetto della vita umana.
Il Mio Giudizio sarà severo anche sui responsabili di questo sterminio che non accenna ancora a cessare, perché ormai le ragioni dell'odio, o presunte tali, han preso il posto del dominio di sè. Il Volere di Dio non è rispettato, nel Mio popolo eletto non vi è più fede e ormai giace in un lago di sangue, sia dell'Agnello che di tanti innocenti, vittime della follia distruttiva di satana.
Sì, Io addebito loro anche il sangue dei concittadini, perché senza le prime e poi continue provocazioni, non si sarebbe versato così inutilmente.

“O popolo Mio, quanto male hai fatto anche tu, sia pur inconsapevolmente!”
Ma la Giustizia divina metterà fine a tutto questo. Ancora non so quando, poiché tanto odio deve ancor fuoriuscire per poi placare gli animi con la Misericordia di Dio e far sì che si apprestino a chieder perdono.
Così come ha fatto il Papa, basterebbe il gesto di un “giusto” del popolo, seguito dalla gente, e il Padre Nostro si muoverebbe in soccorso e andrebbe incontro al figliol prodigo per abbracciarlo.
“O Padre, fa' che quel momento abbia presto a venire.
Muovi gli animi e fa' risorgere i Giusti in Terrasanta.
Ti prego, Padre, aiutali Tu. Amen.”

Per ora ho finito, il Mio dolore è ancora cocente per le infamie commesse dalla Mia gente e non li giudico così per volontà di colpire soltanto loro, tra i due contendenti, ma perché Io vedo cosa c'è dietro le motivazioni apparenti. E vedo tanta ingiustizia e disprezzo delle altrui esistenze. E l'arroganza e l'orgoglioso rifiuto di mescolarsi ad altri.

“O Ebrei, ma che sareste se Dio non vi avesse scelti e innalzati per sola Sua grazia?
O sì, sempre mi chiedo il perchè non avete saputo riconoscere la venuta del Messia tanto atteso e, purtroppo, mi avvedo che non lo avreste accettato in alcun modo si fosse a voi presentato, per non recedere dal vostro orgoglio.
Ed Io ero venuto proprio per insegnarvi ad abbattere il peccato di orgoglio, motivo e causa di tanto dolore che ancor oggi continua senza accenno a finire.
Se almeno tu chiedessi perdono in cuor tuo e smettessi di usare le armi e di fomentare altre guerre ovunque nel mondo.... O sì, Io lo so quel che tu fai nascosta-mente, per alimentare il tuo ingordo ventre.

Eppure dei Giusti ancora ci sono e hanno timor di Dio: orsù levate alte le voci, non vi nascondete, Io vedo anche voi che siete indignati. Io vi chiedo di essere onesti fino in fondo e di osare di più, pur di affermare dei diritti sacrosanti alla vita e alla pace.
Orsù levatevi, Giusti di Dio, e abbiate il coraggio di affermare la Verità e Dio vi aiuterà a portare il vostro messaggio al mondo intero.
Io vi amo tutti e soffro per le condizioni in cui ora siete costretti a vivere e vorrei tanto aiutarvi di più, ma non posso per il vostro rifiuto di riconoscere il Cristo, il Messia, giunto tra voi a quel tempo. O povero popolo Mio, come ti sei ridotto!
Io sono, ad onta di tutto, il vostro GESU'!
PACE PACE PACE, PACE MIO DIO!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

UN GRIDO DI DOLORE DALL'AFRICA 4/9/2002

Sono Gesù Cristo...
Orbene, vogliam continuare nel nostro discorso sul Giudizio finale?
La coscienza che si è risvegliata non dovrà temere alcun male; la verità si fa strada e se si segue la via indicata – ed anche il cammino in salita, poichè non v'è altro da fare che accettare il proprio destino – sarò poi Io a condurre alla meta.
Il vento della rivolta di abbatte su quelli che non sanno, o che non vogliono essere aperti dalla luce del Mio sole fulgente, e si rivoltano ogni volta che sentono il Mio nome.
Il Padre ormai lo ha detto: “Ora verrò nelle vesti di Giudice e chi avrà riconosciuto Mio Figlio sarà risparmiato; chi non lo avrà voluto riconoscere, avrà la sua sorte”.

“Padre, Io ti chiedo ancora del tempo.
Io ti supplico di aprire i Cieli e
di permettere ancora alle genti
di riflettere sulla Verità rivelata
sin dall'inizio dei tempi,
affinché Io possa salvarne altri,
e altri ancora, e poi tutti.
Padre, sia fatta la Tua Volontà!”

Per voi, cari, il giudizio non sarà di condanna, anche se avrete i vostri trascorsi da rivedere; ciò vi consentirà di arrivare a capire ancor più la verità e ne sarete felici voi stessi per primi. Nulla vale come lo scoprire il velo dell'incoscienza e piano piano capire e assimilare e vivere la vera realtà della vita.
O umane illusioni quanto male voi fate!
Per questo Io vengo, cari tutti che mi state a sentire. Io voglio che abbiate in voi la coscienza di quanto vi sta succedendo; non sono sordo al richiamo delle vostre preghiere e suppliche, ma mi dovete ascoltare.

Or che siamo giunti in vista del Giudizio finale. Or che voi lo vedete coi vostri occhi quanto sta succedendo nel mondo. Se tutto ciò non vi sembra “normale” e quindi se avete capito che è in atto qualcosa di straordinario, allora siete ormai pronti a compiere un salto di qualità esistenziale:
vi dovrete posizionare sulla Mia parola e da questa partire a considerare tutti gli eventi o accadimenti; da questa trarre gli insegnamenti, a partire dal Mio Vangelo. Nel suo scorrere quotidiano e nelle letture proposte dalla Mia Chiesa, voi trarrete la Verità fatta Storia; la semplicità della Parola vi rivelerà anche i fatti dei vostri giorni.

E poi avrete le Mie spiegazioni, attraverso i Miei Sacerdoti santi, ed anche queste Mie esortazioni, dettate per farvi comprendere pienamente la verità del tempo presente.
Orbene, miei cari, siete pronti a partire per un altro viaggio nei continenti più esposti alla cupidigia dei vari potenti che vi han messo le mani?Oggi ho in mente di portarvi in quell'Africa del Mio cuore che ormai soffre da tanti anni ed ora langue come una madre a cui abbian tolto i suoi figli e non abbia più ragione di essere e di vivere, per le tante tribolazioni che le son state inferte.
Ora quella madre langue, dicevo, ma non ha perso ancor la speranza di rivederli, di sentire l'anelito di una rinascita interiore della sua gente.

O scure, ti sei abbattuta così violentemente su di essa,
che non ha più gambe per camminare da sè e
per sfuggire al destino avverso.
Non ha più braccia per lavorare operosamente;
non ha più voce per gridare il suo dolore;
non ha più orecchie per sentire il dolore dei suoi abitanti,
che ancora giacciono nel suo grembo.
O Africa, continente che hai perduto la tua identità,
risorgi dalle tue ceneri delle rivolte cruente;
liberati dalle catene di tanti mercanti di schiavi,
che ancora approfittano della tua bontà;
sciogliti dai lacci delle illusorie promesse e...Risorgi!
Apriti all'Amore del Cristo Risorto e
riporterai la vittoria, ritroverai te stessa,
riprenderai a cantare alla vita,
volgerai gli occhi al cielo e ringrazierai
il Dio della Misericordia che ti ha salvata.
O Africa, popolosa e felice, o annuncio di
Fertilità di una terra fecondata dal Mio Amore infinito,
ritroverai la verità in te stessa e in Me,
tuo Signore e Salvatore.

O come vorrei che il Mio grido di Amore giungesse a dei cuori provati, spiegando loro che non mi sono dimenticato di essi, che ho a cuore il loro destino, che la grazia sarà in loro se avranno la forza di riaffermare di appartenere al Cristo Risorto.
Io sarò loro accanto per combattere, non più con le armi, ma con l'Amore, tutte le conseguenze di un subbuglio di odio provocato dall'eterno nemico, che li ha messi l'un contro l'altro per distruggerli tutti.
Ora che vi siete svegliati all'Amore, potete rivolgere a Dio, Padre di tutte le creature, questa preghiera:

“O Dio di Misericordia,
stendi la Tua mano sull'Africa,
e su di noi, popoli affranti, sulle nostre miserie,
sui nostri malati, sui nostri ventri squartati...
ed entra nei nostri cuori dolenti,
mostrandoci la Tua bontà infinita.
O Dio di Misericordia,
abbi pietà di noi sopravvissuti,
e aiutaci a ritrovare la via della pace,
della verità e della giustizia
e che la libertà conquistata a sì caro prezzo,
non sia più violata da predatori e mercanti.
Pace, mio DIO. Per l'Africa tutta! Amen.”

Ecco, ho voluto con questo stendere la Mia mano per benedire la terra d'Africa, al termine di quel convegno che ha prodotto, in verità, qualche risultato, ma così scarso da non poter certo risollevare le sorti di un popolo derubato della sua identità e umanità.
Pur tuttavia ho a cuore il destino di questi poveri della Terra e mi prodigherò per immergerli nella Mia Grazia e far sì che la speranza ritorni nei cuori... che la grande madre riprenda vigore... che infine i suoi figli ritornino a lei... per abbracciarla e ridarle la vita.
Padre sia fatta la Tua Volontà!
Io sono Gesù Cristo, il Risorto, venuto in veste di Giudice per riportare la vita, l'amore, la pace ovunque nel mondo e tra gli uomini di buona volontà!
Da tempo ho iniziato il lavoro di far prender coscienza della Verità; ora è tempo di agire e di mettere in pratica l'insegnamento di amarsi come fratelli e di soccorrere i più disperati, così come fece il buon Samaritano, prendendosene cura disinteressatamente, senza porre di mezzo alcun tornaconto.

E pace sarà in quella terra,
in quel ventre pullulante di vita,
in quel cuore dolente di amore violato...
Pace... e non più guerra
Pace... e non più odi tribali
Pace... e non più giochi di dittatori violenti,
mai appagati dal sangue versato.
Pace... e la Mia Parola sia Luce nel mondo
per divenire alfin Realtà!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

IO SONO UN GIUDICE DI MISERICORDIA E PERDONO 3/9/2002

Gesù... Ebbene, cuor mio, comprendi che tutto serve alla vita anche delle prove pesanti, ma è come si affrontano e i sentimenti che si mettono in gioco che fanno la differenza. Per questo non si può giudicare così, senza leggere cosa alberga nel cuore dell'uomo.

Io sono quel Giudice che può farlo, perché uso la Mia misericordia per lenire e placare anche i rancori; per ridurre le ferite dell'animo a piccoli residui in via di guarigione ... e tutto questo lo faccio senza pretese, ma con l'Amore Mio infinito, che vi raggiunge ad onta del vostro rifiuto di riconoscermi e amarmi.
A Me non importa tanto di essere riconosciuto e osannato, quanto di riuscire a instillare in voi, creature, l'essenza del Mio Amore. Allora voi siete Miei, anche se non lo sapete. Allora voi appartenete a Gesù Cristo, Redentore del mondo. E poi piano piano la verità si fa strada e la vostra esistenza prenderà una svolta salutare e vi lascerete amare dal vostro Maestro.

Sì, cari, tutto questo può anche avvenire tra i contestatori della Mia Chiesa – e ve ne sono tanti –, ma poi piano piano si accorgeranno che manca loro qualcosa: il Mio Corpo mistico o eucaristico che non ricevono per volontà propria.
E' così che i peccatori pentiti ritornano alla Casa del Padre, per essere rifocillati, dopo tanto digiuno; per essere scaldati, ripuliti ed amati... tra le Sue braccia.

E se dei servitori si fanno avanti per aiutarli, lasciateli fare, servono anch'essi alla Mia causa.
“O anime, o voi che siete affaticati e oppressi, venite a Me, ed Io vi ristorerò!”
Abbiate in voi almeno per ora questa certezza: che Io rimarrò in attesa del vostro “Sì”
Per tutta la vita, senza lasciarmi scoraggiare dai vostri rifiuti, anche dopo aver aperto per un momento il cuore.
Io sono il vostro Signore della Misericordia e del Perdono e vi amo sin dal principio.
Così sarà per sempre!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

ESORTAZIONI A ISRAELE PER LA PACE 19/8/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
Ed ora riprendiamo il discorso impegnativo che in questi giorni abbiamo affrontato. La liberazione dal maligno potere passa attraverso la resa a DIO Padre chiedendo perdono.
O sì cari, ditelo, gridarlo dai tetti, come già vi dicevo, vuol dire di usare tutti i mezzi di diffusione, che non vi sono preclusi, purché vi sia attenzione a non fare di queste Mie parole un messaggio distorto: Io sono Gesù Cristo, venuto in veste di Condottiero e agisco attraverso lo Spirito Santo, per ora, ma un dì mi mostrerò alle genti nel trionfo dei Cieli. Questa è, in sintesi, la Verità che dovete affermare. E poi che voi siete tra quelli che lo hanno riconosciuto e hanno scelto di appartenergli e di seguirlo, consacrandosi al Cuore Suo immacolato.

Ed ora procediamo: con la volontà di porre fine agli armamenti vi sarebbe una remissione dell'incitamento alla guerra, ma ora invece hanno preso il sopravvento i vari costruttori di armi e il popolo Mio è divenuto succube di un guerriero del male.
O quante volte ho voluto dirlo alle genti, il Mio scopo è quello di salvarli da rovinosa caduta, non debbono cedere alle lusinghe di un uomo che ha in sé il demone della guerra. Che sia esautorato e messo da parte… che vi siano oneste elezioni e che il popolo Mio scelga la vita e non la morte.
"O Padre, ti chiedo ancora una volta di salvarli da questa rovina. Io mi offro a Te come allora per attuare il Tuo disegno divino.”

Ecco la Mia tesi d'azione: se si riuscirà a indire delle elezioni, eleggendo correttamente deputati rivolti a fare il bene della nazione, un'altra primavera fiorirà in quella Mia terra così martoriata. Ma occorrerà prima mettere a freno i più esaltati, che vi sono pure tra il Mio popolo, ma che nulla hanno più in comune con le qualità dei loro padri, tanto son pieni di odio e di furore.
O saggi, venite a Me, venite fuori, Io vi aiuterò a trovare la via d'uscita da questa spirale che vi soffoca da troppo tempo.
Ora cara vorrei pregare per loro così, chiedendo al Padre Misericordia:

Padre Mio, Tu sai quanti li amo,
Tu li conosci profondamente
nei loro difetti e qualità,
Tu Padre li esorti alla pace,
a cercare la pace,
ma ti ascoltano in pochi.
Fa' che attraverso il Mio sacrificio
diventino tanti e poi tutti
a chiedere pace.
E la pace trionferà su tutta la Terra.
Ora, Padre, perdona e benedicili,
vi sono ancora dei giusti laggiù,
non permettere che sia distrutta
ancora una volta: Gerusalemme!
Pace Pace Pace.

Gridate, invocate la pace, non vi arrendete, popolo Mio, alla volontà di distruzione di pochi potenti in preda al dominio del male.
Riconoscete i vostri veri nemici e chiedere perdono per essi e poi anche agli altri per aver fatto tutto quel danno ai poveri di quella terra, che appartiene anche a loro così come a voi stessi, e non potrete costringerli a vivere sempre nei ghetti.
O Dio della misericordia, aiutali Tu! Amen.
Vi benedico tutti, anime dei giusti e peccatori, andate incontro all'Amore anziché cercare la morte dell'anima. Amen, amen, amen

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

VENTI DI GUERRA 18/8/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
Ebbene, cuor mio, andiamo avanti nel nostro lavoro di ricomposizione della verità che ancora la gente capisce solo a frammenti e non sa mettere insieme.
Il Mio compito è proprio quello di farvi capire come stanno le cose del mondo, dal Mio punto di osservazione privilegiato, ma che non voglio tenere per Me, ma condividere con voi, con quella parte di umanità che aspira a comprendere i segni dei tempi. E che siano tempi duri oramai lo sapete, che cosa vi aspetta ancor non vi è chiaro; ebbene cercherò d'illustrarvi la situazione, così come la vedo Io.

Oggi il mondo è come diviso in due tronconi, assestati sulle proprie posizioni senza che si faccia un cenno di tendere la mano, bensì preparando ognuno le proprie difese, o meglio, dei piani di attacco. E' ben vero che da entrambe le parti si è più volte sbagliato, ma mi sarei aspettato dai cosiddetti più evoluti una maggior maturità politica e sociale, invece assisto a delle schermaglie rivolte solo a far sì che sia l'altro a cominciare per primo. Che cosa, voi chiedete? O cari, la guerra. Senza mezzi termini ve lo dico e per questo vi chiedo preghiere, per evitare che scontri sporadici diventino un dilagante conflitto.
In parecchi si stanno ora rendendo conto di leggerezze e istigazioni da parte di entrambi e in più c'è da mettere in conto l'eterno problema dei popoli della Mia Terrasanta.
O cari, c'è un vero arsenale di guerra che sembra ogni volta lì lì per scoppiare.
Pregate, miei cari, pregate e DIO li fermerà!

Consentitemi ancora di dirvi che occorre – così come ha detto il Papa – che vi sia una volontà di operare per dividere i contendenti con una forza neutrale, o di pace.
E perché non si muove l'Europa? Perché non si muovono le istituzioni internazionali? O cari, ancora una volta vi devo aprire gli occhi: per via dei cosiddetti interessi di parte. Ma l'etica, la morale, la serietà e l'impegno sociale dove sono finiti? Possibile che la stagione dei patrioti sia terminata?
Oggi vi sono solo i martiri della fede a tenere alto il vessillo della Croce.
O anime, quanto dolore vi andate preparando.

Or mi colpisce anche il detto di questi governanti che affermano di volere che la giustizia trionfi; ma quale senso della giustizia essi hanno? In quale misura indossano panni già sporchi di sangue innocente facendo finta di niente?

Ho voluto mostrarvi uno squarcio di ciò che Io vedo e intanto la cosiddetta corsa agli armamenti continua imperterrita ad arricchire gli stessi potenti, che hanno le mani in pasta con le industrie belliche.
Suvvia, genti, svegliatevi dal vostro torpore e aprite gli occhi: non vedete che state rischiando un altro disastro come quelli già vissuti più volte allorquando vi siete impegolati nelle vicende di popoli che non conoscevate affatto e di cui vi è rimasta un'opinione un po' vaga? Il Vietnam non vi ha insegnato niente? E le altre guerre a cosa han portato? Non sarebbe meglio rafforzare una vera politica di distensione che oggi sembra rappresentata solo da uno sparuto gruppetto di timorosi?
Sappiate che gli equilibri precari su cui fate conto oggi, saranno i primi a crollare miseramente, spazzati via dai venti di guerra.
Invece Io vengo per instaurare la PACE, LA VERA PACE tra i popoli e le nazioni.

Ascoltatemi, o genti, e non ve ne pentirete: stabilite per prima cosa un piano di pace per aprire le trattative, a più livelli, ministeri e presidenze e segreterie e ogni livello produca i suoi studi e che siano aperti anche alle proposte di associazioni non governative, ma impegnate nel campo sociale. Suvvia, possibile che non vi sia una volontà comune di rivedere dei comportamenti rivolti soltanto a favorire la guerra?

Possibile che non vediate che ciò vi porta diritti alla distruzione totale?
Voi partecipate a convegni e conferenze, rivolti solo a farvi belli come pavoni, che non producono niente se non dell'altro malcontento tra la gente comune.
Così stando le cose ci sarebbe di che voltarvi le spalle dicendo: arrangiatevi!
Ma Io vi amo, non vi posso lasciare così senza cercar di fermarvi dal discendere ulteriormente nel baratro aperto dai vostri trascorsi.

Fermatevi e riflettete, finché siete in tempo, e invertite la rotta…chiedendo perdono e aiuto a DIO Padre onnipotente, sarete instradati verso una via di soluzione che piano piano vi farà risalire la china.
Coraggio, cari, abbandonate le velleità di farvi giustizia così.
La giustizia!! Ci sarebbe molto da dire sulla giustizia, quella divina, intendo, che non corrisponde al vostro malcelato senso di giustizia a senso unico.
Così mi batto e vi faccio arrivare anche queste parole che sentirete risuonare ovunque attraverso i profeti del tempo presente. Non sia mai detto che non siate avvisati del grave pericolo che state correndo, e che mette in gioco tante vite innocenti.
Riflettete e pentitevi, come vi ho già detto, e DIO vi aiuterà a venirne fuori… anche con dignità!
Io sono il vostro Gesù Condottiero, venuto in apertura di cuore per trarvi in salvo da quel pantano in cui vi siete cacciati. Amen, amen, amen

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

UNA VISIONE CELESTIALE 17/8/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
Vi raggiungo e mi immetto nella vostra atmosfera già densa di saturazione, nonostante la sosta dalle consuete faccende. Ormai il mondo è saturo di compromissioni, non siete ancora arrivati al punto cruciale, ma ci arriverete nel giro di pochi decenni.
Ebbene, Io voglio che voi non finiate così malamente, Io vengo per far trionfare l'Amore sopra tutta la Terra. E l'Amore, miei cari, produce miracoli di conversioni e di ripensamenti insperati, anche laddove sembrava non poter mai entrare.

O sì, cari pregate per la conversione del cuore e dell'anima dei cosiddetti potenti, affinché la Mia mano misericordiosa possa trarli in salvo per poi indurli a cambiare le cose verso il bene dei popoli tutti.
Coraggio, miei prodi, Io vi assicuro che niente turberà i vostri eventi; organizzatevi e mettete in atto la strategia dell'Amore che nulla pretende per sé, ma si nutre di incoraggiare l'apertura di tanti all'azione dello Spirito Santo Consolatore.
O cari, scegliete l'Amore, l'Amore Mio e del Padre vi inonderà fino a farvi sentire beneamati da tutti e sarete di nuovo sereni e felici di poter collaborare con le forze migliori dell'universo.

O rose, fiorite, accendete il vostro profumo
e liberatelo nell'aria per far giungere a tanti
il sentore della presenza del Padre.
O alberi, o natura, fate risplender le foglie,
catturando ogni raggio di sole e
ri-ossigenate con amore l'aria.
E la terra, riarsa com'è, riprenderà vigore
e tornerà a produrre la vera rugiada
che farà da riequilibratrice di un suolo
ormai scarsamente irrorato per
i troppi processi inquinanti.
O nuvole, sciogliete in benefica pioggia
quei deserti percorsi soltanto da cammelli e
da povera gente affamata.
Io vi comando di non più cadere in piogge torrenziali
per non provocare altri danni e disastri ambientali.
Andate laddove vi è più bisogno
a riequilibrare l'ecosistema.
O venti tutti, domati dal Mio amore infinito,
concedete a voi stessi una pausa e trasformate
in brezza leggera ogni vortice teso a provocare danni.
Andate laddove vi è solo calura e spargetevi
in ogni direzione per portare sollievo e frescura
a tanta gente affranta che soffre.
Pulite anche il cielo da quelle nubi d'inquinate sostanze,
liberate nel cosmo quei micidiali composti e
ripulite ovunque vi sia dato di farlo.
O fuoco, elemento primario al servizio dell'uomo,
non più or governato dall'antica saggezza,
tu devi rientrare nelle sfere concesse al tuo potere
e non più devastare boschi e foreste,
non più rovinare la madre terra di cenere e desolazione,
laddove c'erano alberi e vegetazione,
e risparmia pure animali e persone,
rei soltanto di averti incontrato sul loro cammino.
E infine, DIO Padre, il settimo giorno si riposò,
e ammirò la Creazione!

O cari, ora mi dite cosa rimane da ammirare? Credete, ben poco è rimasto incontaminato e si salva dalla mano rapace dell'uomo. Ma prima che tutto questo scempio si trasformi in un enorme disastro ambientale, senza più speranza di salvezza umana, Io vi chiedo un atto di fede e speranza e di rivolgere a DIO questa preghiera, dopo Egli potrà mettere in atto tutta la Sua potenza per porre rimedio ai casi più gravi di inquinamento e riportare all'equilibrio iniziale tutta la terra e i suoi abitanti.
Con un Suo tocco, con la potenza del Suo braccio, Egli tutto può fare e lo farà se voi tutti vi prostrerete chiedendoGli aiuto e perdono per i vostri peccati di presunzione.

"Padre, noi ci prostriamo dinnanzi a Te,
e al Figlio chiedendo perdono.
Padre, dobbiam rimediare laddove
abbiamo condotto politiche immorali,
laddove abbiamo fatto danni ambientali,
laddove l'incuria ha prodotti guasti e
consentito ai ladri di saccheggiare e rubare.
Vogliam rimediare alle ingiurie alla madre terra,
alle acque avvelenate e riportare l'aria
a un sentore di profumi anziché di
sostanze maleodoranti e inquinanti.
O Padre, ormai siamo giunti
al limite del disastro, completamente
incoscienti delle Tue leggi perfette,
ora ne siamo pentiti e vogliam rimediare,
ma non sappiamo più come fare.
Padre, ti preghiamo, ti supplichiamo,
aiutaci Tu! Noi eseguiremo fedelmente
le Tue istruzioni per collaborare
a ripristinare l'ordine e l'armonia sulla Terra.
O Padre, ti preghiamo, perdona ed esaudiscici.
Amen.

In verità quella visione (ndr. descritta prima della preghiera al Padre) ancor deve avvenire, ma non deve parere a voi così strano che Io possa comandare alle acque ed al vento e agli altri elementi, perché l'ho già fatto mostrando agli apostoli la Mia potenza.
Benedite le acque, i mari, benedite la pioggia e il vento, benedite anche voi e lodate DIO Padre per la Creazione, anziché imprecare, benedite e ringraziate per già essere stati preservati nel corso dei tempi da gravi pericoli di distruzione totale.

O sì, perché satana, invidioso della bellezza creata dal Padre, ha più volte tentato di distruggere il Paradiso terrestre.
Pregate, miei cari discepoli tutti, pregate e vegliate e al resto penserà il DIO della misericordia e del perdono.

Io sono il vostro Gesù Condottiero, ormai al lavoro a pieno ritmo su tutta la Terra. Seguite le Mie istruzioni e collaborate con le forze del bene.
Vi benedico nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, amen, amen

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

IL MONDO CREDE ANCORA DI POTER FARE A MENO DI DIO 16/8/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, ti comprendo e ti dico che non devi temere, tu sei protetta dall'Arcangelo Michele e da Padre Pio, non per niente il loro servizio comprende di scacciare i demoni che infestano il mondo e soprattutto di tenerli alla larga dai Miei prediletti discepoli.
Quando accade un incidente, ciò significa che DIO lo ha permesso per un fine supremo e quell'anima era pronta ad offrire se stessa per la redenzione di molti.

Un dì capirete anche quanto è accaduto a quel mio Sacerdote (Don Rino), ma la misericordia divina lo ha già ammesso alla mensa del Padre. Anch'egli farà parte della schiera che difenderà i giusti sulla terra dall'imperversare dei demoni lasciati liberi di spaziare.
Ma non ignorate che la mano di DIO è già pronta a intervenire per porre fine allo scempio che anche voi ora vedete. Non dubitate di queste parole, la verità si farà strada, sia pur lentamente, anche tra la gente comune, per intenderci quella che non segue assiduamente l'evolversi degli avvenimenti e soprattutto non sa leggerli in chiave spirituale.

Oggi il mondo ancor crede di poter fare a meno di DIO, ma l'avvenire dimostrerà alle genti quanto l'illusione fosse grande.
La Mia Croce sarà innalzata ancora e ovunque, per fermare l'ardire di satana e per tenere lontani anche i suoi seguaci.

O cari, non dovete temere, voi sarete preservati dalle più gravi sciagure, che non si potevano più evitare proprio per la rinuncia a condividere la via della Croce, per l'assenza di fede nel mondo, per la protervia sempre più imperante dei cosiddetti potenti. E le giustificazioni che ora essi addurranno saranno anch'esse degne del loro comportamento, tali da far loro perdere credibilità e così far emergere agli occhi di tutti la verità.

O cari, fidatevi di Gesù Cristo, Redentore del mondo, solo Io oggi posso salvarvi da tante sventure perchè solo Io ho portato la Croce fino in fondo per la vostra salvezza.
Pace sia in voi, creature mie, affermando di appartenermi voi siete salvi per sempre tra le Mie braccia.
PACE PACE PACE !

Unito alla Madre nostra questo è il grido che prorompe dai nostri due cuori immacolati e pieni d'amore per l'umanità che soffre, che DIO Padre onnipotente non mancherà di ascoltare.
Io sono per sempre il vostro Gesù Condottiero, ma anche Nazareno, che ripercorre le vie di quel tempo ancora alla ricerca dei giusti della Mia Terra, per risollevarli e portarli un dì a guidare il popolo Mio a cui manca proprio la guida di un giusto timorato di DIO.

Mentre Io li vo' cercando, voi cari pregate per questa intenzione e collaborate per l'avvenire della Terrasanta, facendo del vostro meglio in ogni occasione.
Vi amo tutte, creature, e non vi abbandono.

Io sono il vostro Gesù, il Nazareno è ancora tra voi e siede alla vostra tavola e intona canti e commenta e vi sorride e si compiace di stare con i piccoli, i semplici e i Miei discepoli del tempo presente, ancora imperfetti, lo devo ammettere, ma tanto cari ai Miei occhi e al Mio Cuore immacolato e pieno d'Amore.

Suvvia, non vi scoraggiate, va bene anche così, con i vostri difetti, le debolezze, le ritrosie, ma sento che siete sinceri e mi amate…e questo mi basta. Non erano forse così anche i Miei apostoli del tempo che fu?
Allora andate anche voi a portare alle genti la buona novella di Gesù Cristo che salva ed è ritornato per dare corpo al più grande sovvertimento di forze mai visto sulla Terra, per riportarla alla luce e alla pace tra i popoli e a vivere al cospetto di DIO Padre onnipotente.
“Padre Mio, Io ti consegno questi piccoli, la cui fiamma d'amore arde nel cuore.
Abbine cura e benedicili Tu. Amen

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Festa dell'Assunzione di Maria Vergine 15/8/2002

Padre Pio...Sì, cara figlia mia, Ella è presente e viene a voi incontro. Nell'unità della Chiesa e della Parola di Dio attraverso il Figlio Suo prediletto, Ella viene a parlare alle genti di ogni contrada e nazione, per invocare la pace e l'armonia e la cooperazione tra i popoli.
Ed ora ascoltiamola insieme, io resto con voi per preservare la comunicazione da ogni interferenza di maligna natura, dacché il demonio imperversa ormai su tutta la terra. Ma voi non dovete temere, Ella gli schiaccerà la testa e DIO lo ricaccerà negli inferi da cui proviene.

Ed ora, ecco che la Madre nostra Celeste avanza, tra schiere di Angeli inneggianti con trombe e canti…è sfolgorante di luce e la corona di stelle irradia raggi ovunque… e le sue mani son piene di luce, di grazie che elargirà su tutta la terra all'umanità che soffre. O cari, quale visione! Come vorrei che tale apparisse anche ai vostri occhi del cuore.
Noi ci prostriamo dinnanzi a Lei perché dietro e sopra di Lei ora appaiono il Figlio, il Padre e lo Spirito Santo – la SS. Trinità – ed il Padre benedice la Madre ed Ella è ora tutta sfolgorante di luce e d'amore… Verso di noi manda uno sguardo e un sorriso di comprensione dei nostri pensieri, che sono d'invocazione per i tanti che soffrono, ed Ella li raccoglie e li fa propri. O sì, mi sento anch'io liberato dalla sua bontà e misericordia e sono certo che oggi tanti avranno le grazie di cui abbisognano. E ringrazio e prego e mi prostro ancor più a chieder perdono per quelli che ancora non vogliono intendere ragione.

"O anime mie, quanto vi amo” dice ora la Madre nostra e noi siamo tutti pervasi dal suo amore materno. O cari, come vorrei parteciparvi questa grande emozione, questo momento di pace e di amore universale.
Ed ora Ella si affaccia a guardare verso il mondo terreno e congiunge le mani per supplicare la pace laggiù in Terrasanta… e s'inginocchia dinnanzi al Padre chiedendo perdono per tutti coloro che han perpetrato l'odio tra i popoli.
"Perdona, o Padre buono” Ella dice e ripete “perdona loro perché ancora non sanno quello che fanno”. E Gesù le sorride… e l'accoglie tra le Sue braccia… e la fa rialzare… e l'accompagna a sedere sul trono a Lei riservato.

"O cari, quanto vi amo” dice ancora la Madre e, rivolta a noi, benedice e sorride, ora rasserenata e pronta a raccogliere altre invocazioni per le grazie che, numerose, Ella oggi elargirà.
Sono Padre Pio, prete di Dio, questo è il dono che oggi Ella vi ha fatto, quello di farvi partecipare e a me raccontarvi l'apparizione.

Padre Pio ora scende dal Suo Cielo e viene a tutti incontri da messaggero della sua parola, così le grazie giungeranno copiose verso i più bisognosi, con schiere di Angeli che le porteranno ovunque nel mondo, dove Ella viene onorata e amata.
Pregate, cari, perché oggi anche a voi tutti sia dato di restare in comunione con Lei, con i Santi e Angeli protettori e con la SS. Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, amen, amen, amen.
Pace e bene, Padre Pio da PietrelcinaSono la vostra Madre Celeste, Madre della Divina Grazia.
O cari figli, voi mi onorate e mi amate e lo sento, e vi contraccambio e vi sprono ad andare avanti, stringendo tra le mani e sul petto il Santo Rosario.
O cari, quanto vedo di tribolazioni ancora gravare sul mondo, ma non vi perdete d'animo, il Cielo vi guarda e vi proteggerà dal grande tormento.

Siate fedeli alla preghiera incessante che vi libererà da ogni tormento interiore.
Voi già lo sapete, miei cari figli, che oggi ho elargito tante Grazie, che DIO Padre mi ha concesso di donarvi a piene mani.
O cari, siate prudenti, nell'affrontare i prossimi tempi occorrerà tutta la forza della preghiera costante e sincera, e rivolta anche a fare il bene degli altri.
Siate generosi, non ripiegatevi solo in voi stessi, l'amore va elargito: così come voi lo ricevete da me o da mio Figlio e dallo Spirito Santo; non tenete solo per voi queste grazie, sono per tutti quanti soffrono e hanno bisogno di consolazione e speranza.
Fatevi messaggeri di luce e andate ovunque nel mondo a recare parole di pace e a favorire la pace tra le nazioni.

Cari figli, ho concluso e vi benedico nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata nel giorno della mia assunzione al Cielo per volontà del Padre Nostro, DIO della Misericordia e del Perdono. Amen

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

SOVVERTIMENTI NELLA NATURA 14/8/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
Parleremo oggi del tempo presente, ancora foriero di altre prove legate alla natura e ai suoi sovvertimenti. Troppo ha prodotto l'uomo perché non vi sia ribellione, ma credetemi, essa è giustificata dal vortice di pressione esercitato ormai dal cosiddetto “raggruppamento di forze”, di cui vi ho già accennato.

Ormai è stato messo in moto e produrrà i suoi effetti: in alcuni casi letali, in altri di minor intensità. Altri luoghi, pur essendo sfiorati, saran preservati per volere divino.
Ricordate? Dove c'è almeno un giusto, in quella città, ne terrò conto per attutire gli effetti del vorticoso prodursi degli elementi.

O anime, quanto mi duole il cuore nel dirvi queste parole! Come avrei amato darvi speranza e conforto e rassicurarvi sul Disegno divino, ma siamo ormai dentro al vortice e dobbiamo lottare.
Con questo mio dire, vi voglio rafforzare e spronare, in vista di cose che indurranno tanti a chieder perdono, dopo aver magari imprecato contro la cosiddetta cattiva sorte.
O anime dei miei consacrati, offritemi i vostri cuori rinnovando l'offerta d'amore e di fedeltà. Io saprò avvalermene per recare soccorso anche ai più disperati.

Coraggio, ancor dico, non sarete personalmente toccati, ma vivrete - in virtù (o a causa) dei mezzi di comunicazione - una stagione di dolorosa attesa del segno grande nel cielo. Pregate e vegliate, anime mie, e al resto penserà DIO.
Anche la Madre nostra Celeste veglierà su di voi e vi assisterà nei vostri bisogni e le grazie e le sue materne carezze vi calmeranno e vi colmeranno di gioia e di pace.
Pur se a breve arriveranno anche altre notizie di sovvertimenti in ambiti cosiddetti economici, voi non vi turbate, tutto dovrà fuoriuscire, ma DIO non vi vuole affamare, non vi vuol condannare. Egli è il Giudice supremo – è ben vero – ma la Sua mano misericordiosa è più pronta a benedire che a condannare.
E vi aspetta come un padre paziente, in attesa che il figliol prodigo gli chieda perdono.
“Padre, Io ti consegno Me stesso in nome della loro salvezza”

Ed ora, affrontiamo quel nodo spinoso che è la vertiginosa ascesa di tanti verso mete lontane dalla verità. Sì, essi hanno scalato le vette dei baluardi del successo; hanno carpito segreti e ne hanno fatto cattivo uso; han governato incoscienti del popolo loro affidato; han sperperato ricchezze destinate a sfamare o a far lavorare i poveri della Terra. O quanti di questi cadranno sotto la spinta della Giustizia divina. Voi non impressionatevi per le notizie dei telegiornali, piuttosto pregate con la piena fiducia nella misericordia divina che darà ancora modo a questi arroganti di rivedere il loro comportamento e di rimediare al maltolto e al malfatto.

Coraggio, miei prodi discepoli del tempo presente, affacciatevi, ora siete pronti. Con la grazia dello Spirito Santo, potrete spiegare la verità: di un DIO Padre che vi ama ad onta di tutto il male che esiste nel mondo. Ma Egli sa che è l'opera del maligno ad aver fatto tutto questo e ad aver indotto l'uomo a perpetrare ingiustizie sociali e aspre contese. Per questo motivo non è un giudice inappellabile, ma un Padre buono che ama le Sue creature ad onta di tutto il male che esse si fanno inconsapevolmente.
Eppure i profeti l'avevano detto fin dal principio. E poi tante volte la Madre Nostra nelle sue apparizioni.
Voi mi chiedete: perché l'uomo non l'ha ascoltata, perché non ha visto nei fatti l'antica profezia? Perché si danna ancora così?

Per tante ragioni, miei cari che mi state a sentire, per l'eterna lotta tra il male ed il bene in cui siete coinvolti. Solo scegliendo la strada del Bene, pur dovendo lottare strenuamente, potrete risalire la china e trarvi in salvo. E gli uomini inconsapevoli saranno anch'essi illuminati a tratti, e se non opporranno ragioni fasulle e cambieranno radicalmente il loro approccio alla vita, potranno essere salvati.
L'alba verrà del nuovo mattino del mondo, per voi è già venuta, ora si lavora per gli altri. Pregate e vegliate e mi aiuterete a trarli in salvo.

L'opera mia comprende l'agire a più livelli: da un lato con quelli già pronti al cambiamento mi pongo loro dinnanzi e li apro alla luce della consapevolezza; dall'altro, dove ci sono masse di inconsapevolezza, non posso agire direttamente, ma facendo leva sui retti di cuore opero instancabilmente perché siano loro ad indurli a riflettere.

Invece nei casi dei più refrattari (per intenderci quelli affascinati e irretiti dal male) attendo paziente che vi sia qualche accenno di pentimento e poi mi calo in quelle creature e, con la forza dello Spirito Santo, estirpo il germe e le induco a pensare forse per la prima volta in modo diverso. E' una lotta perché l'altra parte si dibatte e si scatenano le forze di opposizione, ma l'esorcista sono Io e alla fine la creatura si arrende, sfinita, dopo la lotta. Vi sono casi, purtroppo, in cui prevale la maligna natura e non posso far altro che piangerla morta per sempre alla vita eterna.

Sempre Io spero, sempre mi batto, voi fate lo stesso alla vostra portata, non avrete da fare altro che misurarvi con le vostre forze e le prove serviranno anch'esse a rafforzarvi in vista della battaglia finale, quella dei tre giorni di buio totale.
Coraggio, miei cari, vi amo tanto, non vi abbandono e vi voglio condurre sereni al vostro rifugio: quel porto sicuro - tra le Mie braccia - che vi accoglierà dopo aver guidato la vostra barca nelle tempeste della vita.
Pace agli uomini di buona volontà!
Io sono Gesù Cristo, il Risorto è ora presente tra l'umanità che soffre e che spera.

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

E' IL TEMPO DEL GIUDIZIO UNIVERSALE 13/8/2002

Da Gesù... Siamo alle soglie del tempo riservato al Giudizio finale e per “finale” Io intendo universale (ndr. che comprende tutta l'umanità). Dopo di che vi sarà un altro tempo dedicato a raccogliere le fila dei vari dispersi e ancor refrattari, che cercheranno di guadagnare qualche via d'uscita, senza trovare il modo perché imbrigliati ancora nei loro costrutti mentali sbagliati.

Io sarò ancora tra questi per trarli in salvo e mi prodigherò a raccogliere anche quelli che giaceranno inerti, senza reagire, perché annichiliti dalla visione dell'Amore di DIO.
O sì, cari, ve li mostrerò e saprete comprendere anche questi che resteranno confusi… fino a quando dipenderà a loro stessi; Io spero che abbiano la forza di rialzare la testa per chiedere aiuto e poi si lascino amare da Me.
Voi intanto pregate e venite a Me, nel Mio Cuore immacolato troverete conforto e speranza e riuscirete a portare avanti la vostra missione di soccorritori, per conto e con il vostro Signore.

Ora cari inginocchiatevi accanto a Me e tutti insieme chiediamo al Padre Nostro la misericordia di ascoltare anche le grida di disperazione di chi non confida in Lui e impreca contro la sorte, che in questo tempo sembra essergli avversa, non sapendo che si tratta di purificazione dai peccati e provocata dai propri comportamenti sbagliati.

E vi sono anche le anime innocenti che soffrono dell'iniquità dei potenti, ma ad esse è riservato il Regno dei Cieli e non avranno di che lamentarsi, mentre coloro che han provocato sì a lungo queste dolorose vicende, verseranno in totale confusione da non poter essere aiutati se non attraverso le preghiere, di chi avrà pietà di essi.
Pregate sin d'ora per quei disperati che ancora cercano di manomettere. Di sottrarre, di rubare a chi soffre e non sanno che dovranno poi restituire tutto, fino all'ultimo.

Pregate per quelle schiere ancora intente a preparare piani… per poi consegnarli a chi vuol distruggere il mondo, senza pensare che verrà travolto anche lui.
O sì, cari, vi sono ancora quei cosiddetti potenti che mirano soltanto a riaffermare la supremazia, senza curarsi di quanti verranno sacrificati per la loro follia.
O cari, pregate perché l'Amore del Padre riesca a trionfare prima che essi vi portino alla distruzione totale. Questo è il disegno di satana, ed Io son venuto a salvare l'umanità dalla distruzione, ma occorre la collaborazione di tanti uomini di buona volontà, altrimenti vi sarà ancora desolazione e dolore ad oltranza, prima che il maligno potere allenti la presa e ceda le armi.
Alla fine il Cuore Mio immacolato, unito a quello della Madre nostra, trionferà, ma la tenzone non sarà indolore.
Pace sia in voi che partecipate, pace sia in tutti gli uomini di buona volontà!
Io sono il vostro Gesù, ancora presente nel mondo in veste di Condottiero, ma ora anche di Giudice, insieme al Padre Nostro DIO onnipotente ed eterno.
Vi benedico nel Suo nome e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

UN RAGGRUPPAMENTO DI FORZE 12/8/2002

Padre Pio… nel prossimo autunno si dovrà affrontare un periodo durissimo, dovuto a innumerevoli fattori, già per altro esistenti, che si raggrupperanno e sembreranno oscurare ogni altro pensiero.
Pregate per la pace e per l'umanità alla prova dei fatti. La vita intorno a voi continuerà come sempre, ma il resto del mondo dovrà destarsi bruscamente alla nuova realtà. L'Italia, pur con tutte le sue mancanze, è ancora un paese di fede e DIO la preserverà.

Da Gesù: …Al raggruppamento di forze, si attua un vero sconvolgimento di equilibri precari e l'effetto che si ha è proprio quello di far crollare o cadere, uno alla volta dapprima, e poi tutti assieme quei costrutti di errata natura che l'uomo incosciente avea costruito, pensando con cupidigia e agendo con disoneste intenzioni.
Questo è, in sostanza, quanto sta ora accadendo - per Volontà superiore -, anche se poi è l'uomo stesso chiamato in causa ad agire.

Per Volontà superiore, ho detto, e con questo disegno si pone in atto il Giudizio finale
cosicché non potranno sfuggire quelli che con furbizia si sono nascosti nelle pieghe del sistema sbagliato, pensando di starsene nell'ombra e di rimanere impuniti.
Non così la intende DIO Padre. La verità sarà mostrata alle genti perché ne prendano coscienza; or non più imbavagliata per gli interessi dei potenti, la verità sarà resa palese e tutti dovranno prenderne atto.
In ogni circostanza voi troverete il bandolo della matassa e, se vi affrettate a capire e ad apprendere, voi potrete insegnare o spiegare ad altri la vostra consegna.

Cari, credete che Io sono Gesù Cristo, e non un falso profeta, credete e sarete salvi.
Io vi prometto che, se sarete onesti con voi stessi e con gli altri, nulla avrete da temere perché il giudizio sarà comprensivo del vostro agire in buona fede e i vostri peccati vi saranno condonati.
Pace sia in voi, anime che cercate la Verità! Essa sta per trionfare ad onta di tutto il maligno agire. La Luce trionferà finalmente. Così come in questo mattino – dopo tre giorni di tenebre che ricoprivano il mondo – oggi la luce trionfa nel cielo e dentro alle case, e le coscienze che mi ameranno saranno inondate d'amore e saranno salve, mentre quelle più oppresse da troppi condizionamenti mentali, si sentiranno sulle prime a disagio, ma poi sceglieranno la luce e non più di vivere nelle tenebre. Con il Mio aiuto ci riusciranno.

Anche i cosiddetti depressi si sveglieranno dal loro obnubilato e compresso modo di vivere: il Mio tocco darà loro la scossa salutare; la Mia mano li rialzerà; la Mia voce li rianimerà; il Mio Amore li scalderà ed essi diverranno chi profeta, chi guaritore di altre anime oppresse, chi volgerà gli occhi e il cuore verso chi soffre e se ne prenderà cura; e vi sarà pure chi mi dedicherà ogni giorno della sua vita ponendosi al servizio del Cristo Risorto.
O sì, cari tutti, Io sono venuto a riportare la pace e la giustizia e a risanare antiche piaghe e recenti malattie della mente e del cuore, provocate dal vostro dissennato e fasullo sistema di vita.
O anime, risvegliate le vostre coscienze, soffrirete ancor sulle prime, ma il premio sarà grande e la luce vi entrerà dentro per risollevarvi per sempre dai vostri interiori conflitti.

Vi amo troppo per lasciarvi perire, vi condurrò oltre, verso le cime dei monti e lì ammirerete compiaciuti il vostro percorso di risalita dagli inferi.
Coraggio, anime Mie, al lavoro, non è più tempo di tergiversare, osate affermare di appartenermi e avrete tutto da Me.
Io sono il vostro Gesù Condottiero!

Un dì, da Nazareno, compii quell'impresa di parlare alle genti della Mia Terra, ora vado ovunque nel mondo, non più limitando la Mia opera nella sfera dei cosiddetti cristiani, ma parlando ai pagani e a tutti quelli disposti ad ascoltarmi.
Io vengo da Consolatore, da Salvatore, da Redentore.
Dalle tenebre alla Luce, dal fuoco della geenna alla cima più alta del Mio monte santo. Io voglio che vi riscattiate dal vostro peccato d'orgoglioso rifiuto.

Io vengo per condurvi alla meta più ambita: l'eterna vista di DIO!
Coraggio genti, non ignorate questo Mio dire, non è per alimentare la vanità di chi scrive che l'ho dettato, ma per voi tutti che mi state a sentire: il tempo è venuto, il Cielo si è aperto sopra di voi per indurvi a riflettere sui vostri trascorsi e per far finalmente la scelta di credere in un DIO che vi ama – siete tutti Suoi figli, non lo dimenticate – e che ha voluto venirvi incontro ancora una volta ad onta del vostro rifiuto.

Non ritiratevi intimoriti o in preda ai vostri consueti pensieri d'incredulità ad oltranza. Credetemi, le vostre ragioni non tengono conto della Mia infinita bontà, e se anche mi servo di questa penna scarsamente propensa a gridare sui tetti la mia venuta, ciò non vuol dire che non sia Verità tutto questo e quanto vi vado dicendo da lungo tempo ormai.
Orsù, svegliatevi coscienze e aprite le porte e le finestre alla luce del Mio sole fulgente; non ve ne restate più così rintanati davanti alla debole luce del televisore, che produce abbagli anziché mostrarvi la verità.
”Padre, Io ti consegno di nuovo Me stesso per il trionfo della Verità!”

Un dì, non tanto in là, Io verrò nel trionfo dei cieli e lassù mi vedrete e tutti udrete le Mie parole e allora sarà la fine del regno di satana sulla Terra e l'inizio del Regno di DIO Padre onnipotente ed eterno.
Già ve lo dissi, ancor lo ripeto per prepararvi, per aiutarvi, perché vi amo e non voglio che il vostro cuore scoppi di paura o di infelicità, per non aver compreso prima la Verità.
Pace sia in voi, creature tutte, pace e sale della terra siano anche questi Miei discepoli rimasti fedeli ad onta del generale rifiuto di riconoscere la Verità.

Io sono per sempre il vostro Gesù!Padre Pio… Stiamo per varcare la soglia della spelonca di ladri che hanno causato tanta sofferenza all'umanità. Sì, perché la povertà, l'indigenza, le malattie, la sofferenza esistenziale di tanti popoli, tutto questo è proprio dovuto alla prepotenza e alla cupidigia di pochi.
Ebbene, il consiglio che vi do, è di pregare assiduamente- senza farvi influenzare dalle consuete notizie fuorvianti – perchè è in corso il Giudizio finale di DIO Padre onnipotente. Un dì vedrete le meraviglie del cielo, i cieli si apriranno e godrete della grazia più grande: l'eterna vista di DIO, ma per guadagnare questo occorre pregare, pregare, pregare…

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

A proposito di conflitti e guerre 12/7/2002

Ed ora affrontiamo un altro aspetto che mi sta a cuore: la saggezza antica affermava che i popoli dovevano combattere i nemici per conservare le terre e i propri diritti. Ormai tutto questo non ha più senso, poiché la distruzione sarebbe totale, ve ne rendete conto, vero? Allora qual è la formula per ristabilire la pace nel mondo, secondo voi? Sento che siete stupiti e un po' imbarazzati perché vi ho presi alla sprovvista.

Ebbene, Io vi dico: si può ancora ristabilire un equilibrio di forze e la pace, rinunciando una volta tanto, per cominciare, ai propri presunti diritti e affermando che vi siete sbagliati e che sciogliete gli eserciti. E chiedendo che anche gli altri lo facciano per recuperarli (poi) nel rimettere in ordine e ricostruire laddove è stato distrutto; applicando la legge all'inverso… cioè senza più aggressioni, ma predisponendosi a conciliare, a rivedere, a offrire se stessi per il bene comune.
Vi sembra utopia, tutto questo? Eppure salvaguarda il principio del rispetto per l'uomo, piuttosto che per i beni.

Sostenere che si vuole la pace, senza fare mai nulla di concreto per cercare di ottenerla, anzi armandosi fino ai denti, non è forse incongruenza? E non voler capire la lezione pur dura ricevuta or ora dal popolo afgano, che in fondo ha preso parte al conflitto senza potersi difendere in alcun modo, e non averlo sconfitto, vi pare poco?

Li avete bollati tutti come terroristi, ma il terrore che avete seminato con i vari bombardamenti, esasperando la gente, non lo mettete in conto? E gli errori di comportamento e strategie, non sono forse atti d'accusa nei vostri confronti? Non meritano pubblica ammenda e sincera volontà di riparare?
“O genti, quanto siete ancora lontane dal convertirvi all'Amore di DIO.”

E poi mi sovviene anche il diritto dei poveri emigranti di trovare un luogo di accoglienza, senza che siano rispediti da dove provengono, dopo aver speso gli ultimi averi per un po' di speranza. Non crederete di non averli sulla coscienza, o voi che fate leggi inique per la pretesa di governare!
Io sto a guardarvi e a pregare il Padre di usarvi ancora misericordia, nella speranza che vi ravvediate e sentiate il bisogno di chieder perdono. Ma il Cuore Mio è così grande da comprendere anche amore per voi a tal punto da cercare di farvi capire mostrandovi chiaramente tutto quanto…e oggi lo si può vedere in ogni accadimento. O cari, aprite gli occhi, perché la Verità si va rivelando a tutti i livelli di comprensione. E la misura con cui voi cercherete di riparare, sarà il metro di giudizio della vostra salvezza.

Costituite un esercito di volontari; andate oltre le vostre faccende; cercate in ogni ambito di far prevalere la vera giustizia; anche così si può rimediare, instaurando procedimenti nuovi, atti a porre fine al maltolto e al malfatto.
O anime, svegliate le vostre coscienze finché siete in tempo!

Io sono il Cristo Risorto e vi induco a riflettere; per amor vostro mi prostro instancabilmente dinnanzi al Padre per chiedere la grazia i preservarvi dalle più gravi sciagure, perché avete tra voi almeno dieci giusti…e non sia mai detto che non dobbiate ascoltarli.
O anime, convertitevi e sarete salve!

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Verso la fase finale del disegno di Dio 12/7/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
Io vengo a voi, cari, in veste di Consolatore. A tutti Io voglio donare il Mio Amore ed è per questo che vado cercando modi e forme inusuali affinché vi possiate soffermare a pensare: ma tutto questo perché avviene? Cos'altro potrei escogitare pur di ottenere la vostra attenzione?

Io sento che ora voi mi avete capito e vengo al dunque:
la Verità è stata scritta fin dai tempi antecedenti la Mia venuta – nella carne – di allora, ma la completezza del Disegno di DIO è ancora in corso e sta volgendo verso la fase finale.
E' per la vostra e altrui miglior comprensione dei tempi presenti e a venire che Io mi sto prodigando, affinché li viviate in pienezza e consapevolezza del ritorno del Cristo Risorto - in Spirito di Verità – prima, e - nel trionfo dei Cieli – quando DIO lo vorrà!

Vi chiedo di fare ancora uno sforzo per riportare il vostro pensiero alla realtà vibrante di questo tempo, in cui tutto il male viene in superficie; in cui potete vedere e toccare con mano l'inconsistenza di un sistema di vita fasullo, che vi ha portati sull'orlo del precipizio.
Ebbene, miei cari, questo è il punto: se dopo aver visto e toccato con mano, voi non vi siete ancora svegliati e non avete ancora deciso di darvi da fare per rimediare, per quando possibile, al male già fatto, Io sento che avete ancora bisogno di ulteriori lezioni di apprendimento… e le avrete – non attraverso di Me – ma dalla vita stessa.

Duole pensare che siete così refrattari all'Amore Mio e del Padre Nostro; addolora vedervi sol così intenti a procurarvi nuovi affari o favori, senza mai riservare un po' d'attenzione ai miseri e poveri della Terra che soffrono e languono anche per causa vostra e della cupidigia con cui sono stati via via depredati di tutto.

Comprendo anche le vostre ragioni, ma non le posso giustificare. E allora ancora vi dico: dateci da fare, oggi è giunto il tempo di rimediare, su tutti i fronti e, badate, lo dico per il vostro bene, affinché non dobbiate un giorno dolervi il petto inutilmente.
“Padre, Io ti consegno questa umanità ancora incosciente e ti chiedo di renderla illuminata e aperta al Tuo Amore, attraverso il Mio Sacrificio. Amen

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

I potenti ancora non sentono il richiamo di Dio 3/7/2002

Sono Gesù Cristo, Redentore del mondo.
O sì, cuore mio, proseguiamo nel nostro compito arduo di risvegliare la coscienza alla Verità. In tanti cuori si annida ancora la protervia di satana e le menti sono offuscate da pensieri di cupidigia, non solo materiale, ma di potenza e volontà di dominare e non rendere conto al alcuno del proprio operato.
In verità avrei voluto invece parlarti di qualche esempio di buona volontà, che dopo aver riconosciuto il proprio peccato, si sia messo nell'animo di rimediare e recuperare il tempo perduto.

Ebbene, ancora Io non ne vedo, se non in casi di secondaria importanza per la società; invece quel che mi preoccupa è la totale assenza di revisione dei cosiddetti potenti: possibile che siano così accecati da non vedere e non rendersi conto di aver esagerato? Possibile che la loro coscienza non abbia neppure un anelito di giustizia? Possibile che non capiscano che sono arrivati alla fine del tempo concesso da DIO per liberare la Terra dal dominio nefasto?


O umanità, quanto dolore ti provochi ancor da te stessa!
Ma Io sono venuto a salvarvi; non resterò inerti ad assistere allo scempio di vita di quei potenti intenti solo a guardare se stessi volger la ruota come pavoni.
O benedetto quel giorno in cui verrete travolti dalla vostra stessa…, si voglio dire da tutto quanto avete sin qui costruito in modo sbagliato, perché allora vi renderete conto del danno arrecato ad altri e chiederete perdono.

Allora Io potrò intervenire per aiutare gli eventi, per rendere ammenda e giustizia agli innocenti, per favorire l'avvento di gente onesta che sia prodiga soltanto di se stessa e non di favori elargiti per i propri interessi.

Coraggio, creature mie, che siete al servizio divino, verrà quel giorno e vi rincuorerete e poi mi darete ragione di aver continuato a sperare ad onta di tutto quel che vedete marcire o inaridire o distruggere per mano dell'uomo rapace.

“ Padre, ti affido Me stesso, Tu sai cosa Io debbo fare.
Opera Tu, Padre in Me, Io son totalmente votato a fare la Tua Volontà

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente: "IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'"

Il parto dell'umanità 2/7/2002

Ora, miei cari, spero che abbiate capito il perché della condizione umana, attualmente così pesante.

Tutto sta giungendo al culmine e da questo momento è in atto un processo dirompente volto a sgretolare o a sciogliere ogni impedimento alla vita in comunione con DIO Padre onnipotente.
Così come la terra libera il suo afflato, o la sua energia, dal vulcano che si risveglia, così ora lo Spirito dell'umanità vuol liberare se stesso dalle pesanti costrizioni in cui siete immersi e compenetrati.


Per ritrovare Se stesso e voi stessi occorre compiere un vero parto: lacerando il tessuto pesante e liberando la forza della vita, le acque purificatrici porteranno alla luce la creatura nuova che abita in ognuno di voi. Lo sforzo del parto sarà condiviso in tutto e per tutto da Noi: saremo le levatrici, le mani amorevoli che vi sorreggeranno il capo; le carezze d'amore che riceverete vi compenseranno e vi sosterranno nella fatica; altre mani dolci vi asciugheranno il sudore e altre ancora vi daranno da bere e da mangiare, vi nutriranno seni di madre, coppe viventi di salvezza, come il sangue dell'Agnello ed il pane dell'Eucaristia.

Coraggio, miei cari, riconoscetevi peccatori e pentitevi, e avrete tutto da guadagnare, durante il cammino di risalita dagli inferi in cui siete precipitati, ma soprattutto avrete la Vita e la vista eterna del Padre. Ora e per sempre così sarà!

Io vi sono accanto, pronto ad un vostro cenno di ripensamento del vostro egoistico modo di vivere; pronto a rispondere ad un'invocazione sincera, a un sospiro di desiderio di purezza, a un “magari potessi…” pronunciato con incertezza; pronto a tutto, purché mi mostriate un minimo accenno di apertura e desiderio d'amore, di quell'amore che da bambini avete pur conosciuto tra le braccia di vostra madre o dei vostri parenti.

Mentre per coloro non han conosciuto neanche quello, Io ho in serbo ancor più la forza per comprendere la durezza di cuore e la volontà di scioglierli in un abbraccio d'Amore così grande da farli diventare in un momento dei santi, così come feci con Paolo, con il ladrone e con altri dal cuore di pietra, che trasformai in apostoli di pace nel corso dei tempi.

O sì, cari, la Mia potenza rinnovatrice è tale che nulla potrà fermarmi per la salvezza dell'intera umanità. Sia dato corso agli eventi preparatori del parto di questa umanità sofferente e tuttavia protesa verso l'anelito di speranza che già si scorge or qui or là anche in ambiti così lontani… lo avete pur visto nella vittoria di un fanciullo di Dio e in un popolo di peccatori e santi come in quell'ultimo evento a livello dei mondiali del calcio.

E sì, la mano di Dio si posa ovunque per trasmettere il Suo messaggio d'amore e di pace.
A voi, cari, comprendere e aver fede…vi benedico nel nome del Padre e Mio e dello Spirito Santo, amen, amen, amen

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente "TRE GIORNI DI BUIO".

Le prove serviranno a rafforzarvi in vista dei tre giorni di buio totale 14/8/2002

Da Gesù… L'opera mia comprende l'agire a più livelli: da un lato con quelli già pronti al cambiamento mi pongo loro dinnanzi e li apro alla luce della consapevolezza; dall'altro, dove ci sono masse di inconsapevolezza, non posso agire direttamente, ma facendo leva sui retti di cuore opero instancabilmente perché siano loro ad indurli a riflettere..

Invece nei casi dei più refrattari (per intenderci quelli affascinati e irretiti dal male) attendo paziente che vi sia qualche accenno di pentimento e poi mi calo in quelle creature e, con la forza dello Spirito Santo, estirpo il germe e le induco a pensare forse per la prima volta in modo diverso. E' una lotta perché l'altra parte si dibatte e si scatenano le forze di opposizione, ma Io sono l'esorcista e alla fine la creatura si arrende, sfinita, dopo la lotta.

Vi sono casi, purtroppo, in cui prevale la maligna natura e non posso far altro che piangerla morta per sempre alla vita eterna.
Sempre Io spero, sempre mi batto, voi fate lo stesso alla vostra portata, non avrete da fare altro che misurarvi con le vostre forze e le prove serviranno anch'esse a rafforzarvi in vista della battaglia finale, quella dei tre giorni di buio totale.

(Di questo messaggio vedasi testo completo ne “IL GIUDIZIO FINALE E IL TRIONFO DELLA VERITA'“ )

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

MESSAGGI profetici di Gesù sul tempo presente "TRE GIORNI DI BUIO".

La mia Luce si offre a voi tramite il sole 10/2/2002

Da Gesù… Ora la mia Luce si offre a voi tramite lo strumento d'amore che è il Sole, ma non solo, esso è il Mio dono spirituale che s'innalza gagliardo a illuminare la terra. Ogni giorno voi siete salvati dalla morte certa ad opera sua.
Pensate soltanto se si fermasse la rotazione del globo terrestre, pensate a quel prodigio d'ingegneria cosmica e universale che Dio ha creato dal nulla… e non capite che gli dovete tutto? Mentre voi non pensate che a riempirvi la pancia… e non capite che per i vostri vizi e la vostra cupidigia vi state costruendo l'inferno.

O anime sante, o martiri della fede, o giusti di Dio, levate il grido che invoca giustizia. Fate sentire la vostra voce, che sarà ascoltata più della Mia, perché ancora in pochi sono in grado di accoglierla.
Parlate, svegliate le genti, osate affermare che senza Dio non v'è speranza di salvezza.
Prima che il velo si squarci ancora, occorre che prendano coscienza per non sentirsi ancora una volta colpevoli e dannati come duemila anni fa. Così il mondo, oggi, deve poter riscattare il dolore che fu, deve potersi elevare al di sopra delle storture e dei vizi per vedere e capire il Disegno di Dio su di esso...

 

Altri messaggi si possono trovare nella parte sulle PUBBLICAZIONI inseriti nei libretti presentati.

(torna a Indice Messaggi 2002 - torna a I MESSAGGI)

 

A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it