home le preghiere i messaggi meditazioni le attivitą la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 

 


NEW

GESU' RISORTO DICE: “PACE A VOI!”

 

 

 

30/04/2019 Alle Lodi, dopo aver letto il brano dal Libro della Sapienza*


Sono Gesù Cristo, Redentore e signore dei vostri cuori uniti al Mio per sempre! E la Sapienza fu elargita anche a voi, miei fedeli discepoli. Oggi la Sapienza ancora offre se stessa per la causa del bene nel mondo e vedrete cieli aperti e terre nuove irrorate dalla Sapienza dell’Eterno, che farà sì che il mondo si desti al Suo tocco risanatore e rigenerante.

Oh, la Sapienza, quanto bene fa a chi con fede sincera la chiede, la implora… e la Sapienza viene in soccorso, ancora e sempre si prodiga. Quanto bene fa la Sapienza a tutte le creature che, consapevolmente, la implorano, ben sapendo quanto la stoltezza del mondo distoglie o cerca di farlo per farle cadere nel baratro dell’inconsapevolezza di sé e di essere figlie del Padre Nostro. Per la sua libertà, la creatura non la riceve costantemente, ma se essa la chiede ecco che si aprono i cieli e la Sapienza la irrora.


A voi, miei cari, viene data per essere fedeli alla consegna, per essere soldati del Cristo Risorto e Vivente in seno alle comunità che la amano. Ed ecco che il vostro Signore, viene e vi dice: “Pace a voi, miei fedeli discepoli!” Oh, non vi avevo dimenticato, ma aspettavo il momento giusto ed è questo che ora state gustando.

A voi, miei amati, ora Io chiedo di prodigarvi ancor più verso le persone che non comprendono ancora gli effetti del dono della Sapienza eterna. Lasciatevi guidare da Me e troverete la perla preziosa che favorirà la vostra apertura verso chi ne ha più bisogno ed è già in grado di comprenderne l’importanza.


Ecco, oggi vi ho dato questo mandato: andate tra la gente e offrite le Perle d’Amore che vi ho elargito in tanto tempo. Per tutti esse sono state donate, a tutti esse fanno del bene e per tutti Io sono venuto, sono Risorto, a sollevare tante pene e tormenti dell’anima, della mente e del corpo.


O sì, offrite le Mie Perle preziose: saranno frammenti di quella Sapienza che l’Eterno offre prodigandosi instancabilmente. Sapeste quanto bene le Mie Parole faranno ancora e per sempre! Pace e voi!
E pace sia sulla terra agli uomini e donne di buona volontà che offron se stessi per la Mia Santa Causa di far trionfare il bene, il sommo Bene, in tutto il mondo.


PACE PACE PACE... Oh, se il mondo ha bisogno di pace: invocatela incessantemente ed essa, attraverso la Divina Sapienza, vi verrà data in Dono d’Amore del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo per tutte le creature.


Andate in pace e, nel Mio nome abbiate il Dono di offrire la Pace. Io Sono Colui che Sono e per voi, miei amati, Io sono ancora e per sempre quel Gesù Nazareno che avete incontrato sulle strade della Mia Terrasanta. Amen, amen, amen.+

 

 


*Dal libro della Sapienza (7, 7-16. 22-30):
i giusti trovano gioia nella conoscenza del Signore.


Pregai e mi fu elargita la prudenza; implorai e venne in me lo spirito della Sapienza. La preferii a scettri e a troni, stimai un nulla la ricchezza al suo confronto; non la paragonai neppure a una gemma inestimabile, perché tutto l’oro al suo confronto è un po’ di sabbia e come fango sarà valutato di fronte ad essa l’argento.


L’amai più della salute e della bellezza, preferii il suo possesso alla stessa luce, perché non tramonta lo splendore che ne promana. Insieme con essa mi sono venuti tutti i beni; nelle sue mani è una ricchezza incalcolabile.


Godetti di tutti questi beni, perché la Sapienza li guida, ma ignoravo che di tutti essa è madre. Senza frode imparai e senza invidia io dono, non nascondo le sue ricchezze.


Essa è un tesoro inesauribile: quanti se lo procurano si attirano l’amicizia di Dio, sono a Lui raccomandati per i doni del suo insegnamento.


Mi conceda Dio di parlare secondo conoscenza e di pensare in modo degno dei doni ricevuti, perché Egli è guida della Sapienza e i saggi ricevono da Lui orientamento.


In suo potere siamo noi e le nostre parole, ogni intelligenza e ogni nostra abilità. In essa c’è uno spirito intelligente, santo, unico, molteplice, sottile, mobile, penetrante, senza macchia, terso, inoffensivo, amante del bene, acuto, libero, benefico, amico dell’uomo, stabile, sicuro, senz’affanni, onnipotente, onniveggente e che pervade tutti gli spiriti intelligenti, puri, sottilissimi.


La Sapienza è il più agile di tutti i moti; per la sua purezza si diffonde e penetra ogni cosa. E’ una emanazione della potenza di Dio, un effluvio genuino della gloria dell’Onnipotente, per questo nulla di contaminato in essa s’infiltra.

E’ un riflesso della Luce perenne, uno specchio senza macchia dell’attività di Dio e un’immagine della sua bontà. Sebbene unica, essa può tutto; pur rimanendo in se stessa, tutto rinnova e attraverso le età, entrando nelle anime sante, forma amici di Dio e profeti.


Nulla infatti Dio ama se non chi vive con la Sapienza. Essa in realtà è più bella del sole e supera ogni costellazione di astri; paragonata alla luce, risulta superiore; a questa, infatti, succede la notte, ma contro la Sapienza la malvagità non può prevalere.

 

Supplemento del fascicoletto mensile Messaggi dell’Oggi di Dio n. 124 aprile 2019

 

 

 

 

(torna a HOME PAGE)

 
A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it