home le preghiere i messaggi meditazioni le attività la nostra storia pubblicazioni contattaci
 
 
 

 

IN VIAGGIO CON LUI... Meditazioni guidate da Gesù

Sesta meditazione: Il giardino dell'Eden

 

Padre Pio dice:

A voi tutti io porgo la mano, per condurvi in un luogo dello spirito dove l'anima si potrà ristorare.

Entrate con me in un luogo sacro: immaginatelo come volete che sia, immaginatevi avviati all'ingresso, aprite la porta e fermatevi ad ammirare le bellezze che già appaiono ai vostri occhi di visitatori .

Si cari, entrate e guardatevi attorno: il mondo lo avete lasciato alle spalle; qui in questo giardino dell'anima voi siete in pace, nessuno può farvi del male.

Udite una musica sommessa e scrosci d'acqua; udite canti d'uccelli e tanto silenzio dai consueti rumori, che quasi non vi par vero.

Ecco, voi siete in mezzo a un giardino profumato, pieno di vita e di luce, dove albergano alberi e frutti non certo proibiti, ma che ancora aspettano di essere scorti e colti nel loro pieno fiorire e fulgore. Siete i soli ad ammirarne la bellezza.

Allora vi rincuorate e, avanzando, l'inoltrarsi tra le fronde porta verso uno spiazzo aperto alla luce e lì, creature, vi accorgete che non siete più soli: ritrovate dei compagni di viaggio, vi circondano i vostri amici, discretamente, e così pure i parenti a voi cari.

Ecco, ora vi siete totalmente rinfrancati. Qui, in questo luogo dello spirito, avete ritrovato voi stessi e la pace a cui anelate.

Vi fermate ad ascoltare: ora siete in compagnia della vostra anima e vi riposate nel sottofondo della musica celestiale.  

Ora viene incontro a voi il divino Maestro, sì cari, Gesù, che vi abbraccia e vi ama a tal punto da trasmettervi in un sol respiro tutto l'Amore di cui avevate bisogno.

Siete ai suoi piedi, siete come rapiti ad ascoltarlo. Io vi lascio con Lui e in cuor vostro parlategli, confidategli tutti i vostri problemi. Siate tutt'uno con Lui.. .che vi dice:

Chiudete gli occhi e col pensiero mettete voi stessi al centro del cuore… sì, fatevi cullare dal vostro stesso calore. Avete bisogno di stare dentro all'amore, perché sento che non vi amate abbastanza. Ma lo sapete che siete emanazione di Dio?

Non potete disprezzare voi stessi perché se lo fate, disprezzate Me e Dio.

Il respiro si fa più lieve e aperto a comprendere; tutto il corpo si rilassa, si apre, si predispone a ricevere le vibrazioni d'amore che Io, il Maestro irradio tutt'intorno.

Ora creature, vi riposate fra le mie braccia aperte a comprendervi tutti, ad amarvi tutti e a colmarvi d'amore infinito, di quell'amore che sulla terra avete sognato e inseguito, senza mai trovarlo o sentirvi appagati.

O sì, creature, venite a Me. Io vi disseterò, Io vi nutrirò. Io sono il vostro Gesù, redentore e Signore.

Contemplate la vista del Mio volto, imprimetelo in voi e rivedetelo ogni volta che avrete bisogno di Me.

Ovunque voi siate, Io sono lì... vibrante d'Amore per voi e per tutte le creature, nel nostro giardino fiorito e pieno di piante, anche ombrose, dove potrete riposarvi dal frastuono di mille rumori.

Ascoltate lo scroscio dell'acqua che scorre, la musica dolce del canto di uccelli, la sinfonia di tanti profumi e la vostra vista interiore si arricchirà.

Coltivate il giardino dell'anima vostra, innaffiato ogni giorno dall'Ecauristia; bagnato anche di lacrime di pentimento, dopo qualche caduta di comportamento.

O sì, tutto serve al Mio lavoro di grande alchimia.

Il compimento di un'opera d'arte richiede tempo, amore, ispirazione e tanta fatica, ma Io vivo anche di questo… non sono il Dio delle icone soltanto... Io sono l'Amore che la materia plasma, e le Mie mani di Luce lavorano alacremente per ridare vita, speranza e alimento a tutta l'umanità.

E quelli più poveri e derelitti, li prendo con Me e li porto in Paradiso direttamente. Là, vengono ristorati e, se non hanno ancora capito, saranno istruiti dai grandi Maestri.

Io invece, sono tutto proteso verso di voi, creature mie, che vivete su questa terra, che non è nemmeno l'ombra di quel Paradiso terrestre creato da Dio. Oggi voi lo vedete ovunque il danno già fatto dall'uomo, sotto l'influenza dell'eterno nemico.

Ma se pure il Mio Cuore soffre per questo, ciò nonostante Io non dispero e vi dico ancora una volta che ce la faremo a risollevare le sorti di questa terra.

Se tutti voi cari discepoli mi aiuterete, ci sarà ancora il Paradiso in terra, ed il mondo tornerà a vivere una nuova primavera dello Spirito, pur restando nella materia.

L'esempio del verme che irrora la terra può far ribrezzo, come talvolta le creature che si comportano male; ma anche questo è necessario per far decidere ad altri cosa si vuole o non si vuole.

La scelta cari, è indotta da tutto ciò che vi accade; la scelta di essere e vivere in Grazia di Dio.

Io sono il fautore di questa scelta, perché senza Dio non c'è Vita, non c'è Amore; l'anima perisce e non può più compiere il suo percorso, la sua missione, per la quale è stata creata dal Padre nostro. O sì creature, concedete a voi stesse di essere amate come figli del Padre nostro.

Con un gesto di scelta, affermate di voler essere perdonati dal Padre, ed Egli vi accoglierà a braccia aperte.

Io sono il Figlio Suo diletto che vi ha portato fino alla soglia… ora per essere ammessi, restiamo in attesa del vostro “sì”!  

“O grazie Padre, per la Tua Misericordia infinita.
Sia lode a Te e alla Trinità Santissima in eterno. Amen”.

 

 

 

(torna a "MEDITAZIONI")

 
 
A.Vo.S.S. (ONLUS) Casella Postale n.5 - 20052 Monza (MI)  e-mail: info@avoss.it   segreteria@avoss.it